Il questore di Napoli Alessandro Giuliano ha vietato i funerali di Luigi Caiafa, il ragazzo di 17 anni ucciso a Napoli domenica notte da un poliziotto durante una rapina ai danni di tre ragazzi a bordo di una Mercedes all’angolo tra via Duomo e via Marina. Sul corpo del ragazzo si è svolta ieri l’autopsia, che ha chiarito che ad uccidere il minorenne siano stati due colpi di pistola, che lo avrebbero colpito mortalmente alla gola e alla schiena. Secondo l’avvocato Giuseppe De Gregorio, che difende la famiglia della vittima, un proiettile avrebbe colpito Luigi allo zigomo, fuoriuscendo dal collo, mentre un altro sarebbe entrato dal dorso, fuoriuscendo dall’addome.

Il complice del 17enne, Ciro De Tommaso, 18 anni, figlio dell’ex capo ultras del Napoli Genny ‘a Carogna, si trova invece in carcere con l’accusa di rapina, resistenza, ricettazione e porto d’armi per essere stato in possesso di un coltello. La pistola utilizzata per la rapina, invece, è risultata un giocattolo.

A proposito dell'autore

Post correlati