Fino a sabato 5 gennaio 2019 il Giardino Zoologico avrà una veste speciale per le feste natalizie, con un contenuto del tutto esclusivo, e l’arrivo di una gigantesca sorpresa in carne ed ossa, una programmazione fitta di appuntamenti unici e tante attività come le Zoo experience.

Naturalmente la missione scientifica, è sempre al centro di ogni progetto dello Zoo di Napoli, per garantire ai nuovi animali in arrivo le migliori condizioni di vita, oltre ad arricchire la varietà zoologica, e ad incoraggiare tutti a conoscere e amare ogni specie in natura, attraverso l’importante funzione educativa, e la conservazione della biodiversità.

Basi concrete per annunciare che l’elefantessa Jula dello Zoo di Napoli, avrà finalmente il regalo di Natale più bello. Ritroverà infatti compagnia dopo la scomparsa della madre Winny, dopo 30 anni trascorsi insieme. Grazie ad un’azione congiunta con lo ZSL Zoo di Londra, l’elefantessa Mya, anch’essa rimasta sola, raggiungerà Jula ed entrambe potranno finalmente farsi compagnia a vicenda in un nuovo exhibit progettato per ospitarle entrambe, nel maggiore confort possibile.

Il week-end dal 21 al 23 dicembre sarà dedicato a Mya e Jula. Finalmente, Jula avrà una nuova compagna, importantissimo per gli Elefanti considerati tra gli animali più empatici e sociali in natura. Vivono in comunità e interagiscono costantemente. Lo staff di veterinari, keeper e ricercatori dello zoo ha lavorato tanto affinché, in tempi brevi, Jula tornasse ad avere una compagna con cui condividere l’exhibit, giocare e interagire.

Durante il week end, per la prima volta, sarà possibile conoscere da vicino Mya, a Napoli dopo un lungo viaggio dallo ZSL Zoo di Londra. Laboratori a tema, attività speciali e focus su questi animali saranno il filo conduttore del week end. Mentre durante tutti i week end di Dicembre sarà possibile provare le Zoo Experience (al costo di 8 euro + biglietto di ingresso) per i più piccoli, che potranno interagire direttamente con il Tapiro e le Giraffe oltre ad allestire il pasto dei Siamanghi. Sorprese e programmi speciali sono previsti durante tutto il periodo, fino al 5 Gennaio, dedicato  all’evento di chiusura.

zoo 1

Programma dei Laboratori (21-23 Dicembre)

H 10:30 – 12:30

Costruiamo una pallina a forma di elefante per il nostro albero di Natale!
Gli operatori insegneranno ai bambini tutti i segreti degli elefanti e costruiranno con loro con bottoni e altri materiali una pallina a forma di elefante da portare a casa e appendere al proprio albero!

H 13:00

Feeding time

L’operatore darà ai visitatori le informazioni principali sugli elefanti, con un focus in particolare sull’importanza della proboscide. Mostrando da vicino il momento del nutrimento.

H 15:30

Scienziato per un giorno!

I bambini, con l’operatore, monitoreranno alcuni comportamenti di Jula e Mya e ne impareranno il comportamento. Alla fine del laboratorio tutti i bambini riceveranno l’ “attestato da scienziato”.

La storia di Jula inizia 30 anni fa, nel 1988 in Birmania, nei campi di lavoro dove la madre Winny lavorava da ben prima di metterla al mondo. Nel 2015 arriva allo Zoo di Napoli insieme alla mamma Winny, con cui ha vissuto fino alla sua scomparsa. Gli elefanti sono animali che  risentono dell’impatto emotivo legato alla presenza di simili o alla loro assenza. Per questo, come gli uomini, hanno sviluppato abitudini uniche nel mondo animale, come seppellire gli elefanti morti con foglie e terra, usando la proboscide, e allontarsi dal branco per dirigersi nel posto dove riposano tutti gli altri elefanti precedentemente deceduti, quando in vecchiaia sentono che manca ormai poco alla loro fine.

Tutti motivi, che hanno spinto negli ultimi mesi, i keeper dello Zoo a starle vicino con moltissime attività ad hoc, che l’hanno distratta dalla sua attuale condizione.

L’exhibit degli elefanti si propone come il primo GRANDE passo (in seguito sarà la volta dell’ area savana e tigri), che la srl Zoo di Napoli sta compiendo affinché lo Zoo diventi un giardino zoologico moderno.