I risultati dell’ultimo monitoraggio dell’Iss, tenutosi venerdì 8 gennaio, hanno ridefinito i colori delle regioni italiane. Solo cinque regioni sono state classificate nell’area di rischio arancione (Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto) e la Campania non è fra queste. Da lunedì 11 gennaio, infatti, quest’ultima adotterà le regole della zona gialla rafforzata“, che sono state in vigore in tutta Italia giovedì 7 e venerdì 8.

Nella zona gialla “rafforzata” saranno vietati gli spostamenti interregionali, eccetto che per ragioni di lavoro, salute, urgenza o rientro presso domicilio, residenza o abitazione. Vigerà il coprifuoco dalle 22 alle 5 e riapriranno negozi e centri commerciali, ma resteranno chiusi teatri, musei, cinema, palestre e piscine. Bar e ristoranti potranno servire ai tavoli fino alle 18: oltre quest’orario sarà concesso solo il servizio d’asporto. Inoltre, sarà necessario attenersi alle seguenti regole:

  • Sarà possibile consumare allo stesso tavolo per un massimo di 4 persone, salvo che si tratti di conviventi;
  • Pub, trattorie, pizzerie, vinerie, dovranno, tra l’altro:
    • indentificare almeno un soggetto per tavolo o per gruppo di avventori attraverso la rilevazione e conservazione dei dati di idoneo documento di identità;
    • rilevare la temperatura corporea all’ingresso, impedendo l’accesso in caso di temperatura uguale o superiore a 37,5 °C
    • fare in modo che, come da Protocollo “il cliente potrà togliere la mascherina solo quando seduto al tavolo. In qualunque altra condizione di presenza nel locale dovrà indossare la mascherina”.

Tutti gli esercizi commerciali saranno tenuti, inoltre, ad esporre all’esterno del locale il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente.

Per quanto riguarda le scuole, invece, da lunedì 11 gennaio in Campania riapriranno solo le scuole dell’infanzia, la prima e la seconda elementare. Il presidente De Luca ha sottolineato il divieto di svolgimento di eventi in presenza, per cui sarà possibile organizzare gli Open Day scolastici solo online.

A proposito dell'autore

Post correlati