DALLA GROTTA AL MARE: VISITA ALLA GROTTA DI SEIANO E AL PARCO ARCHEOLOGICO DEL PAUSILYPON

SABATO 14 OTTOBRE  2017 – ORE 10:00

Il percorso di visita partirà dalla Grotta di Seiano, che si apre al termine della Discesa Coroglio. L’imponente grotta, in realtà una galleria artificiale realizzata in epoca romana dall’architetto Lucio Cocceio, obliata dal tempo e dall’accumulo di materiali, fu scoperta per caso nel 1840 e riattivata per interessamento di Ferdinando II di Borbone. Il traforo, della lunghezza di circa 780 m, attraversa la collina tufacea di Posillipo, collegando l’area di Bagnoli e dei Campi Flegrei con il Vallone della Gaiola. Dei tre cunicoli, che davano luce e ventilazione al percorso, ne restano aperti solo due (in uno di questi sir Arthur Conan Doyle, il creatore di Sherlock Holmes, rimase incastrato durante una visita). Superata la grotta, si accede all’area della villa di Pollione (alla quale, prima del traforo, si arrivava soltanto via mare), comprendente i resti di un teatro maggiore, la cui gradinata è costruita sfruttando il pendio della collina, secondo un collaudato schema costruttivo tipico dei teatri greci.

Un giardino porticato divide la scena del teatro maggiore da un secondo teatro, di dimensioni minori e coperto: l’Odeion, destinato alle audizioni di poesia e musica. Presenta anch’esso una cavea, ovviamente più piccola, alcune sale con pavimenti a mosaico e in marmo e resti di rivestimenti parietali dipinti. La disposizione delle varie strutture sfruttava al meglio l’esposizione del sito per offrire una panoramica spettacolare.

PROGRAMMA

10:00 – Raduno partecipanti presso lo spiazzo adiacente la Grotta di Seiano (piccolo belvedere a pochi metri dall’ingresso)  discesa Coroglio 36 – Napoli

12:00 – Fine della visita guidata 

CON CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO 

N.B. La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI

3922863436 – cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it – FB: Sire Coop – INSTAGRAM: Sire Coop 


TRA SANTI E ANIME PEZZENTELLE: DA SAN GREGORIO ARMENO ALL’IPOGEO DEL PURGATORIO AD ARCO

SABATO 14 OTTOBRE 2017 h 10:00

Vi invitiamo a partecipare al percorso che conduce al cuore di alcune delle tradizioni più forti del popolo napoletano nel Centro Antico della città. Il complesso monastico di San Gregorio Armeno, situato su uno dei cardini dell’antico tracciato greco-romano, è un gioiello dell’architettura barocca napoletana. La chiesa conserva le spoglie di Santa Patrizia, vergine discendente dell’imperatore Costantino che nel IV secolo naufragò sulle coste della città, prendendo alloggio nell’antico convento basiliano, dove sarebbe morta il 13 agosto del 365. Le doti miracolose di Santa Patrizia, già note nel secolo XII, per il trasudamento della manna che sarebbe avvenuto dalle pareti sepolcrali che custodivano il corpo della Santa, ed in seguito per la liquefazione del sangue, hanno trovato a Napoli nei secoli ed ancora oggi, eco pari a quelle del più celebre patrono della città San Gennaro. Visiteremo anche il bellissimo chiostro del 1580. Al centro, fra le piante di agrumi, una fontana marmorea e le statue di Cristo e della Samaritana (1733) del Bottigliero.

L’itinerario proseguirà nella chiesa del Purgatorio ad Arco, capolavoro barocco, nato nel 1616 su commissione di famiglie nobili napoletane che volevano realizzare un luogo di sepoltura con una facciata probabilmente disegnata da Cosimo Fanzago ed un interno che si presenta luminoso e impreziosito dai fregi decorativi e marmi policromi nei quali si nota la creatività di Dionisio Lazzari, insieme a numerose opere d’arte di Luca Giordano e di Massimo Stanzione. Al di sotto della chiesa si trova invece l’Ipogeo, un’area cimiteriale del XVII secolo, piena di immagini e simboli funerari, teschi e ossa, con altare in piperno e pavimento realizzato dai fratelli Massa, dove sono riconoscibili nicchie sepolcrali e sepolture nella terra, tra le quali spicca quella della giovane Lucia coperta dal velo nuziale, forse morta in un naufragio insieme al suo sposo. Insieme alle tombe nell’ipogeo si trovano molti ex voto, dono dei devoti napoletani e vivida testimonianza di quanto il culto per i culto per i defunti fosse vivido nel popolo partenopeo.

Programma

10:00 – Raduno partecipanti presso piazza San Gaetano, all’ingresso della chiesa di San Lorenzo Maggiore – Napoli

12:30 – Conclusione delle attività.

Con contributo organizzativo 

N.B. La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI

3922863436 – cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it – FB: Sire Coop – INSTAGRAM: Sire Coop 


MERAVIGLIE DI ARTE E FEDE: VISITA ALLA STRAORDINARIO COMPLESSO DELLE BASILICHE PALEOCRISTIANE DI CIMITILE

DOMENICA 15 OTTOBRE  2017 – h 10.30

La Cooperativa Sire vi invita a una interessante visita che riguarderà il Complesso Basilicale paleocristiano di Cimitile, eccezionale esempio di arte e fede efondamentale testimonianza nella storia della cristianità occidentale. Il complesso comprende diversi edifici fra chiese e resti di basiliche, spesso decorate con mosaiciaffreschi, ed è un importantissimo monumento di arte paleocristiana, una dei maggiori in Europa. Dopo le difficili operazioni di scavo e i notevoli lavori di restauro, è possibile oggi intuire la complessa stratificazione dalla basilica di S. Felice in Pincis, comprendente quel che resta della basilica originaria a due navate, alla quale Paolino addossò, perpendicolarmente, un nuovo edificio di culto, a tre navate. Si aggiunsero in seguito la Basilica di San Gaulonio e la chiesetta dei Santi Martiri, interamente affrescata e costruita con i materiali di risulta della preesistente necropoli romana. Quindi, dal VI sec. d.C. in poi, furono aggiunte al complesso le basiliche dei Santi Stefano e Lorenzo, dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista, di San Tommaso e la basilica medievale della Santa Vergine. Attualmente è parte del complesso archeologico delle basiliche anche l’Antiquarium dove si conservano epigrafi, marmi riutilizzati, reperti ceramici, tra cui vasi e lucerne. 

PROGRAMMA

ore 10:30 – Raduno partecipanti presso l’ingresso del Complesso basilicale in via Madonelle, Cimitile

Ore 12:30 – Fine della visita guidata                                                                                     

CON CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO 

Come arrivare:

– Per chi viaggia in treno, la stazione più vicina è quella di Cimitile (Ferrovia Circumvesuviana, linea Napoli-Baiano)- il treno da Napoli Portanolana è alle ore 9,17 (arriva alle 10,09)

– Chi arriva a Cimitile in automobile, può servirsi del raccordo autostradale Napoli-Salerno; dopo 700 m, superare il cartello Pomigliano d’Arco e proseguire lungo l’autostrada E842-A16 per 16,6 km; superare il cartello Nola-Caserta, girare a destra e proseguire per l’autostrada A30 per 1,5 km; superare il cartello Nola, girare a destra e proseguire per la SS 7 bis Variante per 524 m; proseguire lungo la via Nazionale delle Puglie per 504 m, quindi per la SS 7 bis per 2 km e girare a sinistra; seguire via Tanzillo per 109 m, girare a destra per via Colombo per 58 m, svoltare infine a sinistra proseguendo per via Cisterna per 65 m. 

N.B. La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.
INFO E PRENOTAZIONI: 3922863436 – cultura@sirecoop.it –www.sirecoop.it – FB: Sire Coop – INSTAGRAM: Sire Coop


SCENDENDO IL MOIARIELLO: PASSEGGIATA TRA STORIA E PANORAMI

DOMENICA 15 OTTOBRE 2017- 10:30

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in una piacevole passeggiata tutta in discesa, tra vicoli, palazzi nobliari e scorci panoramici di una bellezza unica! Da via Capodimonte scenderemo il primo tratto di via Moiariello, la cui etimologia deriva probabilmente dal termine moggio, antica misura di superficie agraria. Da qui si scorge la torre del Palasciano, corpo architettonico più noto di un grande complesso in stile neorinascimentale voluto in età post unitaria dal medico precursore della croce rossa, Ferdinando Palasciano. Percorreremo poi via Ottavio Morisani, chiamata anche la Posillipo dei poveri per il suo  panorama che si affaccia sul Golfo di Napoli, mostrandoci il Vesuvio, la penisola Sorrentina, Capri, San Martino, le cupole del centro storico! Proseguendo per altri vicoli ricchi di storia arriveremo nella zona dei Miracoli, che prende il nome dalla chiesa di Santa Maria dei Miracoli, nell’omonima piazza. Da qui, attraverso i vicoli nati urbanizzati già nel Cinquecento nella zona nord esterna alla murazione antica, arriveremo nel rione Sanità. L’itinerario si concluderà presso il ponte della Sanità, a Corso Amedeo di Savoia, a tre fermate di autobus (e 15 minuti circa di cammino) dal luogo di partenza.

PROGRAMMA:

ore 10:30 – raduno presso ingresso del bar Passaro, in via Capodimonte 21, di fronte all’ingresso di Porta Grande

Visita guidata

ore 12:30 – Fine delle attività

CON CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO 

N.B. La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI

3922863436 – cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it – FB: Sire Coop – INSTAGRAM: Sire Coop

A proposito dell'autore

Simona Caruso

Post correlati