Quando si parla di liquidità s’intendono strettamente le somme immediatamente disponibili per essere spese, quindi i contanti e le giacenze di conto corrente.

Del CONTO CORRENTE parleremo poco. In particolare, segnalo solo che si pagano i bolli di stato che, per le persone fisiche, attualmente ammontano a 34,20 euro all’anno e che vengono prelevati trimestralmente solo se la giacenza media del conto supera i 5.000 euro.

Voglio invece porre l’attenzione sulla differenza tra banca tradizionale (quella fisica per intenderci) e banca on line.

SICUREZZA: non c’è nessuna differenza! si tratta ormai solo di transazioni elettroniche quindi entrambe le forme di banca sono attaccabili allo stesso modo informaticamente. Basta avere un buon antivirus e stare attenti ai codici.

COSTI E OPERATIVITA’: ovviamente i conti online costano di meno. È quasi tutto gratis e l’operatività grazie agli smartphone è sempre più facile.

Fino a qualche anno fa c’era su internet una marea di siti su cui confrontare le banche tradizionali e quelle on line per quello che riguarda i costi di tenuta del conto corrente.

Oggi prima di quello vi consiglio di fare attenzione alla solidità patrimoniale della banca. In questa tabella trovate la classifica che ha stilato “Altroconsumo”banche sicure altroconsumo

Per consultare gli altri articoli del corso di educazione finanziaria clicca qui