DOMENICA 27 OTTOBRE – ORE 10:30 

IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANTA MARIA LA NOVA, L’ARTE RINASCIMENTALE… E IL MISTERO DELLA TOMBA DI DRACULA 

La visita guidata al Complesso di Santa Maria la Nova, nel centro storico di Napoli, ci condurrà alla scoperta dell’antico convento che ospita al suo interno notevoli opere dei piu’ celebri artisti della Napoli di fine Cinquecento e inizio Seicento. La chiesa, detta la Nova per distinguerla da quella che un tempo sorgeva nel luogo dove venne poi edificato Castel Nuovo, venne fondata in stile gotico dai Frati Minori nell’ultimo quarto del Duecento sul terreno donato loro da Carlo I d’Angio’ nel 1279 e fu completamente rifatta a partire dal 1596. Da segnalare, tra le innumerevoli bellezze artistiche racchiuse nella chiesa, vi è sicuramente lo splendido soffitto a cassettoni in legno dorato, nel quale sono incassate quarantasei tavole dipinte, fra il 1598 e il 1603, dai più importanti artisti napoletani dell’epoca, vera e propria antologia della pittura napoletana prima di Caravaggio. Dell’antico complesso conventuale visiteremo inoltre il chiostro di San Giacomo, che presenta volte affrescate e numerosi monumenti funerari lungo le pareti. In particolare, il chiostro piccolo è collegata alla recente ricerca avviata su una tomba nella quale studiosi internazionali sostengono che sia sepolto il conte Dracula. La vicenda ha già attirato un enorme numero di visitatori a caccia della tomba del conte. 

PROGRAMMA

10:30 Raduno partecipanti presso largo Santa Maria La Nova, Napoli

12:30 Fine della visita guidata

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


DOMENICA 27 OTTOBRE – ORE 10:45

AVELLA CITTA’ D’ARTEANFITEATRO, MONUMENTI FUNERARI, CENTRO STORICO

La Cooperativa SIRE propone una visita guidata realizzata in collaborazione con Avellarte alla scoperta dell’antica Abella. Nell’antichità il territorio di Abella si identificava con l’attuale mandamento di Baiano e confinava con il territorio di Nola. Nel V secolo a.C. le popolazioni sannitiche posero fine all’egemonia etrusca e in seguito alle guerre sannitiche, Nola, Nucera e Abella entrarono nell’alleanza romana. La città rivestiva una grande importanza commerciale a causa della posizione strategica sulla via che collegava – e collega ancora oggi – la pianura campana con il Sannio Irpino. Tale importanza diminuì con la fine dell’Impero romano, riprendendo lentamente con il consolidarsi della potenza normanna quando le popolazioni tornarono a ripopolare il territorio. La visita riguarderà l’Anfiteatro, del I secolo a.C. – l’opera architettonica di epoca romana più importante della città – e i monumenti funerari, con l’aggiunta di una passeggiata nel centro storico lungo il decumano maximus e la visita al giardino Palazzo Baronale e chiostro del Convento Francescano.

PROGRAMMA

10:45 Appuntamento  all’ingresso dell’Anfiteatro di Avella, in Via Anfiteatro

Durata della visita: due ore circa

COME RAGGIUNGERE IL LUOGO DELL’APPUNTAMENTO

IN AUTO Avella è raggiungibile percorrendo l’autostrada  Napoli – Bari direzione Bari, uscita Baiano seguire le indicazioni per Avella – Via Anfiteatro.

E’ possibile parcheggiare in Via Anfiteatro.

IN CIRCUMVESUVIANA Treno per Baiano delle 9:20 (da Piazza Garibaldi), Fermata “Avella”. Arrivo alle 10:18

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


Domenica 27 ottobre 2019 alle ore 10.00

Punto di incontro alle ore 10.00 dalla Stazione Metropolitana di Materdei. Visita teatralizzata per adulti e famiglie con bambini di età superiore agli 8 anni.

En Kai PanArtes – Restauro e servizi per l’arte e Associazione Teatrale Aisthesis presentano un nuovo itinerario teatralizzato al Cimitero delle Fontanelle uno dei luoghi più misteriosi e suggestivi della città di Napoli, attraverso le storie che popolano questo luogo e attraverso le parole de “Il convitato di pietra” di Andrea Perrucci, rivisitazione settecentesca e ambientata a Napoli del mito di Don Giovanni. Il percorso sarà guidato dalla guida abilitata Teresa Peluso, coop. Artes, e partirà alle 10.00 dall’uscita della stazione di Materdei della Metropolitana Linea 1, per poi proseguire lungo via Fontanelle e all’interno del cimitero. La visita teatralizzata è adatta ad adulti e famiglie con bambini di età superiore agli 8 anni. I partecipanti saranno coinvolti in un percorso di esplorazione del sito, durante il quale, all’improvviso, compariranno i personaggi della commedia, riportando in vita Don Giovanni, il suo servo Pulcinella e il terribile convitato di pietra. In scena gli attori dell’Associazione Teatrale Aisthesis: Luca Gatta (regista, attore e pedagogo), Giuseppe Fedele (attore) e Luca Lombardi (attore).

Il cimitero delle Fontanelle è un sito unico al mondo, un ex-ossario che si estende per circa 3000 metri quadri in una cava di tufo nel cuore del quartiere della Sanità e sotto la collina di Materdei. L’ossario contiene un numero imprecisato di crani e ossa umane (di sicuro più di 40.000) ed è diviso in diverse navate, come una maestosa cattedrale di tufo e ossa, a ciascuna delle quali sono legate storie e leggende cittadine. Grazie, infatti, alla persistenza per molti secoli del culto delle “anime pezzentelle”(le anime del Purgatorio) e dell’usanza dell’adozione delle capuzzelle, il luogo è stato sempre molto visitato dai fedeli e nei secoli molte storie sono state tramandate, concentrandosi soprattutto su alcuni teschi, diventati il simbolo del cimitero, tra i quali i famosissimi Don Pasquale, Donna Concetta e il Capitano.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Contributo di partecipazione
€ 18.00 adulti | € 10.00 ridotto 8-18 anni. Gratuito per i bambini fino a 7 anni.

CONTATTI E PRENOTAZIONI

Prenotazione online: https://bit.ly/33TTZKN – 366 2403867 – 339 6235295