Voglia ‘e turnà . La città di chi parte, di chi torna e di chi ha voglia di restare è il titolo della manifestazione “Natale a Napoli 2019“, presentata a Palazzo san Giacomo dall’assessore alla Cultura e al Turismo, Eleonora de Majo. Fino al 6 gennaio, la città sarà in festa non solo per i residenti e i turisti, quanto soprattutto per i napoletani che sono dovuti andar via. A tal proposito, sono stati ricordati i numeri del Rapporto Svimez di quest’anno, nel quale si legge che dal duemila ad oggi ben due milioni di meridionali sono andati via dal Mezzogiorno. Per la prima volta i riflettori si accenderanno su questa “comunità nomade“, così da vivere il mese natalizio come “un’occasione collettiva di ricongiungimento“.

Di tutti i momenti di condivisione, uno dei più sentiti sarà “Bentornati a casa“, che si terrà domenica 22 dicembre al cinema Academy Astra in via Mezzocannone 109, con ingresso gratuito. 

Presentata e condotta dai ragazzi di Casa Surace, la serata vedrà avvicendarsi sul palco la madrina della manifestazione Teresa De Sio, le meravigliose Ebbanesis, la giovane rapper Leslie e molto altro. 

Il più grande, invece, sarà il festival “Sacro Sud-Anime salve 2.0“, una rassegna di dodici concerti, di cui Enzo Avitabile ha la direzione artistica. Accanto a questo, è in programma il “Festival internazionale del ‘700 musicale napoletano“, giunto alla ventesima edizione e diretto da maestro Enzo Amato.

Per il programma completo clicca qui