Un Napoli disastroso perde a Verona e lancia un segnale negativo al campionato; una doppietta di Toni piega gli azzurri e consegna ai veneti una posizione di classifica piuttosto tranquilla.

ANDUJAR 5: anche lui appare insolitamente in bambola, incerto sul primo gol ed in alcuni interventi.

MESTO 4: qualcuno gli spieghi la regola del fuorigioco. Praticamente un disastro in entrambe le fasi. Al suo posto HIGUAIN 5 che si innervosisce e basta.

ALBIOL 5,5: prova a mettere una pezza ma è scarsamente aiutato dai compagni.

BRITOS 4,5: lui è un calciatore mediocre e quindi le prestazioni non possono andare oltre dei limiti che non appartengono all’uruguagio.

GHOULAM 4: male, anzi malissimo. Parte sbagliando tutto, si fa ammonire subito e soffre maledettamente Jankovic, a cui fa fare per una serata la figura di Garrincha.

INLER 6: conferma lo stato di forma di questo periodo. Lo ammiriamo per la lotta continua per tutti i 90 minuti, cerca di distribuire il gioco in modo pulito. Non basta.

DAVID LOPEZ 4: viene da piangere, sbaglia tocchi che insegnano al primo giorno di scuola calcio. Pietoso.

MERTENS 5,5: come al solito ci prova in tutti i modi, ma predica praticamente nel deserto. Lui gira a velocità che non appartengono neanche lontanamente al resto della truppa, almeno stasera.

HAMSIK 5: nel primo tempo regala un assist a Duvan su un bell’inserimento ma è l’unica cosa in una partita opaca. GABBIADINI s.v. entra per giocare dieci minuti e fa capire l’assurdità del tenerlo fuori con un tiro dalla distanza praticamente da fermo che si scaglia sul palo.

DE GUZMAN 3,5: vorremmo trovare un aggettivo meno doloroso ma quello più appropriato ci sembra ridicolo. Non riesce nemmeno in un passaggio, la sua presenza non ce la spieghiamo. Ghost! Al suo posto subentra CALLEJON 6 che entra a frittata fatta e subito deve andare a fare il terzino. Prova a dare qualità alla manovra e cerca qualche inserimento dei suoi, ma non trova collaborazione.

DUVAN 5: non riesce a graffiare, la becca quasi mai e risulta inutile. Brutta gara.

BENITEZ 3: caro mister, stasera anche il tuo più fiero e acceso sostenitore non può esimersi dal giudicarti in maniera negativa. Approccio disastroso, molte scelte che lasciano perplessi. D’accordo centellinare le forze e ruotare i giocatori a disposizione ma in un momento topico della stagione, in un campo difficile dove una piazza intera tiene in maniera particolare a questa gara, non si può tenere in panca Callejon, Higuain, Gabbiadini, Maggio e far fare la figura del Real Madrid al Verona. Toni, 37 anni che fa due gol, calciatori mediocri che fanno i fenomeni. Terza sconfitta in trasferta consecutiva e la Lazio che può scappare da sola al terzo posto. I tifosi sono arrabbiati e si sentono traditi, caro Rafa non si accettano più errori e distrazioni d’ora in avanti. Basta!

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati