Sabato 22 febbraio ore 10:45

Chiesa di Santa Maria Egiziaca

Dove: Chiesa di Santa Maria Egiziaca a Forcella, Corso Umberto I, 208, Napoli.

Appuntamento: fuori la Chiesa, ore: 10:45

Durata: 1h circa

Per info e prenotazioni: respiriamoarte@gmail.com / +39 3314209045


Sabato 22 febbraio ore 16:15

Visita e Concerto al Monastero delle Trentatrè

Megaride Art, in partenariato con “l’Associazione Onlus L’Atrio delle Trentatrè”, propone una particolare serata presso il Monastero delle Trentatrè. In un suggestivo percorso si sarà condotti alla scoperta di uno dei luoghi più particolari del centro storico di Napoli in cui convivono arte, storia, fede e carità cristiana. Un’occasione unica non solo per ammirare prestigiose opere d’arte sconosciute ai più, ma anche per avvicinarsi alla misteriosa realtà della vita monastica e alla conoscenza della fondatrice Maria Lorenza Longo. Il monastero, fondato nel 1585 e denominato delle “Trentatré” sia in ricordo degli anni di Cristo sia per il numero massimo di monache che poteva ospitare, si rivelerà come un luogo di straordinaria bellezza, la cui visita toccherà i luoghi legati all’operato della fondatrice, la nobildonna catalana Maria Lorenza Longo, che lasciò un segno indelebile nel popolo napoletano, fondando prima l’Ospedale degli Incurabili, importante opera di assistenza dedicata, non solo ai sifilitici , ma anche ai malati che non avevano la possibilità di pagarsi le cure, e poi il monastero di clausura delle monache tuttora attivo. Concluderà il percorso culturale, un concerto di musica da camera nell’antico Refettorio.

Programma concerto

Maria Alvino, soprano Andrea Cataldo, tenore Flavia Fioretti, mezzo soprano Gaetano Merone, baritono Carmen Pellegrini, soprano Concetta Varricchio, pianoforte William Gomez Ave Maria (M. A.) Antonio Vivaldi Sposa son disprezzata (F. F.) Francesco Paolo Tosti Segreto (A. C.) ‘A vucchella (C. P.) Sogno (G. M.) Gaetano Donizetti da “Don Pasquale” So anch’io la virtù magica (M. A.) Antonio Vivaldi da “Giustino” Vedrò con mio diletto (F. F.) Alessandro Derevitsky Serenata sincera (A. C.) Gioacchino Rossini da “Il signor Bruschino” Ah voi condur volete (C. P.) da “L’italiana in Algeri” Ho un gran peso sulla testa (G. M.) Wolfgang Amadeus Mozart da “Le nozze di Figaro” Che soave zeffiretto (duetto, M. A. – C. P.) Giacomo Costa Era de maggio (duetto, A. C. – G. M.) Wolfgang Amadeus Mozart da “Don Giovanni” Là ci darem la mano (duetto, M. A. – G. M.) Franz Lehar da “La vedova allegra” Tace il labbro (duetto, M. A. – A. C.) Wolfgang Amadeus Mozart da “Così fan tutte” Soave sia il vento (terzetto, M. A. – F. F. – G. M.)

Programma

Accoglienza: ore 16.15 via Longo 50, presso ingresso Ospedale Incurabili Inizio attività culturale: ore 16.30 Termine attività culturale: ore 18.45-19.00 circa. Previsto un contributo di € 10. Il contributo sarà devoluto per i lavori di restauro al Monastero. Per detta visita, non sarà considerato valido lo sconto riservato a coloro che sono in possesso della Fidelity Card Megaride Art

Prenotazioni a info@megarideart.com


Sabato 22 febbraio ore 16:30

Chiesa di Santa Luciella ai Librai e Palazzo d’Avellino Caracciolo in “Arte a passi letterari”

Continuano gli appuntamenti con “L’Arte a passi letterari”, nuovo percorso ideato da Megaride Art con cui, attraverso lo studio delle fonti letterarie, si andranno ad esaminare siti storico-artistici ed archeologici relazionandoli ai tanti personaggi illustri della letteratura mondiale che hanno vissuto a Napoli e nel territorio partenopeo. La seconda tappa analizzerà parte del decumano maggiore e del decumano inferiore attraverso l’analisi della Chiesa di Santa Luciella ai Librai e Palazzo d’ Avellino Caracciolo. La Chiesa di Santa Luciella ai Librai è un gioiello architettonico nel centro di Napoli. La particolarità del luogo, oltre agli stemmi mariani settecenteschi, ai dipinti e allo splendido pavimento maiolicato, sta anche nella leggenda che aleggia tra queste mura. Nell’ipogeo, infatti, è custodito il celebre “teschio con le orecchie”, un raro esemplare di cranio con cartilagini mummificate, al quale i fedeli rivolgevano le proprie preghiere, sperando che udendole potesse inviarle nell’aldilà “a chi di dovere”. La visita proseguirà lungo il centro storico dove, attraverso l’analisi di alcuni siti monumentali che si troveranno lungo il percorso, si coniugheranno gli elementi artistici con la letteratura, avendovi vissuto letterati quali Giovan Battista Vico, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Gian Battista Marino fino ad arrivare a Palazzo d’ Avellino Caracciolo dove è vissuto Torquato Tasso. Palazzo d’Avellino Caracciolo, decorato con sontuose sale con affreschi sia settecenteschi che ottocenteschi, è costituito da due nuclei abitativi collegati tra di loro tramite un ponticello. Posto su tre livelli, nella zona del basamento, è possibile ammirare parte della muratura greco-romana, fino ad arrivare all’ultimo piano, con una spettacolare vista sulla facciata del Duomo e cupola dei Girolamini. Appartenuto, originariamente, all’ordine religioso delle monache di San Potito, nel corso dei secoli, il Palazzo è appartenuto alle famiglie Gambacorta e Caracciolo, diventando negli ultimi anni, sede della Fondazione Morra Greco che ne ha provveduto ai lavori di restauro e che, periodicamente, promuove mostre di arte contemporanea che sarà possibile visitare.

Programma

Accoglienza: ore 16.30 presso via San Biagio dei Librai, angolo via San Gregorio Armeno Inizio attività culturale: ore 16.45 Termine attività culturale: ore 18.30-18.45 circa. Al fine di consentire una proficua e gradevole attività culturale, il numero massimo dei partecipanti sarà 12/15. Come sempre, saranno previsti una serie di appuntamenti per garantire la possibilità di partecipazione agli interessati.

I costi comprendono: visita guidata, servizio radio

Prenotazioni a info@megarideart.com


SABATO 22 FEBBRAIO – ORE 10:00

DALLA CHIESA DI SANT’AGOSTINO DI MATERDEI ALLA SANITA’: ITINERARIO TRA ARTE E STORIA

La Cooperativa SIRE propone un itinerario alla scoperta del  Rione Materdei e della Sanità, percorrendone le origini e la storia, ricordando episodi legati agli avvenimenti delle Quattro Giornate di Napoli, ma anche soffermandosi su aspetti più “moderni”, come i diversi murales di street artists come Bosoletti e Tono Cruz che incontreremo lungo il percorso. Passando dalla guglia dell’Immacolata, scopriremo come il toponimo Materdei derivi dal culto mariano molto diffuso già dalla fine del 1500 nella zona, arricchitasi grazie alla costruzione di monumentali complessi conventuali, tra cui quello di Santa Maria della Verità, noto anche come Sant’Agostino.  In questa chiesa si svolsero i funerali di Giacomo Leopardi durante l’epidemia di colera del 1837. Arriveremo alla Sanità attraverso il Ponte della Sanità, risalente al decennio francese, che è oggi anche simbolo di resistenza e di liberazione: durante le Quattro Giornate di Napoli i tedeschi in ritirata decisero di minare il ponte per tagliare ogni collegamento da nord con la città, ma il 29 settembre un manipolo di partigiani salvò dalla rovina il ponte. Tra di loro c’era Maddalena Cerasuolo, alla quale nel 2000 è stato intitolato il Ponte. Una lapide ricorda l’eroico gesto. Infine visiteremo la Basilica di Santa Maria della Sanità, detta anche San Vincenzo, in quanto dedicata al santo domenicano Vincenzo Ferreri detto ‘o Munacone.

PROGRAMMA

10:00 Appuntamento ingresso della fermata- Metropolitana di Materdei (p.zza Scipione Ammirato)- Napoli

12:30 Fine delle attività

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


SABATO 22 FEBBRAIO – ORE 10:30

IL BORGO DI POSILLIPO: VISITA ALL’ANTICO CASALE

Una visita per scoprire uno dei luoghi “remoti” della città di Napoli, dove le stradine e gli scorci regalano un’atmosfera antica: il Casale di Posillipo. Un luogo che si distingue dal resto del quartiere e che affonda le sue origini nella necessità da parte dei pescatori di difendersi dalle incursioni nemiche lungo la costa. Un villaggio che si è sviluppato intorno alla Chiesa di Santo Strato, legata a un culto portato da tre religiosi provenienti dalla Grecia, che riuscirono a guadagnare una somma di denaro esibendosi nelle vie di Napoli come giocolieri ed investita nel 1266 per costruite una chiesa in onore del Santo. Dal Medioevo questa zona di Posillipo si è andata sviluppando come borgo agricolo e con l’insediamento di alcune comunità religiose, costituenti generalmente delle diramazioni periferiche degli ordini residenti nel centro di Napoli. Santostrato rappresenta il più grande nucleo abitato della collina dove sono ancora presenti , le testimonianze di un’architettura minore a vocazione agricolo-residenziale e che restituisce al visitatore panorami inaspettati.

PROGRAMMA

10:30 Raduno dei partecipanti: incrocio via Giovanni Pascoli – via Alessandro Manzoni (di fronte c’è la fermata del bus C 21)

registrazione dei partecipanti e versamento quota agli operatori Sire Coop;

12:00 Fine della visita guidata

INFO E PRENOTAZIONI 392/2863436


Sabato 22 ore 10:30

Tour Piazza Mercato e Antica Sartoria Canzanella

La nostra visita guidata inizia prima con la visita alle chiese di Sant’Eligio Maggiore, la più antica tra le architetture angioine a Napoli. La chiesa gotica nasce nel 1270 circa per per volere di tre nobiluomini francesi legati alla corte di Carlo I d’Angiò. Venne dedicata ai Santi Dionisio e Martino e di Sant’Eligio, il protettore degli orafi, dei numismatici, dei maniscalchi e dei veterinari. Il tour prosegue con l’ingresso nella Chiesa di San Giovanni a mare, importante testimonianza del periodo normanno a Napoli.
Dopo aver visitato le due chiese entreremo in un edificio privato per scoprire il Museo Storico della Moda e del Costume Teatrale: un archivio infinito di abiti creati per spettacoli teatrali, film, rappresentazioni storiche, serate di Gala per il San Carlo ed eventi speciali.
La sartoria teatrale Canzanella è la sartoria storica della città di Napoli. Ad essa, nel corso dei tanti anni di attività, registi e costumisti di tutto il mondo si sono rivolti per noleggiare o acquistare costumi per il teatro, il cinema, la televisione e tutto ciò che fa spettacolo. Sofia Loren, Massimo Troisi, Isa Danieli, Maria Callas….sono solo alcuni dei personaggi famosi che il Maestro Canzanella ha vestito.

Appuntamento ore 10:15 Chiesa di Sant’Eligio (piazza Mercato)
Costo a persona: 10€ / ridotto da 8 a 17 anni 4€ / fino a 7 anni gratis
Durata: 2 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata con Guida Abilitata

Prenotazione obbligatoria: 📨 email:info@heartofthecity.it
📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Sabato 22 ore 10:30

Via San Gregorio Armeno: il Tour!

Heart of the City vi accompagna alla scoperta di una sola piccola strada di Napoli: Via San Gregorio Armeno. Il tour parte da Piazza San Gaetano, visiteremo prima il bellissimo Chiostro di San Gregorio Armeno: lungo i corridoi del portico è possibile visitare il salotto della Badessa, il coro delle monache, il refettorio, le grate, un piccolo museo contenente utensili un tempo adoperati dalle suore per le loro attività e l’antica Cappella intitolata a Santa Maria dell’Idria (l’ambiente più antico di tutto il complesso).
Il percorso prosegue con la visita della Basilica di San Lorenzo Maggiore, lungo via San Gregorio Armeno e con la visita alla Chiesa omonima, uno degli edifici religiosi più antichi, grandi e importanti della città.

💶Costo a persona: 12€ / ridotto junior da 8 a 17 anni 7€ (nel costo è incluso il biglietto di ingresso al Chiostro di San Gregorio Armeno)
Appuntamento ore 10:15 Piazza San Gaetano
Durata: 2 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata con Guida Abilitata
🎤 visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida (a partire da 15 partecipanti).

Prenotazione obbligatoria: 📨 email: info@heartofthecity.it
📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Sabato 22 ore 17:00

La Preistoria al Museo Archeologico: Lascaux tour per bambini

L’esposizione, in prima assoluta italiana al MANN, permetterà di scoprire, nella Sala del Cielo Stellato ed in quelle attigue, il famoso complesso della grotta di Lascaux, un vero e proprio tesoro artistico risalente al Paleolitico Superiore. Il sito francese, peraltro, non è più accessibile per ragioni conservative: è fruibile soltanto tramite una ricostruzione limitrofa al complesso, presentata anche in una versione itinerante in tutto il mondo.
Appuntamento ore 16:45 ingresso Museo Archeologico
Durata: 2 h circa
tour adatto ai bambini
visita guidata con Guida Abilitata

Prenotazione obbligatoria: 📨 email: info@heartofthecity.it
📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Sabato 22 ore 17:00

La Chiesa Millenaria: San Giovanni Maggiore Pignatelli

Napoli ha da sempre affascinato persone di tutte le epoche per la sua capacità di mescolare sacro e profano, antico e presente: alcuni luoghi che sembrano racchiudere in sé delle forze misteriose, tali che persino lo scorrere del tempo non riesce ad intaccare la loro potenza.
Tra quesi luoghi sicuramente possiamo menzionare la Chiesa di San Giovanni Maggiore. La chiesa contiene tracce di tutte le epoche che ha attraversato: dalla sua fondazione, avvenuta intorno al II secolo dopo Cristo come tempio romano all’Editto di Costantino che trasforma il tempio in chiesa, dal terremoto del 1635 alla rielaborazione in stile barocco. Insomma, questa chiesa, che doveva essere abbattuta, ci racconta Napoli in tanti modi, anche attraverso la Tomba di Partenope (sarà vero?).
La visita prosegue con l’ingresso nelle catacombe e termina nella Chiesa di Santa Maria dell’Aiuto, che conserva oltre 2500 lastre votive in marmo, donate dai fedeli alla Madonna per l’aiuto ricevuto.
Appuntamento ore 15:45 Largo Santa Maria la Nova
Durata: 1 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata a cura del parroco

Prenotazione obbligatoria: 📨 email: info@heartofthecity.it
📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Sabato 22 febbraio a partire dalle ore 10:30
I Cavalieri templari. Storia, luoghi e leggenda

Quali segreti si celano dietro la loro figura? Come distinguere i fatti dal mito? Attraverso un percorso storico – antropologico, una indagine itinerante sull’origine, i luoghi e la realtà storica dei Cavalieri dell’Ordine del Tempio, protagonisti di una delle pagine più controverse ed enigmatiche del Medioevo, da secoli al centro di leggende e affascinanti racconti. Napoli e i Templari, una misteriosa Chiesetta Templare al Vico Molo alle due Porte all’Arenella, una delle tracce significative dei Templari presenti a Napoli, con la visita guidata presso la chiesa di Santa Maria Coeli San Gennaro sede del Priorato Internazionale dei Cavalieri Templari Cristiani Jacques De Molay -Poveri Cavalieri di Cristo gli stessi che qualche anno fa hanno restaurato la Chiesa.

Per ragioni organizzative la partecipazione è valida su prenotazione, da effettuarsi telefonicamente. Data e orario indicati sono suscettibili di variazioni.

Appuntamento: sabato 22 febbraio alle ore 10:00 in Piazza Muzii, accanto a lato della pasticceria Vincenzo Bellavia; si consigliano scarpe comode. La visita guidata è a cura di Erika Chiappinelli, guida turistica autorizzata della Regione Campania.

Prenotazione obbligatoria entro venerdì 20 febbraio alle ore 23, tramite whatsapp o sms al numero 3492949722, o tramite mail: erika83e@gmail.com


Domenica 23 febbraio ore 17:30

Visita guidata del centro storico con apertura straordinaria della chiesa-museo di Santa Luciella ai Librai e concerto di musica napoletana

I partecipanti dell’evento, insieme a una guida-Capera, percorreranno il decumano inferiore della città, Spaccanapoli. Tra storie e curiosità di palazzi e chiese si raggiungerà Via San Gregorio Armeno e la chiesa di Santa Luciella ai Librai che fu fondata da Bartolomeo Di Capua nel 1327 e divenne luogo di culto per la Corporazione dei Pipernieri, Fabbricatori e Tagliamonti che proprio a Santa Lucia affidavano la protezione della vista, messa a rischio dal proprio mestiere.La Chiesa, affidata all’Associazione Culturale Respiriamo Arte dal 2016, è stata salvata e riaperta al pubblico dopo 40 anni di abbandono. Nei sotterranei della chiesa è custodito il famoso “teschio con le orecchie”, da cui i napoletani, fino a metà del 1900, si recavano per rivolgergli le proprie preghiere, nella speranza che ascoltandole, le portasse direttamente nell’aldilà: un vero e proprio messaggero tra il mondo dei vivi e dei morti. Dopo la visita della chiesa, i musicisti di Napulitanata eseguiranno brani del repertorio classico e popolare napoletano.

Appuntamento piazza del Gesù sotto la Guglia dell’Immacolata ore 17.30

Inizio visita ore 17.45

DURATA 2 ore circa

*Parte del contributo sosterrà le attività di restauro della Chiesa di Santa Luciella

Prenotazione obbligatoria: 3314209045


Domenica 23 febbraio ore 10:30

Ultimo appuntamento per l’ultimo giorno della mostra su Andy Warhol

La mostra si presenta come una visione completa della produzione artistica del genio americano che ha rivoluzionato il concetto di opera d’arte a partire dal secondo dopoguerra. Accanto a opere che raccontano la scena americana agli inizi del ‘900, nelle sale della Pietrasanta anche lavori che rivelano il rapporto di Warhol con l’Italia e un focus dedicato alla città di Napoli col suo Vesuvius del 1985 e il Ritratto di Beuys, realizzato nel 1980 in occasione della mostra tenutasi presso la Galleria Amelio.

Programma

Accoglienza: ore 10.30 presso ingresso Chiesa di S. Maria della Pietrasanta, via Tribunali. La Chiesa si trova a cinque minuti dal Primo Policlinico venendo da Piazza Dante.

Inizio attività culturale: ore 11.00

Termine attività: ore 12.30-12.45 circa

Prenotazioni a info@megarideart.com


Domenica 23 febbraio 

“Domeniche in Dimora” – Secondo appuntamento a Caserta e Terra di Lavoro 

 protagonista sarà la Campania Felix della Terra di Lavoro, con tre percorsi alla scoperta di ville e palazzi aristocratici, aperti in esclusiva per questa iniziativa.  Il primo percorso è a Capua, dove si potrà visitare il Palazzo Lanza – con la sua biblioteca e con l’archivio,  sin dal 1453 abitato dalla famiglia Lanza, patrizia di Capua dal XV secolo –  e la Masseria Pasca di Magliano, oggi trasformata in una azienda agricola di grande prestigio. Il secondo percorso tocca la città di Caserta con Palazzo Paternò di Casanova, bellissima dimora progettata per il nipote del Marchese Casanova da Gaetano Barba, il celebre architetto che aveva seguito anche alcune parti della Certosa di Padula, e in particolare lo scalone che ricorda in tutto quella che poi edificò anche per il Palazzo Paternò nella via San Carlo. Di grande interesse il piano nobile che si snoda in una lunga fuga di saloni completamente affrescati, arricchiti da busti marmorei, e il cortile  che si chiude con un’esedra e ospita una bellissima fontana del XVIII secolo. Si prosegue a Santa Maria Capua Vetere con Palazzo San Carlo, raffinata dimora settecentesca dedicata al Teatro San Carlo di Napoli, luogo di cultura, musica e arte. Il terzo percorso condurrà i visitatori nel centro storico di Sessa Aurunca, con la sua cattedrale e il teatro romano, e al Palazzo di Transo la cui costruzione risale al XV secolo. Situata nel centro storico di Sessa Aurunca è in ottimo stato, grazie all’eccellente restauro conservativo fatto dagli eredi. Da sempre il Palazzo appartiene alla famiglia dei Marchesi di Transo ed attualmente è di proprietà del Marchese Ferdinando. Tra i tesori che custodisce il Palazzo, oltre le porcellane con disegni originali e alcuni bozzetti del Solimena, c’è anche un fondo di documenti e di pergamene, che testimoniamo più di 500 anni di storia familiare.

Le visite guidate sono divise in due turni e prevedono la partecipazione di massimo 40 pax a turno. Previsto per ciascun percorso un transfer da Napoli.

Per tutti gli orari, le informazioni sui transfer e i costi visitare il sito: www.campaniartecard.it/domenicheindimora


DOMENICA 23 FEBBRAIO – ORE 10:30

L’ ARCHEOLOGIA NEL CASTELLO: IL MUSEO NEL CASTELLO DI BAIA

 La cooperativa Sire invita tutti a scoprire il Museo Archeologico dei Campi Flegrei, ospitato all’interno del Castello Aragonese ed eretto per volere di Re Alfonso II d’Aragona nel 1945 su di un promontorio naturalmente difeso al quale furono aggiunti mura, fossati e ponti levatoi che lo resero  praticamente inespugnabile. Dalle terrazze del castello e, all’interno, dalle sue vetrate, si potrà ammirare lo splendido panorama che abbraccia tutti gli angoli del territorio flegreo, dal golfo di Pozzuoli alle isole di Capri, Ischia e Procida mostrandoci la romantica bellezza di un’area ricca di storia e di miti.  Nella cornice paesaggistica da sogno che si ammira dalla fortezza aragonese, l’allestimento museale ricostituisce contesti smembrati di provenienza flegrea, riunendo reperti di vecchio ritrovamento e quelli provenienti dai recenti scavi, secondo una esposizione ragionata per contesti topografici e tematici. Nel museo sono quindi esposti reperti archeologici unici e di straordinario valore.

PROGRAMMA

10:30 Raduno partecipanti all’ ingresso Castello di Baia, via Castello, Bacoli – Napoli

12:30 conclusione attività

INFO E PRENOTAZIONI392 2863436


DOMENICA 23 FEBBRAIO – ORE 10:30

 ANGOLI DI PARADISO BAROCCO: CHIESA E CHIOSTRO DI SAN GREGORIO ARMENO

Il complesso monastico di San Gregorio Armeno, situato su uno dei cardini dell’antico tracciato greco-romano, è un gioiello dell’architettura barocca napoletana. La chiesa conserva le spoglie di Santa Patrizia, vergine discendente dell’imperatore Costantino che nel IV secolo naufragò sulle coste della città, dove sarebbe morta il 13 agosto del 365. Le doti miracolose di Santa patrizia, già note nel secolo XII, per il trasudamento della manna che sarebbe avvenuto dalle pareti sepolcrali che custodivano il corpo della Santa, ed in seguito per la liquefazione del sangue, hanno trovato a Napoli nei secoli ed ancora oggi, eco pari a quelle del più celebre patrono della città, San Gennaro. Visiteremo la chiesa, che conserva autentici tesori d’arte, dagli affreschi di Luca Giordano al soffitto ligneo del fiammingo Teodoro d’Errico ed il bellissimo chiostro del 1580, che conserva l’accesso all’antica cappella dell’idra, il coro dal quale è possibile godere di un affaccio unico sulla navata della chiesa e al centro, fra le piante di agrumi, una fontana marmorea e le statue di Cristo e della Samaritana (1733) del Bottigliero. Un angolo di paradiso nel cuore di Napoli! 

PROGRAMMA

10:30 – Raduno partecipanti presso piazza San Gaetano, all’ingresso della chiesa di San Lorenzo Maggiore – Napoli

12:30 – Conclusione delle attività.

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436