Per il ponte del primo era stato previsto il tutto esaurito a Napoli e così è stato. Le stanze di hotel e bed and breakfast hanno registrato il sold out per questo lungo weekend, e fiumane di turisti hanno invaso la città partenopea, le temperature quasi estive hanno naturalmente aiutato. Siti d’arte e centro storico, dai ‘Tribunali‘ a San Gregorio Armeno, hanno visto folle da record lo stesso per gli stabilimenti balneari riempiti sopratutto dai napoletani, a questo si aggiunge, a Fuorigrotta, la moltitudine dei fan del fumetto diretta al Comicon, la fiera in corso alla Mostra d’Oltremare. L’incremento generale sul fronte delle presenze è  del 3% rispetto già agli ottimi dati del 2017.  I musei in particolare  in questa domenica di ponte del Primo Maggio,  hanno fatto la parte del leone per quanto riguarda il numero di turisti. In cima alla classifica c’è  il Museo Archeologico MANN che ha raggiunto la cifra di 2.464 visitatori registrando però solo lo 0,65% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Notevole invece l’aumento di visite a Capodimonte, con il 60 per cento in più rispetto all’anno scorso: 1.455 visitatori risultato dovuto alle nuove iniziative che valorizzano museo e parco. San Martino pure cresce del 12 per cento, con 1.024 visite rispetto ai 913 dello scorso anno. A scalare la classifica tuttavia, è il museo privato della Cappella Sansevero, che, con oltre 4.000 biglietti e apertura prolungata fino alle 20,30 si colloca in cima tra i musei in assoluto più visitati di Napoli. Palazzo Reale con 1.417, ha visto un incremento di più del 50 per cento rispetto anno scorso, al secondo posto per la crescita dopo Capodimonte. 

Nell’ambito dei musei, una novità che riguarda il Mann, presentata dal responsabile di Coop Culture, Pino Codispoti, insieme al direttore del Museo archeologico nazionale, Paolo Giulierini, è  l’abbonamento annuale al Mann disponibile dal mese di giugno, che consentirà di usufruire di una serie di vantaggi. La card permetterà ingressi illimitati nel corso dell’anno, partecipazione e sconti su diversi eventi. Le riduzioni saranno applicate anche al bookshop e alla caffetteria che sta per aprire e l’ingresso sarà gratuito per un accompagnatore. “La card è uno strumento importante per entrare far parte della comunità del Mann. Divenire parte di una membership è una opportunità da non perdere perché si potrà visitare il museo tutto le volte che si vuole in maniera tale da approfondire la conoscenza del sito unico al mondo”.  Ha dichiarato Codispoti.  Sarà possibile anche visitare in un tour speciale i depositi dl Mann, accompagnati dal direttore. Verrà bandita inoltre una competizione che metterà in mostra i lavori di chi parteciperà, mentre una commissione sceglierà una delle opere proposte che resterà esposta in permanenza al museo.

Simona Casruso