White rabbit red rabbit è un nuovo modo di fare teatro. E’ un misto tra l’impro-teatro e quello tradizionale.
Senza preparazione. Non c’è regia e non ci sono state prove. L’attore apre la busta sigillata che contiene il testo già
sul palco e ne legge il contenuto al pubblico.  la scenografia è essenziale: una sedia, un tavolo, una bottiglietta d’acqua, ed altre ‘props’ concesse dal copione. E’ il qui e ora nella sua massima espressione. Dopo il successo di Enrico Ianniello, Daniele Russo, Iaia Forte, Giovanni Esposito, sarà Giovanni Ludeno ad interpretarlo.
Il testo è un veicolo per l’autore iraniano e che vuole condividere una condizione attraverso parola e gioco con ironia, innescando una reazione a catena estremamente stimolante. Ci sono delle regole da rispettare, per chi accetta la sfida: chi decide di portarlo sulla scena non può averlo visto prima, deve arrivare sul palco scevro da ogni certezza, confrontare le sue paure e iniziare a giocare.
26 marzo 2018, Piccolo Bellini
WHITE RABBIT RED RABBIT
Coniglio Bianco Coniglio Rosso
di NASSIM SOLEIMANPOUR,
con GIOVANNI LUDENO