Il profumo di dolci che fuoriusciva dalla saracinesca, ha attirato l’attenzione delle forze dell’ordine che a Villaricca nel napoletano, hanno sorpreso una pasticceria ufficialmente chiusa, in conseguenza del decreto, ma che in realtà continuava a sfornare dolci pasquali.

Pastiere, casatielli, paste e altro ancora hanno letteralmente invaso la via e portato i militari fino al negozio, all’interno del quale due persone erano intente ad impastare e infornare. I due si sono giustificati con le forze dell’ordine spiegando che la produzione era destinata al consumo familiare.

Anche a Mugnano un panificio continuava a lavorare, in barba al decreto di chiusura, per produrre e vendere le tipicità pasquali napoletane.