​​L’Associazione Napoli inVita. Persone Idee Opere per lo sviluppo sociale della Città propone sabato 29 maggio un’insolita visita guidata resa indimenticabile dall’intreccio di sport, natura, architettura e panorami mozzafiato.

“Alla scoperta del Limpiano” è un percorso di trekking urbano rivolto agli amanti del turismo responsabile; un nuovo modo di fare turismo, lontano dai circuiti più conosciuti e visitati delle città.

Il percorso si snoda attraverso l’antica zona del Limpiano, scalando gli ombrosi vicoli aggrappati alla collina del Vomero, per poi ridiscendere verso il centro storico seguendo il tracciato dell’antica strada dei Cacciottoli, un tempo percorsa a dorso di mulo dai contadini.

Un viaggio sulle tracce di una Napoli che fu rurale, appena fuori le porte della città antica, tra monasteri oggi restituiti alla cittadinanza e strade di collegamento tra “mondi” che ancora oggi appaiono diversi, una realtà sospesa tra un passato che sembra irreale e l’espansione edilizia del Novecento.

La visita è inserita nella programmazione della XXVII edizione del Maggio dei Monumenti 2021, promossa dall’Assessorato all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. 

La visita ha una durata di circa 3 ore ed è disponibile anche in lingua ingleseLa partenza di ciascuna visita è prevista alle ore 10 da Piazza Dante.

La tariffa è di €8,00 a persona, gratis per i ragazzi fino a 18 anniPrenotazione obbligatoria telefonando ai numeri 333/7384301 (Lavinia) 339/8347844 (Roberta) o scrivendo a napolinvita@libero.it.

Sito web: www.napolinvita.com

FB: Associazione Napoli inVita



Sabato 29 Maggio 2021 ore 10.00

Racconti di Bellezza, passeggiata al Real Bosco di Capodimonte 

Una visita a due voci tra storia, arte e botanica a cura di Salvatore Terrano, botanico e Martina Tramontano, storica dell’arte. 

Il Real Bosco di Capodimonte è uno scrigno di storia e natura unico nel suo genere, un luogo d’arte con ben 400 specie vegetali distribuite in differenti habitat che ospitano svariate specie di uccelli e piccoli mammiferi, un perfetto esempio di biodiversità al centro di una grande area metropolitana come quella di Napoli. Per conoscere le sue origini storiche e la sua ricchissima complessità botanica, il Museo e Real Bosco di Capodimonte propone per sabato 29 maggio alle ore 10.00 una speciale visita guidata a due voci con la storica dell’arte Martina Tramontano e il botanico Salvatore Terrano. L’iniziativa è realizzata
in collaborazione con l’Associazione Amici di Capodimonte Ets e Euphorbia, che mettono a disposizione loro risorse e competenze per un
itineriario multidisciplinare che mette insieme storia, arte e botanica.

Il percorso comincia sul Belvedere, la cui vista panoramica abbraccia la collina di San Martino e il golfo di Napoli fino a Punta Campanella e
Capri. Prosegue poi nelle aree antistanti la Reggia, a ovest con lo Spianato, un tempo usato per pascolo e agricoltura e il Giardino anglo-cinese, primo a Napoli riservato al collezionismo di rarità botaniche, dove si trovano la Palazzina dei Principi e l’antica Stufa
dei fiori. Attraversando il Giardino si arriva all’Emiciclo di Porta di Mezzo, in cui si possono ammirare le splendide statue che introducono la prospettiva sui sette viali del giardino tardo-barocco, delineato dal
Settecento per assoggettare il Real Sito alle esigenze di caccia del re Carlo di Borbone. Percorrendo il viale delle Porcellane, la visita prosegue nelle ampie praterie, tra gli alberi monumentali del giardino
paesaggistico-pastorale ottocentesco voluto da Ferdinando II. Qui, nel Settecento, erano situati la Real Fabbrica delle Porcellane e i giardini produttivi, una vera comunità agricola auto-sostenibile di cui c’è
traccia negli edifici del Bosco: la Chiesa di San Gennaro, il Cellaio, la Capraia e la Fagianeria. Si raggiunge quindi la Fontana di Mezzo, così denominata per la sua posizione centrale rispetto al Real Bosco e, proseguendo, si arriva alla Vaccheria, dove si collezionavano bovini europei per la produzione di latte e derivati destinati alla mensa
reale. A ridosso dell’edificio rurale si apre la visuale sulle praterie a secco dove è possibile ammirare la biodiversità floristica e alberi esotici. Ci si reimmette sul viale centrale, costeggiando il Fabbricato San Gennaro, fino a giungere alla statua monumentale, nota come “Il Gigante”, ideale conclusione prospettica del viale e dell’itinerario.

percorso a piedi

difficoltà: media

durata visita: 2h 45’ ca.

Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria
entro giovedì 27 maggio: info@amicidicapodimonte.org

Luogo di incontro: Fontana del Belvedere ore 10.00 (non potranno partecipare persone non prenotate)

La visita si svolgerà con un numero massimo di 30 partecipanti, nel rispetto delle normative anti Covid-19, assicurando il distanziamento tra le persone e l’uso corretto delle mascherine. Si consiglia l’uso di scarpe comode per la passeggiata.


Arte, musica, cultura e molto altro: dopo anni di assenza ritorna il Maggio dei Monumenti al Petraio, grazie alla collaborazione tra numerose

associazioni di promozione sociale.

L’appuntamento è per i giorni 28, 29 e 30 maggio lungo tutta la suggestiva area del Petraio, a partire dall’imbocco delle scale da Via Luigia Sanfelice, fino alle Scale del Petraio, passando per il panoramico Largo del Petraio, cuore pulsante di una tre giorni ricca di iniziative ed appuntamenti. Dal pomeriggio di venerdì 28 l’evento partirà con le prime attività, per poi continuare nei giorni di sabato 29 maggio e domenica 30 maggio dalla mattina fino alle ore 21:00.

Patrocinato dal Comune di Napoli, l’evento “Maggio al Petraio” vedrà numerose attività tra cui visite turistiche guidate, workshop artistici, rappresentazioni danzanti, esibizioni musicali e molto altro
ancora, con l’obiettivo di divulgare le ricchezze paesaggistiche e culturali del Petraio. Inoltre, il Comitato del Petraio, organizzatore dell’evento, desidera sensibilizzare la popolazione sulle tematiche
ambientali e di conservazione del patrimonio artistico e culturale, grazie anche alla partecipazione di numerosi artisti  e musicisti locali.

Le esibizioni musicali, invece, andranno da cori di musica tradizionale a gruppi musicali, grazie anche alla partecipazione di molti artisti di strada, volendo l’evento presentare al pubblico nuove proposte ed

artisti affermati tra cui: Luca Luciano ,Tune Up, QuiOra, ASmileFromGodzilla, Rosario Tedesco, Summani, Kya, Vale Nirvana, Carla
Fucci, Alex Romano, Il Sentiero dell’Anaconda, Gabriele Manzo, Capatosta & Pitwine, Mik3, Nea Suit Quartet, Asia e molti altri.

Per tutte le informazioni e per rimanere aggiornati sull’iniziativa è possibile consultare l’evento Facebook “Maggio al Petraio” oppure seguire l’account Comitato Petraio sui social:

https://www.facebook.com/events/1902678593218878


Sabato 29 maggio ore 16:45

Dalla chiesa dei Miracoli al Paradisello

Un pomeriggio in compagnia della cooperativa Sire per conoscere una zona urbana di Napoli, a monte dell’attuale via Foria, dove si costruirono,
nei secoli XVI e XVII, diversi complessi monastici, tra i quali quello di Santa Maria dei Miracoli, che diede nome a tutto il quartiere.

La chiesa e l’annesso convento vennero fondati nel 1616 dai padri Riformati Conventuali di San Lorenzo e, successivamente, nel 1660 fu acquistato dai Governatori del palazzo del Pio Monte per fondare un
educandato femminile e per comprare altri immobili e giardini della zona per ampliare il complesso. Nel 1790, la facciata venne risistemata, mentre l’interno, a croce latina con navata unica e cappelle laterali,
conserva numerose decorazioni di Giovan Domenico Vinaccia mentre tra i dipinti numerose sono le opere di Andrea Malinconico e Luca Giordano.

Percorreremo poi il tratto parallelo a via Foria che collega la zone dei Miracoli con il Paradisiello che, attraverso 150 gradini che si inerpicano tra antichi palazzi nobiliari, orti e giardini, conduce in un
piccolo borgo fuori dal tempo, presso il quale si gode di un bellissimo (paradisiaco) panorama sulla città di Napoli!

Programma
Appuntamento ore 16:45 a porta San Gennaro – piazza Cavour

Durata 2 ore circa

Contributo organizzativo euro 10,00 (comprensivo di auricolari)

N.B. Prenotazione  obbligatoria via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero
di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo
partecipanti.

E’ obbligatorio l’uso della mascherina; il gruppo sarà ridotto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale. Si raccomanda ai partecipanti di tenere almeno 1 mt. di distanza reciproca lungo il percorso.

Info e prenotazioni 3922863436 – tura@sirecoop.it


Domenica 30 maggio – ore 10:15

I Gladiatori al MANN

La Cooperativa SIRE vi invita alla scoperta della mostra I Gladiatori. L’esposizione, allestita nel Salone della Meridiana, raccoglie circa centosessanta opere che permettono di entrare nel mondo dei gladiatori,
per scoprirne nascita ed evoluzione, quali erano le loro armi, la loro popolarità e la loro alimentazione, come si svolgeva la loro vita e quanto questi personaggi hanno influenzato la decorazione degli oggetti di vita quotidiana nei tempi antichi o hanno ispirato il mondo letterario, artistico e cinematografico in quello contemporaneo. Fulcro della mostra sono sicuramente le armi, quasi cinquanta esemplari
appartenenti al MANN, ma degni di nota sono anche i reperti che permettono approfondimenti sulle venationes (i combattimenti con e tra
animali), sulle differenze dei più celebri anfiteatri della Campania, sugli scheletri provenienti da York e sulle scene di lotta tra gladiatori del Mosaico Pavimentale di Augusta Raurica, vicino Basilea.

Programma
Appuntamento ore 10:15 sotto il porticato di fronte all’ingresso del Museo Archeologico Nazionale.
Durata 2 ore circa

Contributo organizzativo euro 10,00 (comprensivo di auricolari) escluso biglietto di ingresso : euro 10,00 (per scontistica e gratuità sul biglietto di ingresso consultare il sito ufficiale del Museo:
https://www.museoarcheologiconapoli.it/it/biglietti-ed-info/orari-e-tariffe/

N.B. Prenotazione obbligatoria via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero
di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo
partecipanti. E’ obbligatorio l’uso della mascherina; il gruppo sarà ridotto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale. Si raccomanda ai partecipanti di tenere almeno 1 mt. di distanza reciproca lungo il percorso.

Info e prenotazioni 3922863436 – cu ltura@sirecoop.it 


Domenica 30 maggio – ore 10:15

Passeggiata nel mito tra lucciole e storia sul lago D’Averno

L’Associazione Natura SottoSopra e la Cooperativa Sire Coop vi invitano a trascorrere una serata tra archeologia, mito e natura lungo le sponde del Lago d’Averno, alla scoperta della sua storia, della sua flora e fauna. Il nome Averno significa, dal greco, privo di uccelli. Anticamente, infatti, le esalazioni tossiche, di origine vulcanica, impedivano agli animali di sorvolare lo specchio d’acqua, alimentando la leggenda che
qui fosse collocata la Porta degli Inferi. In questo luogo intriso di mito e storia dimorava, secondo Virgilio, un’antico culto oracolare, quello della Sibilla; fu, inoltre, in età romana parte dell’enorme complesso militare del Portus Iulis. Ammireremo anche resti del cosiddetto Tempio di Apollo – in realtà un
grande complesso termale di età imperiale. L’Averno è l’unico lago di origine interamente vulcanica, formatosi circa 4000 anni fa, e oggi la sua avifauna si presenta ricca e variegato. La passeggiata sarà ancora più suggestiva grazie alla presenza delle
lucciole, insetti che di notte si illuminano e ci indicheranno il percorso da seguire.

I nostri esperti vi guideranno alla scoperta delle caratteristiche peculiari delle diverse specie tipiche della macchia mediterranea che crescono lungo le sponde del lago e dei miti che hanno avvolto la storia
del lago.

Lunghezza: 3 km
Dislivello: 0 m Difficoltà: T (Turistica).

Programma
19:30 Appuntamento nei pressi del ristorante Caronte, su via Lago d’Averno lato destro – Pozzuoli.
Durata due ore circa

N. B. si consiglia di parcheggiare all’inizio di via lungo lago (uscita tangenziale Pozzuoli-Arcofelice)

Contributo organizzativo comprensiva di una guida turistica e una guida escursionistica (iscritta AssoGuide):
– 12,00 € a persona
– 7,00 € per i ragazzi tra 7 e 15 anni
– gratuito < 6 anni.

N.B. Prenotazione  obbligatoria via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero
di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo
partecipanti. E’ obbligatorio l’uso della mascherina; il gruppo sarà ridotto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale. Si raccomanda ai partecipanti di tenere almeno 1 mt. di distanza reciproca lungo il percorso.

Si consiglia di indossare scarpe comode.
Inoltre, si ricorda che per poter vedere le lucciole e’ necessario stare al buio quindi non e’ consentito portare le torce o usare i cellulari,
il percorso permette di camminare senza pericoli sfruttando le luci dell’ambiente che ci circonda.
La presenza delle lucciole varia in base alle condizioni climatiche non sempre prevedibili, l’organizzazione non si assume la responsabilità per un mancato o scarso incontro con le lucciole.

Info e prenotazioni
Cooperativa SIRE 392 2863436 – cultura@sirecoop.it
Natura Sottosopra 3337750417 – info@naturasottosopra.it