Nel comune di poco più di 3 mila anime in provincia di Avellino, il virus aggredisce e non più solo tra gli ospiti della Rsa, dove si sono registrati 72 casi di positività  tra personale e degenti e un decesso. Per questo il primo cittadino, Nadia Manganaro, vieta agli anziani con più  di 70 anni di uscire di casa, se non per motivi di salute o di necessità  assoluta.

I familiari potranno rifornire queste persone di generi di prima necessita’ tenendosi a distanza – spiega il sindaco – Sicuramente questa ordinanza suscitera’ polemiche e molti nostri anziani non ne saranno contenti. Credo fortemente che in questo momento l’interesse primario sia quello di tutelare gli anziani e coloro che soffrono di gravi patologie“.

Intanto la Campania, classificata nel nuovo Dpcm zona arancione e salva dal mini lockdown, continua il braccio di ferro tra De Luca e il governo. Il presidente della Regione avrebbe voluto la zona rossa e comunque l’applicazione di norme nazionali non modulate territorialmente. Tradotto, significa che nella nostra regione sono previste una serie di restrizioni ma non assolute. Chiusura ristoranti, spostamenti limitati fra Comuni, chiusura di molte altre attività, blocco spostamenti fra regioni.