L’associazione Amira aps, in collaborazione con Il Laboratorio/ Le edizioni di Nola presenta Trickster, la personale di Susanne Ristow a cura di Raffaele Avella e Stefania Trotta.

L’aveva profetizzato nei primi anni ’60 William Burroughs, con il suo romanzo “Il biglietto che esplose“, che il virus più pericoloso è il linguaggio.

Disegno, grafica, pittura, video, performance, installazione, scultura, ricerca artistica – Susanne Ristow combina tutte le sue discipline nel termine “IMAGINERIA”.

Dagli anni ’98 – 2000, durante il suo primo soggiorno partenopeo, ha iniziato un sodalizio artistico con IL LABORATORIO/ le edizioni di Nola, i cui torchi, situati in un vicolo affluente Piazza Nilo, da allora sono la sua tana marina. Nella città di Virgilio, Ristow lascia “signaturae” e nel contempo cerca quelle dei pionieri dell’ambiente e dell’ecologia come Jakob von Uexküll, che già negli anni ’20, quando era ricercatore presso l’acquario Dorn, filmava i comportamenti dei molluschi, capaci di accumulare microrganismi pericolosi, nel golfo di Napoli.

Dopo aver presentato l’anno scorso il libro d’Artista MEDUSA al Pan, torna, questa volta a Nola, per presentare una nuova serie di dipinti ad olio della serie “Trickster“. I dipinti sono eseguiti nei “colori tedeschi” nero-rosso-oro, ma ovviamente giocano con l’ambivalenza dell’attribuzione dell’identità tracciata nell’eccessiva affermazione del colore. Lo spettatore incontra in un selvaggio mix di riferimenti pop-culturali, le tracce di un’intensa disamina dell’area culturale napoletana. Napoli è, per la Ristow, il veicolo perfetto per comprendere l’Europa antica e moderna e le sue condizioni culturali e storiche.

Susanne Ristow (Lubecca, 1971) è un’artista interdisciplinare, museologa e scienziata dei media. Ha studiato presso l’Università di Belle Arti di Braunschweig con Roland Dörfler. Dal 1993 al 1997 ha studiato presso l’Accademia Statale d’Arte di Düsseldorf con Jannis Kounellis. Dal 1998 al 1999 Ristow è stata borsa di studio del German Academic Exchange Service (DAAD) di Napoli, poi nel 2000 borsa di studio della “Aldegrever Gesellschaft” (Münster) e nel 2002 borsa di studio della “WestHyp Foundation” (Dortmund). Dal 2002 si occupa non solo della produzione delle proprie opere, ma anche di educazione artistica. È un membro dell’associazione artistica Capribatterie e. V., che cura da anni scambi artistici e scientifici tra la città tedesca e Napoli. Ristow sta anche comprendendo sempre più le sue lezioni sull’arte come parte del suo lavoro artistico.  Nel 2010 riceve una borsa di lavoro di diversi mesi dalla Cancelleria di Stato del Nord Reno-Westfalia per un soggiorno presso la Fondazione Morra (Napoli) e inizia una collaborazione con il Goethe-Institut Beijing e il Museo Nazionale Cinese. Ristow vive e lavora a Düsseldorf come artista freelance e mediatore d’arte (tra gli altri al Kunstsammlung Nordrhein-Westfalen e al Museum Kunst Palast di Düsseldorf e al Lehmbruck Museum di Duisburg). Nel 2001 ha vinto il Premio Joseph e Anna Fassbender, Brühl.

 Opening giovedì 17 settembre ore 10.00-22.00

Orari Lunedì/venerdì su prenotazione

Amira aps Via San Felice 16 – Nola

T +39 338 8217328 / amiraaps@libero.it