La visura ipotecaria, indicata anche come ‘visura ipocatastale‘ o ‘accertamento immobiliare’ è un atto di ricerca che si effettua presso l’Agenzia delle Entrate, rivolgendosi agli uffici provinciali con competenza sul territorio (ossia l’ex Agenzia del Territorio). Vediamo di seguito tutto quanto c’è da sapere in merito a questo tipo di accertamento.

A cosa serve una visura ipotecaria o ipocatastale

L’atto di visura catastale è, come detto, una ricerca; essa consente di accertare se un dato soggetto (una persona fisica o giuridica) sia intestatario di un bene immobile censito negli archivi del catasto. L’accertamento passa attraverso l’esame delle trascrizioni presenti nell’archivio catastale (la Conservatoria), siano esse a favore o contro il soggetto in questione. In aggiunta, la ricerca permette di scoprire se esistano gravami di vario genere (ipoteche o citazioni) a carico dell’eventuale intestatario del bene.

Per tanto, si tratta di un atto che può risultare particolarmente utile durante il processo di acquisto di un bene immobile; tramite la visura, infatti, l’acquirente può ottenere le necessarie garanzie prima di procedere alla formalizzazione degli accordi con la controparte.

Visura per soggetto o per immobile

L’ispezione può essere fatta in base a due parametri differenti, ossia per soggetto oppure per immobile.

Nel primo caso, la visura riporta i dati anagrafici dell’intestatario (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza e codice fiscale), l’elenco delle formalità, il tipo di trascrizione e il tipo di atto. Nel secondo, invece, nella visura sono trascritti tutti i dati catastali dell’immobile, ovvero il Comune in cui sorge l’immobile, foglio, particella ed altro; in aggiunta, anche in questo tipo di visura vengono riportate tutte le formalità e le informazioni relative al tipo di atto.

Come richiedere una visura ipotecaria

L’ispezione catastale, come detto, va richiesta presso gli uffici provinciali – Territorio dell’Agenzia delle Entrate; fanno eccezione le provincie autonome di Trento, Bolzano, Trieste e Gorizia dove viene utilizzato il sistema del catasto tavolare (o libro fondiario). In alternativa, è disponibile il servizio online accessibile tramite il portale ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, previa registrazione ai servizi relativi.

La visura da accesso alle formalità (o ‘note’) presenti nel registro; in particolare:

Trascrizioni; si tratta di atti di trasferimento o costituzione di diritti su beni immobili; rispetto al soggetto referenziato, possono essere ‘a favore’ (se questi è un acquirente) o ‘contro’ (se il soggetto è il venditore); come riferisce il sito dell’Agenzia delle Entrate, “mediante l’ispezione delle trascrizioni è possibile visionare anche quelle relative ad atti di costituzione di vincoli di vario genere (pignoramenti, sequestri, domande giudiziali)“.

Annotazioni: sono formalità che modificano il contenuto di atti precedenti (trascrizioni o annotazioni); sono esempi di annotazioni le cancellazioni delle ipoteche o dei finanziamenti;

Iscrizioni ovvero le formalità relative alla costituzione di ipoteche sugli immobili.

La procedura di ottenimento dell’ispezione catastale è piuttosto delicata, perché non è raro imbattersi in errori e incongruenze. Per questo la pratica andrebbe affidata ad un tecnico specializzato (il ‘visurista’) per essere certi che la procedura venga implementata nella maniera corretta. In alternativa, è possibile richiedere unavisura ipotecaria online, rivolgendosi a siti specializzati come Ivisura, che offrono anche servizi di consulenza e formati per l’ottenimento di numerosi pratiche burocratiche. Per chi invece volesse richiedere in prima persona un’ispezione catastale relativa ad un particolare bene immobile, è necessario presentare presso un uno sportello dell’ufficio provinciale del Territorio il modello 310.

Per quanto riguarda i costi, la procedura telematica effettuata per mezzo del sito dell’Agenzia delle Entrate impone il pagamento dei tributi catastali speciali mentre se ci rivolge ad un portale specializzato nell’erogazione di questo genere di servizi i costi variano a seconda delle tariffe applicate dal singolo operatore (e in genere comprendono i costi di ricerca e invio dei dati richiesti).


A proposito dell'autore

Post correlati