Accolti da canti napoletani, i partecipanti alla corsa competitiva di 15 km e i partecipanti alla passeggiata non competitiva di 3 km hanno iniziato una lunga giornata fatta di balli e canti a sostegno dell ricerca contro le malattie genetiche che Telethon porta avanti dal 1990 dietro richiesta di cittadini e malati di distrofia muscolare, ascoltati e sostenuti, tra gli altri, da Susanna Agnelli.

In piazza ci sono state postazioni della Asl Napoli 1 Centro, che raccolgono le prenotazioni per screening gratuiti per pap test, mammografie e per il cancro del colon retto. Tutto completamente gratuito, come gli esami che almeno due volte al mese la stessa Asl fa spostando un’equipe di medici e infermieri in diverse piazze della città. Ogni anno è dedicato a un tema, quest’anno sono stati effettuati controlli gratuiti dei valori lipidici del sangue, colesterolo in primis.

Un invito alla prevenzione viene anche da Maria Conte, presidente di Underforty Women Breast Care onlus, prima associazione in Europa per la prevenzione, diagnosi e cura del tumore al seno nelle giovani donne. Conte denuncia un certo fatalismo da parte di molte donne:

Sostenere Telethon vuol dire fare prevenzione su di sé e farlo in tempi utili. Con il progetto di prevenzione senologica InVita noi dell’Associazione Underforty ci muoviamo in tutta la Campania oltre che a Napoli, spingendoci anche in altre regioni italiana, Basilicata e Puglia ad esempio. In 6 anni abbiamo incontrato 30000 donne in 100 comuni e assieme ad alcune di loro abbiamo identificato per tempo un tumore al seno, e ora ne danno notizia. Telethon c’è , ma la prevenzione parte da ciascuno di noi

Sostegno a Telethon mediante una collaborazione attiva, fatta di partecipazione alla gara, anche da Antonio Fogliano e dalla sua Napoli Running, fresca di riconoscimento internazionale. Nata sei anni fa, conta oggi 7300 iscritti che si incontrano annualmente in occasione della “Napoli City Half Marathon e della Sorrento-Positano.

Da atleta e organizzatore di questi due eventi che sono il secondo evento del settore per importanza e affluenza in Italia, anche Antonio Fogliano parla di movimento come di un’opportunità educativa alla crescita libera e in cooperazione con l’altro.

La mezza maratona di Telethon è una gara di qualità, insegna a vivere il momento come attenzione verso di sé, prevenzione, è quindi un’opportunità di crescita che solo la gara dai mille colori di Telethon regala