Si apre la settima stagione di Teatro e Musica nei luoghi più wunder di Napoli

Venerdì prossimo, 18 ottobre, alle ore 21, si inaugura l’edizione 2019/2020 di Wunderkammer, ovvero la settima edizione della rassegna di prosa e musica in spazi di eccellenza, normalmente non utilizzati per pièce o concerti.

L’appuntamento è alla splendida chiesa barocca dei Santi Marcellino e Festo, a largo San Marcellino, con lo spettacolo “Uno, nessuno e centomila”, di Luigi Pirandello, adattato, diretto e interpretato da Paolo Cresta, ritratto nella foto in evidenza. La serata è patrocinata dall’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Da uno specchio, superficie ambigua e inquietante, un giorno emerge per Vitangelo Moscarda un volto di sé finora ignorato: un naso in pendenza verso destra. Questo avvenimento provoca in lui una profonda crisi e la consapevolezza agghiacciante che la sua immagine negli occhi degli altri è lontana anni luce da quella che egli ha di se stesso. Di qui una presa d’atto ancora più inquietante: egli non è uno, come aveva creduto sino a quel momento, ma centomila, nel riflesso delle prospettive degli altri, e quindi nessuno. Uno dei testi più celebri di Pirandello, amaro eppure a tratti irresistibilmente umoristico, rivive nella trasposizione di Paolo Cresta in una nuova, intensissima luce.

Per ulteriori informazioni e per prenotazioni: wunderkammer@fastwebnet.it – 366.9838285

Martedì 15 ottobre, presso il raffinato Museo del Corallo Ascione, Angiporto Galleria Umberto, è stata presentata la stagione e sono state svelate le novità: quest’anno la rassegna può vantare, oltre che il patrocinio del Comune di Napoli, anche quello del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, dell’Accademia di Belle Arti e dell’Ordine degli Architetti di Napoli e provincia. Inoltre, grazie anche alla disponibilità di istituzioni come il Comune di Napoli, l’Università Federico II e l’Università Parthenope, che hanno messo a disposizione spazi di infinita bellezza, la rassegna avrà luogo per il 90% in luoghi pubblici e non privati, mantenendo però il focus sulla suggestione offerta dagli edifici meno noti e dunque da far scoprire.

Il direttore artistico, Diego Nuzzo, ci tiene a segnalare con particolare enfasi che «da questa stagione parte anche un altro nuovo progetto, che naturalmente proseguirà negli anni prossimi: il Premio Wunderkammer per il Teatro, che verrà attribuito a un’opera originale mai rappresentata, di durata complessiva compresa tra i 45 e i 60 minuti. Autore, regista e attori di ciascuno spettacolo in gara dovranno essere in maggioranza assoluta al di sotto dei 35 anni d’età, al fine di incentivare i nuovi talenti e favorire il ricambio generazionale. Allo spettacolo vincitore, che aprirà la stagione 2020/2021 della rassegna Wunderkammer, sarà assegnato un premio messo a disposizione da Voyage Pittoresque Factory consistente in un’opera originale appositamente creata e donata dall’artista Gennaro Regina. Il bando è scaricabile dal sito www.wunderkammernapoli.wordpress.com online, oltre che dalle nostre pagine social Facebook e Instagram.»

Attenta anche alle tematiche ambientali, l’Associazione Wunderkammer, a partire da questa stagione, adotterà una politica plastic free nell’organizzazione di tutti gli eventi in programma.

«Si combatte sempre nella ricerca dei fondi, però, non è vero, Diego?»

«Purtroppo sì. Finora ce l’abbiamo fatta sempre e solo con le nostre forze, ma per la prima volta, quest’anno, la rassegna si apre al contributo dei privati con il progetto “Sostieni la cultura, adotta Wunderkammer“: ci rivolgiamo alle realtà del territorio che hanno a cuore la diffusione della cultura, la valorizzazione del nostro patrimonio artistico, lo sviluppo della creatività. Crediamo fortemente che sostenere questo progetto voglia dire essere identificati come motori dell’industria culturale del nostro territorio e quindi permettere a Wunderkammer di offrire spettacoli di livello sempre più alto, in luoghi sempre più affascinanti, con una struttura operativa sempre più efficiente.»

«E invece, il pubblico degli affezionati e i neofiti, cosa devono fare per sostenere Wunderkammer?»

«Possono rinnovare o sottoscrivere la WunderKarte: non un abbonamento ma una tessera di sostegno appunto, che dà il diritto a ricevere sconti sulla partecipazione ai singoli eventi, la possibilità di accedere a eventi gratuiti e riservati solo ai possessori della card, gadget dedicati ai compagni di viaggio più fedeli oltre a sconti in tutti gli esercizi convenzionati. La WunderKarte ha un costo di 50 € e ha validità di un anno a partire dal giorno della sottoscrizione. I primi due spettacoli riservati unicamente ai possessori della Wunderkarte saranno due eventi resi possibili dal sostegno ottenuto nell’ambito del progetto “Sostieni la cultura, adotta Wunderkammer”: il concerto di inaugurazione della stagione musicale nella cornice della cappella di Villa Doria D’Angri messa a disposizione dall’Università Parthenope grazie al contributo di Remy, una delle eccellenze storiche napoletane che quest’anno festeggia i cento anni come punto fermo della tradizione nel campo della gelateria, e il concerto del 28 febbraio 2020 che si terrà a Palazzo Zevallos Stigliano con il sostegno delle Gallerie d’Italia

Grazie a Diego Nuzzo per la sua tenacia, a Wunderkammer perché sa essere sempre più wunder anno dopo anno, e soprattutto grazie a tutti i sostenitori della cultura!

Luciana Pennino

Foto di Giancarlo de Luca