Appuntamento alla fermata della Metro di Materdei, per scoprire la parte visibile e l’anima nascosta del rione Sanità. Passando dalla guglia dell’Immacolata, scopriremo come il toponimo Materdei derivi dal culto mariano molto diffuso già dalla fine del 1500 nella zona, arricchitasi grazie alla costruzione di monumentali complessi conventuali. Arriveremo alla Sanità attraverso il Ponte, risalente al decennio francese, che è oggi anche simbolo di resistenza e di liberazione durante le Quattro Giornate di Napoli. Visiteremo la Basilica di Santa Maria della Sanità, detta anche San Vincenzo, in quanto dedicata al santo domenicano Vincenzo Ferreri detto ‘o Munacone, scopriremo la storia dei palazzi nobiliari del rione, come il palazzo Sanfelice e il palazzo dello Spagnolo e, infine, visiteremo, grazie all’Associazione Vergini-Sanità, i resti dell’acquedotto augusteo del Serino, grandiosa opera realizzata in età augustea tra le più imponenti del mondo antico, che si sviluppa per circa 100 km, dalle sorgenti fino alla Piscina Mirabilis a Miseno. Nei locali sotterranei del Palazzo Peschici-Maresca, in via Arena Sanità, sono stati recentemente scoperti e identificati due tratti affiancati dell’antico acquedotto con una interessante successione di pilastri ed arcate in laterizi e tufo. Un’evidenza archeologica di eccezionale interesse per ubicazione, complessità e peculiarità costruttive.

DOMENICA 25 MARZO 2017- 10:15

PROGRAMMA

ore 10:15 appuntamento uscita fermata Metro Materdei

ore 12:30 conclusione attività

CON CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO 

La prenotazione è obbligatoria – La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. 

Info e prenotazioni

392 2863436