Sabato 8 agosto – ore 18:15 

Da Corso vittorio Emanuele alla Pignasecca tra panorami, leggende ed arte

Una passeggiata tutta in discesa, tra vicoli, palazzi nobiliari e scorci unici che da Corso Vittorio Emanuele, tra le discese ed i gradini di salita Sant’Antonio ai Monti, luogo poco noto che conserva ancora il fascino dei vicoli non toccati dal turismo, ci condurrà alla Pignasecca, storico e vivace mercato che conserva segreti tra chiese e palazzi. Sapevate per esempio che il nome Pignasecca deriva da una leggenda legata alle gazze ladre? E che nella chiesa carmelitana di Santa Maria di Montesanto, tappa del
percorso, è sepolto Alessandro Scarlatti? Proseguiremo attraverso le strade e le leggende del quartiere fino ad arrivare a Palazzo Mastelloni e Palazzo Trabucco, splendide architetture napoletane adiacenti piazza Carità, dove si concluderà l’itinerario.

Programma:

ore 18:15 – appuntamento uscita fermata funicolare “Corso Vittorio Emanuele” (Funicolare di Montesanto), Napoli

Durata 2 ore circa

E’ obbligatorio l’uso della mascherina; il gruppo sarà ridotto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale. Si raccomanda ai partecipanti di tenere almeno 1 mt. di distanza reciproca lungo il percorso.

Info e prenotazioni 3922863436 – cultura@sirecoop.it


Domenica 9 Agosto – ore 10:45

Meraviglie di arte e fede: visita al complesso delle basiliche paleocristiane di Cimitile

Una interessante visita che riguarderà il Complesso Basilicale paleocristiano di Cimitile, eccezionale esempio di arte e fede e fondamentale testimonianza nella storia della cristianità occidentale. Il complesso comprende diversi edifici fra chiese e resti di basiliche, spesso decorate con mosaici e affreschi, ed è un importantissimo monumento di arte paleocristiana, una dei maggiori in Europa. Dopo le difficili operazioni di scavo e i notevoli lavori di restauro, è possibile oggi intuire la complessa stratificazione dalla basilica di S. Felice in Pincis, comprendente quel che resta della basilica originaria a due navate, alla quale Paolino addossò, perpendicolarmente, un nuovo edificio di culto, a tre navate, ampliando altresì la tomba del Santo e cingendola di un’edicola a pianta
quadrata, decorata da mosaici. Si aggiunsero in seguito la Basilica di San Gaulonio e la chiesetta dei Santi Martiri, interamente affrescata e costruita con i materiali di risulta della preesistente necropoli romana. Quindi, dal VI sec. d.C. in poi, furono aggiunte al complesso le basiliche dei Santi Stefano e Lorenzo, dei Santi Giovanni Battista ed
Evangelista, di San Tommaso e la basilica medievale della Santa Vergine. Attualmente è parte del complesso archeologico delle basiliche anche l’Antiquarium dove si conservano epigrafi romane, un sarcofago romano
riutilizzato nel V-VI sec. d.C., marmi riutilizzati, numerosi reperti ceramici, tra cui vasi e lucerne.

Programma:

ore 10:45 – Raduno partecipanti presso l’ingresso del Complesso basilicale in via Madonelle, Cimitile

Ore 12:30 – Fine della visita guidata

Come arrivare:

– Per chi viaggia in treno, la stazione è quella di Cimitile (Ferrovia Circumvesuviana, linea Napoli-Baiano) e dista circa 10 minuti dal luogo dell’appuntamento. Partenza da Napoli piazza Garibaldi ore 9:20.

– Chi arriva a Cimitile in automobile, può servirsi del raccordo
autostradale Napoli-Salerno; dopo 700 m, superare il cartello Pomigliano d’Arco e proseguire lungo l’autostrada E842-A16 per 16,6 km; superare il cartello Nola-Caserta, girare a destra e proseguire per l’autostrada A30 per 1,5 km; superare il cartello Nola, girare a destra e proseguire per la SS 7 bis Variante per 524 m; proseguire lungo la via Nazionale delle Puglie per 504 m, quindi per la SS 7 bis per 2 km
e girare a sinistra; seguire via Tanzillo per 109 m, girare a destra per via Colombo per 58 m, svoltare infine a sinistra proseguendo per via Cisterna per 65 m.

E’ obbligatorio l’uso della mascherina; il gruppo sarà ridotto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale. Si raccomanda ai partecipanti di tenere almeno 1mt. di distanza reciproca lungo il percorso.

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.itwww.sirecoop.it


Passeggiate estive in Irpinia, il 9 agosto si comincia a Savignano Irpino 

Primo appuntamento, in uno dei Borghi più Belli d’Italia, per il progetto I Cammini della Via Francigena del Sud”, promosso dai comuni delle valli del Miscano e del Cervaro.

Torna, per l’edizione 2020, il progetto “I Cammini della Via Francigena del Sud” che quest’anno vede partecipare insieme i comuni di Casalbore, capofila dell’iniziativa, Greci e Savignano Irpino. Sarà proprio quest’ultimo comune, inserto nel circuito de “I Borghi più belli d’Italia” dare il via agli appuntamenti in programma con la prima tappa che si terrà domenica 9 agosto. Si comincia la mattina, aprire dalle ore 10,00, con un’escursione guidata di trekking urbano alla scoperta delle meraviglie custodite dall’antico borgo in provincia di Avellino. Il punto di raduno e accoglienza dei partecipanti sarà allestito presso la Fontana Angelica, simbolo del centro storico. La passeggiata si concluderà al Castello Guevara, che domina dall’alto della cosiddetta “Tombola” la Valle del Cervaro, dove sarà possibile partecipare ad uno speciale laboratorio dedicato alla lavorazione a mano della pasta. La giornata si concluderà, alle ore 21,30, in Piazza Umberto I con lo spettacolo teatrale di rievocazione storica a cura della compagnia SulReale “Il giovane Padre Pio”. Infine, vi sarà la possibilità di pranzare presso strutture convenzionate. Il medesimo format si ripeterà ni successivi appuntamenti a Greci e Casalbore, con variazioni per quanto concerne i laboratori e gli spettacoli che saranno dedicati, ovviamente, alle peculiarità locali.

Per info e prenotazioni

e-mail: info@icamminidellaviafrancigena.it

Mob:3770481106