Quello appena trascorso è stato un fine settimana di sangue, con diversi incidenti mortali sulle autostrade della nostra regione. Due le persone decedute lungo l’autostrada Salerno-Avellino, tra gli svincoli di Baronissi e Fisciano dove un’auto con a bordo sei persone, è sbandata all’uscita di una galleria schiantandosi contro il guardrail. Nell’impatto un 17enne è stato scaraventato fuori dall’abitacolo ed è morto sul colpo, mentre un suo coetaneo che viaggiava con lui risulta ferito gravemente. Ad assistere al terribile schianto una 60 enne a bordo di una vettura poco distante. La donna alla vista del cadavere del 17enne è stata colta da un malore. Inutili i tentativi di rianimarla da parte dei sanitari del 118, la 60 enne è morta poco dopo.

Altro sinistro mortale lungo l’Aurelia in direzione sud. A perdere la vita un medico campano molto conosciuto, Aniello Torziello di 53 anni a bordo della sua motocicletta. L’uomo risiedeva a Livorno, dove lavorava nel reparto malattie infettive. Molto conosciuto a Casal di Principe, si era laureato nella facoltà di medicina della Federico II di Napoli. Il medico da anni era attivo anche in politica, iscritto nell’Unione comunale del Pd di Livorno.