Domenica 2 dicembre

La rivoluzionaria idea del principe Filangieri

Visita guidata (ore 11.00), Museo civico Gaetano Filangieri

In occasione dei 130 anni dall’apertura di via Duomo, l’Associazione Culturale Respiriamo Arte svolge visite guidate nei palazzi e nelle complessi religiosi che impreziosiscono questo tracciato greco – romano e i suoi dintorni. Seconda tappa, dopo il Complesso Monumentale di Donnaregina: il Museo Civico Gaetano Filangieri. 

La progettazione e l’allestimento del Museo si devono alla lungimiranza di Gaetano Filangieri, Principe di Satriano, che nel 1881 avanzò, al Consiglio comunale, la proposta di allocare le sue raccolte d’arte in quel che restava del celebre Palazzo Como. L’offerta risultò molto allettante per il Municipio e nel 1883 cominciarono i lavori di riedificazione e ripristino completamente finanziati dal Principe che terminarono nel 1888. L’8 novembre di quell’anno il museo fu aperto al pubblico. Il 30 settembre del 1943, purtroppo un manipolo di soldati tedeschi incendiò la Villa Montesano di San Paolo Bel Sito dove, per prevenire i danni di guerra, erano stati ricoverati, l’anno precedente, le opere di maggior pregio del museo insieme ai documenti più preziosi dell’Archivio di Stato di Napoli.
La collezione, eterogenea per materiali, vanta più di 3.000 oggetti, di varia provenienza e datazione. Sono raccolti esemplari di arti applicate, dipinti e sculture dal XVI al XVIII ed anche una biblioteca dotata di circa 30.000 volumi. La collezione pittorica raccoglie in special modo dipinti del Seicento napoletano, tra cui opere di Jusepe de RiberaLuca GiordanoAndrea VaccaroBattistello Caracciolo e Mattia Preti.

prenotazione obbligatoria: 331 4209045

domenica 2 dicembre ore 11.00 inizio visita  – ore 10.45 appuntamento

Durata: 1 ora

Dove: Museo Civico Gaetano Filangieri, via Duomo n. 288


Domenica 2 dicembre h. 10,15

visita guidata alla Certosa S. Martino

Per la prima domenica del Mese Hermes vi propone la visita guidata alla Certosa e al Museo Nazionale di San Martino. Un complesso  ricco di storia, a cui fa da scenario uno dei panorami più belli di Napoli. Il nostro Francesco vi trasporterà in un fantastico viaggio dalla costruzione del complesso che ospitò i certosini, sino all’istituzione del Museo all’indomani dell’Unità d’Italia. Visiteremo la Chiesa, il chiostro, i dalla Chiesa al chiostro , al Cortile delle Carrozze per concludere con l’incantevole Sezione di Arte Presepiale dove si potrà ammirare il famosissimo Presepe di Cuciniello.

info e prenotazioni: cell/whatsApp 3466702606

la quota comprende: Visita Guida Autorizzata Regione Campania, noleggio radioguida, tessera associativa 2019
durata circa 2 ore
Appuntamento 10.15 piazzale Certosa San Martino


DOMENICA 2 DICEMBRE – 10:30 

IL MUSEO CAMPANO DI CAPUA: LE MATRES MATUTAE E GLI ALTRI TESORI DI PALAZZO ANTIGNANO 

La cooperativa SIRE propone la visita al Museo  Campano di Capua, definito da Amedeo Maiuri “il più significativo della civiltà italica della Campania”. Istituito con Decreto Reale ne 1874, con sede nel centro storico di Capua in Palazzo Antignano (1450 – 1454), fu in seguito ampliato fino a comprendere l’adiacente settecentesco ex Monastero della Concezione. Gli Antignano furono importante famiglia campana nel XV secolo, in auge presso il Re di Napoli Alfonso I. Tra essi spiccò Francesco, che decise di ricostruire ed ampliare il palazzo gentilizio, ornandolo con un monumentale portale d’ingresso, un’imponente scalinata, entrambe di ispirazione catalano-moresca, e con finestre in stile rinascimentale. Il Museo conserva la più importante collezione mondiale di Matres Matutae, dette anche Madri di Capua, provenienti dall’antica Capua, l’attuale territorio del Comune di Santa Maria Capua Vetere e il più grande lapidarium (insieme di epigrafi, steli e lapidi su pietra di epoca sostanzialmente romana) dell’Italia meridionale, ma anche una ricca pinacoteca, sculture e terracotte provenenienti dal territorio circostante.

PROGRAMMA

10:30 Raduno partecipanti all’ingresso del Museo Provinciale Campano di Capua – Via Roma 68 – Capua (CE)

12:30 conclusione attività

COME ARRIVARE
Dall’Autostrada A1 Napoli-Milano direzione Roma uscire al casello di Capua e proseguire verso il centro 

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436

___________________________________________________________________________________________

DOMENICA 2 DICEMBRE – 10:30 

PUTEOLI TOUR: VISITA ALL’ANFITEATRO FLAVIO E AL TEMPIO DI SERAPIDE 

In concomitanza con l’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito ai musei e siti culturali statali la prima domenica di ogni mese, la cooperativa Sire vi invita alla scoperta delle bellezze dell’antica città di Pozzuoli.  L’itinerario partirà dall’Anfiteatro Flavio che fu costruito, molto probabilmente, perché il primo anfiteatro non possedeva i sotterranei e tutti gli accorgimenti necessari per celebrare i grandi spettacoli che si addicevano ad una metropoli come Puteoli. Per dimensioni è il terzo in Italia, subito dopo quello di Capua e ovviamente dopo il Colosseo di Roma. La parziale sepoltura ha preservato dalle distruzioni del tempo e dai saccheggi i sotterranei dell’edificio, intatti nella loro architettura. La visita proseguirà con una passeggiata al così detto tempio di Serapide,  in realtà un Macellum, con  la sala absidata sul fondo destinata al culto imperiale e degli dei protettori del mercato (tra cui Serapide), ci racconta attraverso le sue  colonne il fenomeno vulcanico flegreo con i buchi scavati dai molluschi marini quando il bradisismo le portava sott’acqua.

PROGRAMMA

– 10:30 Appuntamento con gli operatori presso l’ingresso dell’Anfiteatro Flavio, Corso Nicola Terracciano 75,   Pozzuoli NA

–  12:30 Conclusione delle attività 

N.B. La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti).

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 


Frammenti geniali – Tour tra le pagine di Napoli

2 dicembre, ore 11

Nuovo appuntamento, domenica 2 dicembre ore 11, con “Frammenti geniali”, il primo RoadBook di NarteA, un format ideato per condurre i visitatori di Napoli sulle tracce delle protagoniste de “L’amica geniale” di Elena Ferrante. Il tour letterario parte da piazzetta Olivella, fermata Montesanto della metropolitana. A pochi giorni dal successo delle prime due puntate della serie nata dal bestseller mondiale, si dà il via al secondo appuntamento con l’itinerario ispirato alla città raccontata nel romanzo, che con la sua rete di vicoli rispecchia l’intrico di sentimenti contrastanti delle due protagoniste del libro. La spiegazione dei luoghi è affidata a una guida, ma rimbalza continuamente con il viaggio emotivo e di crescita delle ragazze del rione. Il percorso è veicolato anche da un piccolo libretto con mappe e foto storiche della città. Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione ai numeri 339 7020849 o 333 3152415costo del biglietto intero 12 euro, ridotto 8 euro (fino a 15 anni) .

Punto di partenza ideale è il rione, mai nominato nel libro, matrice positiva e negativa, dentro il quale e lontano dal quale le vite di due bambine, poi diventate ragazzine e infine donne, si incrociano e si mescolano, in un misto di vicinanza e lontananza, radicamento e sradicamento, alto e basso. Punto di partenza reale per i visitatori saranno invece i luoghi della libertà: quelli delle prime uscite, degli studi, della crescita, del lavoro. Da Montesanto — la zona dove presumibilmente arrivano con la metro, quando per la prima volta le due ragazze insieme agli amici si allontanano dal rione —, ci si introduce lungo la Pignasecca e da lì verso l’asse di Toledo, proseguendo fino a via Chiaia, la strada dei ricchi e dei negozi lussuosi, arrivando all’altezza del ponte di Chiaia, che collega la zona di San Carlo alle Mortelle con la collina di Pizzofalcone. Il tour prosegue ancora verso palazzo Cellammare— superba dimora storica che ospitò artisti del calibro di Goethe, Torquato Tasso, Caravaggio, Angelica Kauffmann, Casanova, Basile, Caccioppoli —, per arrivare fino a piazza dei Martiri, dove il racconto colloca il grande negozio di scarpe dei Solara, e giù fino a via Caracciolo, la strada che affaccia sul mare.


2 DICEMBRE, ORE 10.30

I PRESEPI DI SAN MARTINO – VISITA TEMATICA 

Dicembre vuol dire Natale e a Napoli significa PRESEPI.
E la collezione presepiale custodita all’interno della Certosa di San Martino è tra le più prestigiose al mondo, poiché rappresenta la principale raccolta pubblica italiana dedicata al ‘presepe napoletano’. Ammirerete il grandioso presepe Cuciniello, ambientato in una finta grotta, e il presepe più piccolo al mondo, ospitato in un guscio d’uovo.

Appuntamento: ingresso Certosa, piazzale Belvedere di S. Martino.
Incontro ore 10.30
Durata: 2h

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: Email: secretaneapolis@libero.it – Cell: 3396479607 (anche sms e whatsapp)


2 DICEMBRE, ORE 10,45

IL TEATRO DEL RE – VISITA AL SAN CARLO DI NAPOLI 

Il TEATRO SAN CARLO è il tempio lirico italiano,costruito nel 1737, per volontà del Re Carlo III di Borbone fortemente intenzionato a dare alla città un nuovo teatro che rappresentasse il potere regio.

Accompagnati da un’esperta guida, interna al teatro, ci faremo avvolgere dalla magia e dall’incanto del teatro più bello del mondo.
Inoltre ripercorreremo la storia della “Napoli reale” attraversando i luoghi che orbitano intorno a piazza Plebiscito: la chiesa di San Francesco di Paola, la Galleria Umberto I e il bar Gambrinus.

Appuntamento ore 10.45, inizio ore 11.00
Dove: piazza Trieste e Trento angolo “Bar del Professore”

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, fino a esaurimento posti – E-mail: secretaneapolis@libero.it
Tel – sms – whatsapp: 3396479607