Venerdì 19 febbraio – ore 17:00

Gli etruschi al MANN 

L’esposizione, composta da seicento reperti, molti dei quali visibili la prima volta, abbraccia un arco temporale che va dal X al IV secolo a. C. e permette di ricostruire la storia di questa popolazione ed il loro sviluppo nel tempo. Le due sezioni di cui si compone la mostra permettono sia di approfondire la presenza etrusca nel Mezzogiorno sia di mostrare materiali acquisiti dal Museo sul mercato collezionistico, di provenienza etrusco-italica.

Ad arricchire l’esposizione napoletana, infine, uno straordinario gruppo di materiali dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia: si tratta dell’intero corredo della celeberrima Tomba Bernardini da Palestrina (675-650 a.C.), sepoltura tra le più ricche e famose che il mondo antico ci abbia restituito. La visita proseguirà alla scoperta dei pezzi più importanti della Collezione Farnese, nucleo originario del Museo.

Appuntamento ore 17:00 sotto il porticato di fronte all’ingresso del Museo Archeologico Nazionale.

Durata 2 ore circa

Contributo organizzativo euro 10,00  (incluso di auricolari) escluso biglietto di ingresso : euro 10,00 (per scontistica e gratuità sul biglietto di ingresso consultare il sito ufficiale del Museo:
https://www.museoarcheologiconapoli.it/it/biglietti-ed-info/orari-e-tariffe/ )

E’ obbligatorio l’uso della mascherina; il gruppo sarà ridotto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale. Si raccomanda ai partecipanti di tenere almeno 1 mt. di distanza reciproca lungo il percorso.

Info e prenotazioni 3922863436 – cultura@sirecoop.it


Sabato 20 febbraio – ore 10:00

Passeggiando tra natura e mito verso il faro di Capo Miseno

La Cooperativa SIRE e l’Associazione Natura Sottosopra propongono un nuovo percorso tra natura e mito. Punta estrema della caldera dei Campi Flegrei, Capo Miseno rappresenta un antico edificio vulcanico adesso ricco di vegetazione, dai terrazzamenti coltivati a vigneto e frutteto
si passa al fitto bosco e alla macchia mediterranea. Diffuso è
l’asfodelo, anticamente i greci usavano piantare gli asfodeli sulle tombe, considerando i prati di asfodelo il soggiorno dei morti. Dalla spiaggia di Miseno si percorrono le stradine della frazione fino all’inizio del tunnel che porta al faro, da qui si risale sulla destra dove si incontra il sentiero lastricato di blocchi di tufo che ci porta in cima a circa 150 m. Proseguendo il sentiero diventa panoramico affacciandosi prima verso la spiaggia di Miseno e poi verso il Golfo di Pozzuoli. Lungo il percorso di ritorno si passa davanti la Chiesa di San Sossio e il Sacello degli Augustali.

Attrezzatura consigliata: macchina fotografica, vestirsi a strati,
scarponcini da trekking o con suola non liscia, acqua.

Lunghezza: 3 km
Dislivello: 150 m
Difficoltà: T (Turistica).
L’escursione non presenta grosse difficoltà tecniche sia per il
dislivello che per la lunghezza del tratto da percorrere.

Programma
10:00 Appuntamento nei pressi del bar Chalet Miseno, via Dragonara 1
13:00 Conclusione delle attività

 E’ obbligatorio l’uso della mascherina; il gruppo sarà ridotto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale. Si raccomanda ai partecipanti di tenere almeno 1 mt. di distanza reciproca lungo il percorso.

Info e prenotazioni 3922863436 – cultura@sirecoop.itNatura Sottosopra 333 7750417 / info@naturasottosopra.it


Domenica 21 febbraio – ore 10:30

Napoli fuori le mura: da Materdei alla Stella

Una mattina alla scoperta di due zone poco note di Napoli nate come borghi fuori le mura della città, molto interessanti dal punto di vista artistico ed urbanistico. Partiremo dal rione Materdei e dalle sue bellezza antiche e contemporanee, come i suoi palazzi, l’antica guglia dell’Immacolata ed il murales Partenope dell’argentino Bosoletti. La visita proseguirà poi, attraverso via Santa Teresa degli Scalzi, nel quartiere Stella, dove scopriremo la storia di palazzi nobiliari, dove
furono ospitati illustri personaggi della letteratura e dell’arte,
vicoli e opere di street art. L’itinerario si concluderà infatti a
pochi passi da piazza Cavour, presso il grande e recente murale di Antonio Cotecchia dedicato a Massimo Troisi ed Eduardo de Filippo.

Programma

Appuntamento 10:30 presso la stazione metro di Materdei, vicino alla piramide in vetro

Durata 2 ore circa

 E’ obbligatorio l’uso della mascherina; il gruppo sarà ridotto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale. Si raccomanda ai partecipanti di tenere almeno 1 mt. di distanza reciproca lungo il percorso.

Info e prenotazioni 3922863436 – cultura@sirecoop.it


Insolitaguida  Napoli

Il cimitero di Poggioreale: museo a cielo aperto

Domenica 21 febbraio 2021 ore 10:30

Lungi dall’essere un luogo cupo e macabro, il Cimitero Monumentale di Poggioreale vi si offre in tutto il suo fascino e in un’inaudita ricchezza di statue, storie e aneddoti curiosi.
Attraverso un percorso narrato, imponenti mausolei, monumenti, cappelle private e tombe si susseguono l’una dopo l’altra offrendo al visitatore un’impressione di piacevole disordine interrotto a tratti dal verde dei cipressi e delle palme che sorgono rigogliosi tra i monumenti. Il Cimitero di Poggioreale si avvia a essere considerato quale imprescindibile museo all’aria aperta dell’architettura e della scultura; affianco alle tombe di illustri personaggi quali Benedetto Croce, Salvatore Di Giacomo, Carlo Pisacane, Saverio Mercadante, Raffaele Viviani, Eduardo Scarpetta trovano posto monumenti realizzati dai più importanti scultori napoletani dell’Ottocento e del primo Novecento. Poggioreale offre un vasto repertorio di stili, di scuole che si sovrappongono e si succedono; dal neoclassico e il neogotico iniziale, attraverso una parentesi “eclettica” di neoegiziano, neobizantino, si arriva all’esperienza liberty per poi confermare le forme classiche e gotiche. Passeggiando per i viali, pertanto, si possono ripercorrere le plurime transizioni dei linguaggi e le varie mutazioni del gusto che ne hanno accompagnato le vicende.
Ogni scultura vi svelerà segreti di arte e di vite passate, e non
mancheranno riferimenti a fatti e persone che per i motivi più svariati sono entrati nell’olimpo delle leggende napoletane: a titolo di esempio basta ricordare la storia di Don Raffè, anima protettrice dei commercianti d’oro, sulla cui tomba gli orafi in difficoltà pregano e porgono fiori in auspicio di una ripresa economica. Il tour, che si svolgerà in piccoli gruppi e nel massimo rispetto della normativa anti-COVID vigente, prevede un contributo di partecipazione e va prenotato chiamando lo 081 1925 6964 oppure il 3389652288, scrivendo una mail a info@insolitaguida.it o tramite il sito web www.insolitaguida.it, dove è possibile reperire ulteriori informazioni sull’associazione. 

Da segnalare che la stessa associazione nello stesso week-end propone un’altra passeggiata narrata molto interessante: sabato 20 Febbraio ore 16:30 le insolite vi guideranno lungo la discesa del Petraio, tra panorama e stile liberty!

Tel 081 1925 6964 – Cell 338 965 22 88 

Web www.insolitaguida.it – Mail info@insolitaguida.it


Eruzioni vesuviane | un viaggio virtuale a Pompei e a Ercolano

Domenica  21 febbraio  – 17:30

Tour individuale | Durata 90 minuti | Costo 8€

Un viaggio nelle antiche città di Pompei e Ercolano, attraverso una visita guidata interattiva, con ricostruzioni in computer grafica, filmati e un documentario sull’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. I visitatori digitali conosceranno l’organizzazione e la vita quotidiana delle città romane del Vesuviano, attraverso la visione delle ricostruzioni dei luoghi in cui si svolgevano le attività di un antico cittadino ercolanese o pompeiano lungo l’arco di una giornata, con la possibilità di porre domande e chiedere approfondimenti, seguendo la voce narrante e interagendo con un operatore che supporterà la visita in ogni momento.

Acquista il tour online 

Il MAV per la scuola

Vuoi organizzare una gita ma le attuali restrizioni imposte dalla pandemia non ti consentono di spostarti come vorresti? Il 2020 ha portato una serie di restrizioni che hanno cambiato il nostro modo di vivere. Stare insieme in classe o ancora di più, attendere con ansia il viaggio d’istruzione, sono al momento un ricordo. Per questo motivo, e su richiesta di alcuni docenti, abbiamo messo a punto un nuovo percorso che consentirà di poter sperimentare una nuova modalità di fruizione interamente digitale dei contenuti e delle installazioni del MAV. Un Virtual Tour con una guida che entrerà in diretta streaming nella tua classe con filmati, immagini, ricostruzioni virtuali per un viaggio nelle antiche città di Ercolano e Pompei.

Organizza il tuo tour online su misura. Per informazioni e approfondimenti

www.museomav.it/virtualtour 

oppure inviare una mail all’indirizzo:

prenotazioni@museomav.it

oppure telefonare o inviare un whatsapp al n.
+39 327-6399019