Ancora una sconfitta di misura, ancora una volta nei minuti finali ed ancora una volta senza meritarlo: dopo Torino in campionato, anche in Spagna in Europa League il Napoli non è assolutamente fortunato. Un arbitraggio quantomeno discutibile(su tutti un rigore netto a favore degli azzurri) contribuisce all’amara serata partenopea. Il gol, bello su punizione, porta la firma diSuarez. Al ritorno, giovedì prossimo al San Paolo, tutto è possibile…


REINA 5,5: ad inizio gara mette una pezza su un suo rinvio così così; non viene mai più impegnato ma sulla punizione probabilmente poteva fare di più…

HYSAJ 6: l’albanese tiene bene in fase difensiva ma non riesce a premere in aiuto a Callejon.

CHIRICHES 6,5: eleganza ed efficacia, fino al minuto 76 è perfetto poi compie un errore dovuto alla troppa sicurezza, poteva costare caro. Tenendo presente che vede il campo raramente… Affidabile.

KOULIBALY 6: un autentico mostro fino a 15/20 minuti dalla fine dove si perde un po’.

STRINIC 5,5: stesso discorso per il biondo terzino che non demerita ma nel finale va in bambola e commette tanti errori.

DAVID LOPEZ 6,5: il centrocampista spagnolo, spesso criticato, è autore di una prova positiva. Molta quantità ma anche una insolita pulizia di calcio. Bene. Al suo posto nel finale entra ALLAN s.v.

VALDIFIORI 5,5: non demerita ma suo malgrado si macchia del fallo(c’era?)che provoca la punizione vincente del Villareal. Non efficace tatticamente come Jorginho, si inventa però un assist al bacio per Callejon che spreca malamente.

HAMSIK 5: oh capitano, mio capitano…ma cosa mi combini! Sbaglia tanti tocchi semplici e non incide. Mai!

CALLEJON 6: difficile, quasi impossibile dare un’insufficienza a questo fenomenale e generoso calciatore. Si mangia un gol, è vero, manca qualche ultimo passaggio che poteva risultare decisivo, ma a conti fatti si guadagna un rigore che solo la discutibile squadra di arbitri non vede. Esce per INSIGNE 6, che cerca senza gloria di scuotere i suoi. Si procura una pericolosa punizione che però non riesce a sfruttare. Tatticamente è diventato straordinario.

GABBIADINI 5,5: negli ultimi tempi vede poco il campo, questo lo demoralizza, è palese. Vorrebbe spaccare il mondo ma è poco lucido e spreca qualche vantaggiosa situazione. Esce perHIGUAIN 6 che fa sentire il suo peso ma non riesce ad essere decisivo. Si rifarà al ritorno.

MERTENS 5: il belga sta attraversando una fase di involuzione preoccupante. Salta quasi mai l’avversario e talvolta sbaglia la scelta della giocata. Attendiamo un suo pronto risveglio per il rush finale di stagione.

SARRI 6: scelte coraggiose, diversi cambi ma sempre tanta personalità per questo Napoli che vince il premio della sfortuna. In vista del ritorno siamo piuttosto fiduciosi.