SABATO 29 FEBBRAIO 2020 – ORE 16.00

L’IMMACOLATA TORNA A SANTA LUCIELLA

La statua restaurata dell’Immacolata torna a Santa Luciella. Originariamente collocata nell’edicola alle spalle dell’altare maggiore è realizzata in legno, terracotta e tessuto in seta, di manifattura napoletana di inizio Ottocento, è stata oggetto negli ultimi mesi di un attento restauro sotto l’Alta Sorveglianza della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il comune di Napoli: al consolidamento e la pulitura di ogni elemento, è seguito un meticoloso lavoro per il recupero dei tessuti gravemente danneggiati. L’Associazione Culturale Respiriamo Arte continua con tenacia a lavorare per valorizzare l’arte e la cultura napoletana attraverso il recupero e la tutela di monumenti oltre delle opere e delle storie in essi conservate. Il restauro della statua dell’Immacolata rappresenta una tappa fondamentale del percorso di rinascita di Santa Luciella la quale, riaperta al pubblico il 5 aprile 2019 grazie a Respiriamo Arte, è stata meta di numero visitatori, sede di progetti sociali e dal prossimo aprile restituita alla comunità anche come luogo di preghiera.

Chiesa di Santa Luciella ai Librai Vico Santa Luciella 5/6

Prenotazione obbligatoria: 3314209045


SABATO 29 FEBBRAIO – ORE 10:30 

DA CORSO VITTORIO EMANUELE ALLA PIGNASECCA TRA SCORCI, LEGGENDE ED ARTE

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in una passeggiata tutta in discesa, tra vicoli, palazzi nobiliari e scorci unici che da Corso Vittorio Emanuele, tra le discese ed i gradini di salita Sant’Antonio ai Monti, luogo poco noto che conserva ancora il fascino dei vicoli non toccati dal turismo, ci condurrà alla Pignasecca, storico e vivace mercato che conserva segreti tra chiese e palazzi. Sapevate per esempio che il nome Pignasecca deriva da una leggenda legata alle gazze ladre? E che nella chiesa carmelitana di Santa Maria di Montesanto, tappa del percorso, è sepolto Alessandro Scarlatti? Proseguiremo attraverso le strade e le leggende del quartiere fino ad arrivare a Palazzo Mastelloni e palazzo Trabucco, splendide architetture napoletane adiacenti a piazza Carità, dove si concluderà l’itinerario.

 PROGRAMMA

Appuntamento ore 10:30 uscita fermata funicolare “Corso Vittorio Emanuele” (Funicolare di Montesanto), Napoli

Durata 2 ore circa

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


Sabato 29 ore 10:30

La Grotta di Seiano

La Grotta di Seiano è una galleria artificiale realizzata in epoca romana attraverso la quale si può accedere al Parco Archeologico del Pausilypon.
Faremo insieme uno stupendo percorso archeologico molto suggestivo che inizia da Coroglio all’inizio della salita che porta verso Posillipo dove si trova l’imponente accesso della Grotta di Seiano.
Superata la bellissima grotta si raggiunge l’area della villa del ricco patrizio romano Vedio Pollione, molto legato ad Ottaviano Augusto.

Appuntamento ore 10:15 Belvedere Discesa Coroglio
(in prossimità dell’ingresso del sito archeologico).

Durata: 1,30 h circa – tour adatto a tutte le età – visita guidata con Guida Abilitata.

📲tel / sms / whatsapp: 3770994320
website: www.heartofthecity.it


Sabato 29 ore 10:30

San Giovanni a Carbonara e Porta Capuana

Nel centro di Napoli la chiesa di San Giovanni a Carbonara è uno dei migliori esempi di architettura gotica a Napoli. Dietro una facciata semplice e austera, si celano un numero impressionante di opere d’arte di epoca rinascimentale. L’interno è dominato dal monumento funebre a re Ladislao di Durazzo, un mausoleo scenografico e spettacolare tardo-gotico sviluppato su tre livelli. Alle sue spalle c’è la Cappella Caracciolo del Sole con il monumento di Sergianni Caracciolo, grande siniscalco e amante della regina Giovanna. Qui è possibile ammirare gli affreschi con Storie eremitiche e Storie mariane databili alla metà del XV secolo e il pavimento con mattonelle maiolicate del XV secolo.
La visita prosegue percorrendo Via Carbonara, fino a raggiungere Porta Capuana e la Chiesa di Santa Caterina a Formiello, custode sin dalla sua fondazione delle reliquie appartenenti ai Martiri d’Otranto, uccisi dai Turchi il 14 agosto 1480 per non aver rinnegato la propria fede.

Appuntamento ore 10:15 esterno chiesa San Giovanni a Carbonara

Durata: 2 h circa – tour adatto a tutte le età – visita guidata con Guida Abilitata.

📲tel / sms / whatsapp: 3770994320
website: www.heartofthecity.it


Sabato 29 ore 17:00

Cristo Velato e Tour Spaccanapoli

La statua del Cristo Velato di Napoli è tra le più famose del patrimonio artistico partenopeo. L’opera, firmata da Giuseppe Sanmartino, è conservata all’interno della Cappella Sansevero, ideata da Raimondo di Sangro principe di Sansevero, situata nel cuore del centro storico della città, alle spalle di piazza San Domenico Maggiore.
Il tour proseguirà alla scoperta dei segreti di Spaccanapoli: cosa ci fa una statua rappresentante il Dio Nilo? Ma davvero a Piazza San Domenico gira indisturbato un fantasma? E i segni sul bugnato della Chiesa del Gesù nuovo cosa indicano?

Appuntamento ore 16:45 Piazza San Domenico Maggiore

Durata: 2 h circa – tour adatto a tutte le età – visita guidata con Guida Abilitata.

📲tel / sms / whatsapp: 3770994320
website: www.heartofthecity.it


Sabato 29 febbraio 2020 ore 17

Porti Sepolti, le vie del mare a Pontecagnano 

 Il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano “Gli Etruschi di frontiera” partecipa alla Giornata Internazionale della Guida Turistica 2020 ospitando la visita gratuita “Porti Sepolti. Le vie del mare a Pontecagnano”.  Il percorso guiderà i visitatori ad approfondire il tema dei contatti culturali e commerciali intrapresi dall’antica città di Pontecagnano con gli altri popoli del Mediterraneo. L’insediamento etrusco, infatti, è stato interessato soprattutto nel corso dell’VIII e del VII secolo a.C. da circuiti marittimi ad ampio raggio, come testimoniano ceramiche, vasi pregiati in argento e preziosi oggetti d’ornamento provenienti dalla Siria, dall’Egitto, dalla Grecia e dall’Etruria, rinvenuti nelle tombe di principi e principesse etruschi. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Guide Turistiche Campania, sostiene quest’anno una raccolta fondi a favore dell’Associazione “Obiettivo Cuore ABC onlus”, creata da genitori di bambini affetti da patologie cardiologiche congenite ospedalizzati presso i Reparti di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica dell’Ospedale Monaldi di Napoli.

La visita guidata è gratuita con biglietto d’ingresso al Museo (2 euro).

Prenotazione obbligatoria entro le ore 12,00 di sabato 29 febbraio al n. 338/2622862 oppure via mail a ilaria.visiteguidate@gmail.com.


DOMENICA 1 MARZO – ORE 10:30

 IL PETRAIO: PANORAMI TRA I GRADINI – PASSEGGIATA IN DISCESA DAL VOMERO A CHIAIA          

La Cooperativa Sire vi accompagnerà lungo la discesa del Petraio, un percorso pieno di scorci suggestivi e di angoli pieni di fascino che scende dal Vomero fino al Corso Vittorio Emanuele, seguendo il corso di un antico alveo torrentizio che attraversava dalla collina.  L’itinerario si snoda attraverso un “borgo” dove in un’atmosfera sospesa si alternano macchie di verde, portici e improvvisi squarci di panorama. Dopo essere arrivati al corso Vittorio Emanuele, si continuerà a scendere attraverso uno dei percorsi di Chiaia, per conoscere altri luoghi spesso meno battuti ma che conservano la memoria di altri tempi, come la zona di San Carlo alle Mortelle. Il percorso si concluderà a via Filangieri, all’altezza di un capolavoro dell’architettura di inizio Novecento, palazzo Mannajuolo.

Appuntamento ore 10:30 con gli operatori SIRE Coop presso l’uscita MORGHEN della funicolare di Montesanto (è l’ultima fermata)

ore 12:30 Conclusione delle attività

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


 DOMENICA 1 MARZO – ORE 10:45

CAPUA ANTICA, L’ALTERA ROMA: L’ANFITEATRO, IL MITREO, IL MUSEO DEI GLADIATORI

Una mattinata all’insegna dell’archeologia alla scoperta dell’antica Capua, una delle più grandi città dell’Italia antica e, nel periodo del suo massimo splendore, una delle città più grandi e importanti dell’impero Romano e del mondo, tanto che  Cicerone la definì l’altera Roma .

Di questo fulgido periodo troviamo testimonianza nei resti dell’Anfiteatro campano, più piccolo per grandezza solo al Colosseo di Roma. Da questo anfiteatro, dove era confinato, nacque la leggenda del gladiatore Spartacus che nel 73 a.C. capeggiò la rivolta dei gladiatori contro le inumane condizioni in cui erano costretti. Tappa successiva sarà il Museo dei Gladiatori, inaugurato nel 2003 con innovative soluzioni espositive, finalizzate alla presentazione al pubblico degli elementi superstiti della decorazione dell’Anfiteatro Campano.  Ultima tappa sarà  il Mitreo, sito di culto dei seguaci del Mitraismo, antica religione ellenistica. La parete di fondo è decorata con un affresco, con il dio Mitra raffigurato nell’atto di uccidere il toro, dalla notevole monumentalità plastica accentuata da un sapiente uso dei colori.

Appuntamento 10:45 con gli operatori SIRE Coop presso l’ingresso dell’Anfiteatro – Piazza I Ottobre, Santa Maria Capua Vetere

13:00 Conclusione delle attività

INFO E PRENOTAZIONI392 2863436


DOMENICA 1 MARZO – ORE 16:45

THALASSA AL MANN – MERAVIGLIE SOMMMERSE DEL MEDITERRANEO

 In concomitanza con l’iniziativa del MANN che prevede biglietto di ingresso ridotto a partire dalle 17:00, la cooperativa Sire vi invita a scoprire la mostra Thalassa: meraviglie sommerse del Mediterraneo allestita nel Salone della Meridiana. La mostra terminerà il 9 marzo!

Quattrocento reperti, provenienti da prestigiose istituzioni italiane e internazionali, sono esposti seguendo filoni tematici che vanno dalla storia dell’archeologia subacquea, alla scoperta dei relitti, testimonianze di vita di bordo, il mare come via per i commerci, il mare nel mito, le risorse del mare.Sarà possibile ammirare raffinati gioielli in oro, pregiate coppe di vetro, sezioni di nave ed anfore, utensili per la preparazione e conservazione del cibo, anfore per il trasporto di olio, vino e garum, così come di lingotti di piombo che, dalla penisola iberica, raggiungevano Roma. Eccezionale l’esposizione di lingotti in oricalco, prezioso materiale citato da Platone nei racconti su Atlantide, strumenti provenienti da Pompei, Ercolano e dalle acque di Pantelleria, utilizzati per pesca di cetacei, tonno e corallo. il Mare Nostrum è anche raccontato attraverso i luoghi dell’otium, grazie alle sculture ritrovate sui fondali della Grotta Azzurra, ninfeo di età romana, così come ai raffinati affreschi provenienti da Pompei, Ercolano e Stabiae.

Appuntamento ore 16:45 ingresso Museo Archeologico Nazionale, piazza Museo 19, Napoli

Durata 2 ore circa

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


Domenica 1 ore 10:30

Santa Lucia, Pizzofalcone e Rampe Lamont Young

Le origini del borgo di Santa Lucia risalgono a tempi remoti e la sua storia coincide con quella di Napoli. Era il lontano VIII secolo a.C. quando i coloni greci provenienti da Cuma decisero di fondare Parthènope, un territorio compreso tra l’isolotto di Megaride e le colline di Pizzofalcone.
Due secoli più tardi Parthènope fu rifondata come Neapolis, e il borgo abitato dai Luciani, abili marinai fedeli ai Borbone e pescatori che davano vita a numerose parate e feste sul mare.
Il tour, partirà da Piazza del Plebiscito e seguirà un percorso insolito che vi accompagnerà a scoprire vicoli, scalinate e strade dimenticate e a valorizzare i loro antichi fasti attraverso storie e racconti. Arriveremo in cima alla collina di Pizzofalcone, dove potremmo godere del panorama di Napoli da un unto di vista molto particolare e riscenderemo insieme sulle rampe Lamont Young per arrivare vicino al Castel dell’Ovo.

Appuntamento ore 10:15 Piazza Trieste e Trento
Durata: 2 h circa – tour adatto a tutte le età – visita guidata con Guida Abilitata.

📲tel / sms / whatsapp: 3770994320
website: www.heartofthecity.it


Domenica 1 ore 10:30

Dalla Pedamentina alla Pignasecca

Sono tanti i collegamenti tra le colline e il centro della città di Napoli. Si tratta di percorsi affascinanti e suggestivi che collegano piccoli “mondi” differenti: passaggi in cui perdersi, alla scoperta di un altro mondo interno alla città. Tra le più scalinate più suggestive, la Pedamentina merita certamente una visita per scoprire davvero il cuore di Napoli.
La Pedamentina è un complesso sistema di discese gradinate; con i suoi 414 scalini collega la Certosa di San Martino al centro storico della città (in particolare al corso Vittorio Emanuele).
Il tour prosegue fino a Montesanto.

Appuntamento ore 10:15 Belvedere di San Martino
Durata: 2 h circa – tour adatto a tutte le età – visita guidata con Guida Abilitata.

📲tel / sms / whatsapp: 3770994320
website: www.heartofthecity.it