La villa completamente restaurata rappresenta un modello, tra i più
rilevanti, dell’architettura neoclassica napoletana. l’edificio venne
progettato da Pietro Valente nel 1826, quando Ferdinando Acton, decise
di costruirsi una residenza lungo l’asse stradale che fiancheggia la
Villa reale, la particolarità, si riflette nella sistemazione
dell’edificio al centro di un immenso parco, secondo la tradizione
inglese.

La villa, acquistata nel 1841 dai Rothschild venne radicalmente
trasformata.
Successivamente divenne proprietà dei Pignatelli e con l’arredo che la
costituiva venne così fondato il Museo intitolato a Diego Aragona
Pignatelli Cortes, uno dei pochi esempi, se non l’unico, per
l’intrinseco rapporto fra edificio e collezioni, di Casamuseo esistente
oggi.

L’appartamento si snoda attorno ai tre salottini centrali: quello
azzurro, che introduce alla grande sala da ballo, quello rosso, che
conserva l’aspetto sontuoso conferitogli nel periodo Rothshild, quello
verde infine costituisce l’ambiente di raccordo fra la sfarzosa
biblioteca, dal ricco parato in cuoio impresso in oro della fine
ottocento.

La sala da pranzo, di recente restituita all’antico splendore con
l’esposizione della tavola imbandita con i piatti e le posaterie di casa
Pignatelli…
appuntamento ore 17.00 INGRESSO VILLA PIGNATELLI

DOMENICA 6 MARZO ORE 17.00

PER TUTTI I PERCORSI DI VISITA C’ E’ BISOGNO DELLA PRENOTAZIONE Che è
OBBLIGATORIA
3404778572/3451513951
info@medeart.it
www.medeart.eu