SABATO 25 GENNAIO – ORE 10:30

VULCANICA. IL FUOCO CHE CREA. VISITA AL MUSEO DEL TESORO DI SAN GENNARO E AL DUOMO 

La visita rappresenterà l’occasione per ammirare il Museo del Tesoro di San Gennaro, ricco dei doni fatti per devozione nei secoli da sovrani, papi e gente comune: la Collana di San Gennaro, la Mitra, i calici donati da Ferdinando di Borbone e da Pio IX, l’ostensorio donato da Gioacchino Murat e molte altre opere di inestimabile valore. Al museo sarà presente fino a fine marzo la mostra Vulcanica. Il fuoco che crea dedicata al rapporto tra il Culto di San Gennaro ed il Vesuvio, due entità, una soprannaturale e una naturale, che hanno influito non poco sull’indole e i destini di un popolo. Saranno esposte le immagini raccolte durante i “Gran Tour” e gli oggetti di uso decorativo o dalle simbologie mitologiche e apotropaiche, opere provenienti dal Museo Archeologico Nazionale, dall’Osservatorio vesuviano e altri musei o collezioni private. Al piano superiore sarà possibile ammirare la cappella dell’Immacolata, la sagrestia e l’antisagrestia, con opere di Luca Giordano, una delle più straordinarie decorazioni a stucco realizzate a Napoli nel corso del Seicento e un olio su rame di Massimo Stanzione. Il Duomo, costruito in forme gotiche per volere di Carlo II d’Angiò alla fine del XIII sec., presenta stratificazioni che vanno dal periodo paleocristiano all’Ottocento. Molteplici sono le opere che lo decorano – dalla Pala dell’Assunta, del Perugino, ai battenti degli antichi organi – e le cappelle che vi si aprono, da quella di Santa Restituta alla cripta sotto l’altare maggiore.

Alla fine del percorso in Duomo, per chi vorrà, con un ulteriore biglietto d’ingresso pari a 3 euro, si potrà proseguire la visita all’interno della Cappella del Tesoro.

PROGRAMMA Appuntamento ore 10:30 all’ingresso Duomo, via Duomo, Napoli

Durata: 2,00 ore circa

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436


SABATO 25 GENNAIO – ORE 10:45

PASSEGGIANDO TRA I DECUMANI – SAN LORENZO MAGGIORE E LA CAPPELLA DI SANTA LUCIELLA AI LIBRAI 

Vi invitiamo a partecipare al percorso che conduce al cuore di alcune delle tradizioni più forti del popolo napoletano nel Centro Antico della città. L’itinerario avrà inizio nel cuore della Napoli greco-romana, l’attuale piazza san Gaetano, prima agorà e poi foro dell’antica Neapolis. La visita alla chiesa di San Lorenzo Maggiore ci premetterà di scoprire un capolavoro straordinario in gotico francese, eretto per volere di Carlo d’Angiò là dove sorgeva una preesistente chiesa paleocristiana. Rinnovata in forme barocche nel XVII e XVIII secolo, i restauri novecenteschi ne hanno restituito le originarie forme gotiche. Si proseguirà presso la chiesa di Santa Luciella ai Librai, piccola cappella medievale recentemente restaurata e riaperta dopo anni di chiusura, dove le guide dell’associazione Respiriamo Arte ci spiegheranno come, nei secoli successivi, la chiesa, presa in custodia dai pipernieri, fu dedicata a Santa Lucia, protettrice della visata, per il timore degli operai che le schegge, schizzando dalla pietra, potessero conficcarsi negli occhi. Oltre alla cappella visiteremo la Terrasanta dove per molti anni è stato vivo il culto delle anime pezzentelle e, tra i vari resti, si conserva il famoso teschio con le orecchie, in passato particolarmente venerato dai napoletani per la sua capacità di ascoltare meglio le loro richieste!

PROGRAMMA

10:45 – Raduno partecipanti presso piazza San Gaetano, all’ingresso della chiesa di San Lorenzo Maggiore – Napoli

12:30 – Conclusione delle attività

INFO E PRENOTAZIONI3922863436


Sabato 25 ore 10:30

Il Petraio e Visita al Monastero di S. Nicola da Tolentino con aperitivo in giardino

Quella del Petraio è una speciale passeggiata tra i vicoli panoramici che dal Vomero porta direttamente a  Napoli Centro. Un luogo unico ove poter ammirare la città dall’alto e scoprire un vero e proprio borgo nascosto fatto di bassi, piante e porte personalizzate.
La nostra guida vi accompagnerà poi a Casa Tolentino per visitare il monastero seicentesco di San Nicola da Tolentino, ai piedi della collina di San Martino. Qui, dopo aver visitato il monastero, ci fermeremo per un aperitivo.

Durata: 2 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata con Guida Abilitata
🎤 visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida (a partire da 20 partecipanti).

Appuntamento ore 10:15 uscita funicolare di Via Morghen

Info e prenotazioni: 📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Sabato 25 ore 10:30

San Giovanni a Carbonara e Porta Capuana

Nel centro di Napoli la chiesa di San Giovanni a Carbonara è uno dei migliori esempi di architettura gotica a #Napoli. Dietro una facciata semplice e austera, si celano un numero impressionante di opere d’arte di epoca rinascimentale. L’interno è dominato dal monumento funebre a re Ladislao di Durazzo, un mausoleo scenografico e spettacolare tardo-gotico sviluppato su tre livelli. Alle sue spalle c’è la Cappella Caracciolo del Sole con il monumento di Sergianni Caracciolo, grande siniscalco e amante della regina Giovanna. Qui è possibile ammirare gli affreschi con Storie eremitiche e Storie mariane databili alla metà del XV secolo e il pavimento con mattonelle maiolicate del XV secolo. La visita prosegue percorrendo Via Carbonara, fino a raggiungere Porta Capuana e la Chiesa di Santa Caterina a Formiello, custode sin dalla sua fondazione delle reliquie appartenenti ai Martiri d’Otranto, uccisi dai Turchi il 14 agosto 1480 per non aver rinnegato la propria fede.
Durata: 2 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata con Guida Abilitata
🎤 visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida (a partire da 30 partecipanti).

Appuntamento ore 10:15 esterno chiesa San Giovanni a Carbonara

Info e prenotazioni: 📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Sabato 25 ore 16:30

San Giovanni Maggiore, la Chiesa millenaria

Napoli ha da sempre affascinato persone di tutte le epoche per la sua capacità di mescolare sacro e profano, antico e presente: alcuni luoghi che sembrano racchiudere in sé delle forze misteriose, tali che persino lo scorrere del tempo non riesce ad intaccare la loro potenza.
Tra quesi luoghi sicuramente possiamo menzionare la Chiesa di San Giovanni Maggiore.
La chiesa contiene tracce di tutte le epoche che ha attraversato: dalla sua fondazione, avvenuta intorno al II secolo dopo Cristo come tempio romano all’Editto di Costantino che trasforma il tempio in chiesa, dal terremoto del 1635 alla rielaborazione in stile barocco.
Insomma, questa chiesa, che doveva essere abbattuta, ci racconta Napoli in tanti modi, anche attraverso la Tomba di Partenope (sarà vero?).
La visita prosegue con l’ingresso nelle catacombe e termina nella Chiesa di Santa Maria dell’Aiuto, che conserva oltre 2500 lastre votive in marmo, donate dai fedeli alla Madonna per l’aiuto ricevuto.

Durata: 1 h circa – tour adatto a tutte le età,
visita guidata a cura del parroco.

Appuntamento ore 16:15 Piazza San Giovanni Maggiore Pignatelli

Info e prenotazioni: 📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


DOMENICA 26 GENNAIO – ORE 10:00

 LA CLAUSURA NEL CUORE DI NAPOLI: VISITA GUIDATA LA MONASTERO DELLE TRENTATRE’

I partecipanti all’affascinante percorso, ospitati dalle monache di clausura del monastero, saranno condotti da una guida speciale attraverso uno dei luoghi più “remoti” del centro storico di Napoli, tra arte, storia e carità cristiana. La visita riguarderà i luoghi legati all’operato della nobildonna catalana Maria Lorenza Longo che, giunta a Napoli nel 1506, lasciò un segno indelebile nel popolo napoletano, fondando prima l’Ospedale degli Incurabili, importante opera di assistenza dedicata ai malati che non avevano la possibilità di pagarsi le cure,  e poi il monastero di clausura delle Monache clarisse cappuccine, tuttora esistente, detto anche Monastero delle Trentatrè, dal numero massimo di monache che poteva ospitare, in ricordo degli anni di Cristo. La visita si concluderà con un dono goloso gentilmente offerto dalle monache del convento.                                       

PROGRAMMA

ore 10:00 Raduno partecipanti Porta San Gennaro (Napoli)

ore 12:30 Conclusione delle attività

INFO E PRENOTAZIONI3922863436


DOMENICA 26 GENNAIO – 10:15

ALLE PENDICI DI SAN MARTINO – DALLA PEDAMENTINA  AL COMPLESSO DI SAN NICOLA DA TOLENTINO 

La Cooperativa SIRE vi invita a partecipare ad un interessante tour guidato realizzato in collaborazione con la Cooperativa San Nicola da Tolentino, nata nel 2014 con l’obiettivo di recuperare l’omonimo monastero agostiniano trasformandone una parte dei suoi spazi in B&B. La visita avrà inizio dalla collina di San Martino da dove ha inizio la Pedamentina, lunga scalinata caratterizzata da alcuni tra i più bei scorci dello skyline partenopeo che, con i suoi 414 gradini, rappresenta il primo tratto del percorso che collega il castello al centro storico della città. Attraverso Corso Vittorio Emanuele raggiungeremo Casa Tolentino. Dopo la visita all’interessante chiesa, che presenta opere che vanno dal XVII al XVIII secolo, visiteremo gli spazi del monastero, l’immenso giardino ricco di piante secolari e la terrazza, punto privilegiato da cui godere a pieno la  bellezza del golfo di Napoli. La visita intende riscoprire una delle ricchezze artistiche e culturali di Napoli, proponendo un percorso che sebbene ancora poco conosciuto presenta delle particolarità uniche nel suo genere.  Nel corso della visita a tutti i partecipanti sarà offerto un piccolo “intermezzo goloso”. 

PROGRAMMA

ore 10:15 – Appuntamento presso largo San Martino, Napoli

ore 12:30 – Fine della visita guidata a Corso Vittorio Emanuele (altezza fermata funicolare centrale) 

INFO E PRENOTAZIONI3922863436


Domenica 26 gennaio  alle 10.30 e alle 12.30

Domeniche in Dimore” a Napoli, in visita sei palazzi e due ville

Visite guidate nelle ville e nei palazzi più antichi di Napoli e di tutta la Campania. Un progetto promosso e realizzato dalla Regione Campania con la SCABEC in collaborazione con l’Associazione Dimore Storiche Italiane e il coinvolgimento di circa 30 siti storici, aperti fino ad aprile ogni ultima domenica del mese. Castelli, ville, palazzi ancora abitati dalle famiglie d’origine apriranno al pubblico.

Si inizia il 26 gennaio a Napoli e in provincia con sei Palazzi e due Ville: Palazzo Ricca in via Tribunali sede dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, uno dei palazzi più antichi, realizzato nel Cinquecento dal barone Gaspare Ric-ca, luogo di enorme fascino in cui sono custoditi documenti che sono tesori del-la memoria di Napoli e che ha al suo interno una Cappella con opere di Luca Giordano e Solimena. Il Palazzo Albertini del Principe di Cimitile in via Santa Teresa degli Scalzi è oggi trasformato in condominio ma conserva in-tatti molti fregi e affreschi originali e dove si trova la particolare scalinata di accesso al piano nobile.

Visite guidate anche a Palazzo Donn’Anna a Posillipo, uno dei simboli della città di Napoli, ricco di storie e leggende e la Casa Museo Sergio Ragni, Villa Belvedere a via Aniello Falcone.

In provincia di Napoli saranno aperti al pubblico per le visite guidate la Villa Tufarelli a San Giorgio a Cremano, una delle dimore del Miglio d’Oro, la Mas-seria Astapiana Villa Giusso a Vico Equense, il Palazzo Niglio Jadiccio a Frattamaggiore, uno dei pochi palazzi nobiliari della provincia ancora abita-to dalla famiglia originaria, con il suo accurato restauro di affreschi e opere realizzate in stile tardo barocco e il Palazzo Nucci a Cicciano con i suoi cortili e lo splendido giardino.  Le visite guidate nei siti sono alle 10,30 e alle 12,30.

Le visite guidate sono divise in due turni, uno alle 10.30 l’altro alle 12.30, ciascuna visita prevede la partecipazione di massimo 40 pax.

E’ possibile prenotarsi tramite mail dimorestoriche@scabec.it, o al numero 337.1357218 attivo dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e sabato 25 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 15.00.

Ingresso 5 euro con degustazione ove previsto, 3 euro per i possessori di artecard.

Gratuito fino a 18 anni non compiuti.

Tutte le informazioni su www.campaniartecard.it/domenicheindimora


Domenica 26  gennaio ore 10:30

Rione Sanità e Cimitero delle Fontanelle

Nessun luogo incarna le contraddizioni di Napoli come il Rione Sanità.
A differenza di altri quartieri, quello che contraddistingue la Sanità è il suo potenziale, fatto da una storia antica e ricchezze: Palazzo dello Spagnolo, Palazzo Sanfelice, la Casa di Totò,  la basilica di Santa Maria della Sanitá…..sono solo alcune delle tappe più interessanti di Napoli, tutte in questo tour. Infine raggiungeremo tra i luoghi più suggestivi da visitare: il Cimitero delle Fontanelle. Un luogo avvolto dal mistero e dal fascino esoterico, dal buio e dalla luce, specchio e simbolo di Napoli e della Napoletanità. Queste anime ritenute “anime abbandonate”, per molti anni sono state utilizzate come mezzo di comunicazione tra il mondo dei vivi e quello dei morti.

Durata: 2 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata con Guida Abilitata
🎤 visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida (a partire da 20 partecipanti).

Appuntamento ore 10:15 a Porta San Gennaro

Info e prenotazioni: 📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Domenica 26  gennaio ore 10:30

Il Caravaggio al Pio Monte della Misericordia

Il Pio Monte della Misericordia è un’Istituzione fondata nel 1602 da sette nobili napoletani che decidono di devolvere parte dei propri averi ed il proprio impegno alle opere di carità.

La visita guidata inizia dalla Cappella che custodisce uno dei capolavori di Caravaggio. Il tour prosegue alla scoperta di un vasto patrimonio storico artistico e di una ricca Quadreria: dipinti di diverse scuole ed epoche, tra cui opere di Massimo Stanzione, Jusepe de Ribera, Luca Giordano, Andrea Vaccaro, e una considerevole quantità di dipinti e bozzetti di Francesco De Mura, dono dell’artista all’Istituto.

Durata: 2 h circa
tour adatto a tutte le età
visita guidata con Guida Abilitata
🎤 visita guidata con supporto radio in collegamento con la guida (a partire da 15 partecipanti).
appuntamento ore 10:15 Piazza Riario Sforza

Info e prenotazioni: 📲tel / sms / whatsapp: 3770994320


Domenica 26 gennaio 2020 – 1° turno 10:30 | 2° turno 12:30

Alla Reggia di Portici e lungo il Miglio d’Oro

Una mattinata all’insegna della rievocazione storica che permetterà al pubblico partecipante di rivivere i fasti e le atmosfere della corte borbonica delle Due Sicilie in un percorso di visita e conoscenza della Reggia di Portici (area Esedra e Piano Nobile) attraverso attività didattiche e teatrali, quadri e balli storici e il cambio della guardia.

L’iniziativa, promossa dal Centro Museale della Reggia di Portici in collaborazione con il Dipartimento di Agraria della “Federico II” e la Città Metropolitana di Napoli, è realizzata dal Comitato per la Rievocazione Storica delle Due Sicilie, coordinato dall’Associazione Onlus “Siti Reali” e composto da: Associazione 1° Reggimento Re; Associazione Demetra; Associazione Ferdinando e don Ippolito; Associazione Karma; Associazione Portici Borbonica; Associazione Rievocatori Storici Fantasie d’Epoca; Associazione Società di Danza Napoli e Caserta

PERCORSO:
raduno presso la biglietteria della Reggia di Portici
coordinamento organizzativo Associazione Onlus “Siti Reali”, Associazione Portici Borbonica
accoglienza, assistenza e biglietteria Associazione Demetra
accompagnamento lungo il percorso Associazione Ferdinando e don Ippolito

1° intervento | area dell’Esedra Associazione 1° Reggimento Re e Associazione Karma (durata 10 min): cambio della guardia e intervento teatralizzato
2° intervento | Scalone Monumentale Società di Danza Napoli e Caserta (durata 5 minuti): intermezzo musicale
3° intervento | Sale del Re (‘700) Associazione Rievocatori Storici Fantasia d’Epoca (durata 30 minuti): intervento di figurazione storica
4° intervento | Sale Baciamano e Seta Gialla Associazione Società di Danza Napoli e Caserta (durata 30 minuti): ballo storico.

via Università, 100, Portici (NA), parcheggio interno gratuito,

 ingresso gratuito per i primi 50 partecipanti per turno, € 3,00 ridotto per i successivi

 3891034905  booking@sitireali.it