Oltre trenta opere in esclusiva, più di venti ospiti, grandi autori italiani, da Enrico Ghezzi al Maestro Giuliano Montaldo, insieme a giovani cineasti nazionali e internazionali con storie di regimi, di periferia e di passioni, e un omaggio a Federico Fellini: torna “Venezia a Napoli. Il cinema esteso”, nona edizione, la manifestazione diretta da Antonella Di Nocera che dal 22 al 28 ottobre 2019

“Colectiv” di Alexander Nanau sulla corruzione del sistema sanitario, “Life as a B-Movie: Piero Vivarelli” con il regista Niccolò Vivarelli che presenta il doc sul padre, il rivoluzionario regista, sceneggiatore e paroliere Piero Vivarelli, “Atlantis” di Valentyn Vasyanovych, Miglior Film della sezione Orizzonti, sono le anteprime oggi, sabato 26 ottobre.

Il programma comincia al cinema Astra (Via Mezzocannone 109) alle ore 17 con “Colectiv” di Alexander Nanau. In seguito al tragico incendio scoppiato in un night club in Romania, alcune persone cominciano a morire negli ospedali in cui erano state ricoverate, sebbene le loro ustioni non fossero gravi. Una squadra di giornalisti investigativi entra in azione, per scoprire l’enorme corruzione del sistema sanitario e di altre istituzioni nazionali. Rintracciando le testimonianze di giornalisti, informatori e funzionari del governo, “Colectiv” diventa un profondo, inflessibile sguardo sul prezzo della corruzione e della verità.

Alle 19,30 Nathalie Giacobino presenta “Federico Fellini in frames”, Pillole d’Archivio Istituto Luce Cinecittà: in visione 18 brevi video sul grande regista, dagli anni ’50 agli anni ’80,  con curiosità sul set e fuori dal set, la consegna di moltissimi dei premi ricevuti tra cui l’Oscar Miglior Film straniero per “8 ½”, il lavoro di doppiaggio per il film “Casanova”, prove di scena con Giulietta Masina e Sandra Milo nel film “Giulietta degli spiriti” e molto altro.

La rassegna prosegue alle ore 20 con il documentario “Life as a B-Movie: Piero Vivarelli” di Fabrizio Laurenti e Niccolò Vivarelli, quest’ultimo in sala per presentare il lavoro sul padre: il rivoluzionario regista, sceneggiatore e paroliere Piero Vivarelli. Interviene il giornalista Gianni Valentino. Regista di B-movies italiani di tutti i generi, paroliere di successi musicali, tra cui “24.000 baci” di Adriano Celentano, e sceneggiatore dello spaghetti western “Django” di Quentin Tarantino, Vivarelli viene raccontato con una narrazione creativa: esagerata, ironica, sensuale, piena di vitalità, musica, e tanta azione.

Alle ore 22 il Miglior Film della sezione Orizzonti “Atlantis” di Valentyn Vasyanovych, introduce Bruno Roberti. In Ucraina orientale, in un futuro molto prossimo, un ex soldato che soffre di stress post-traumatico, non riesce ad adattarsi alla sua nuova realtà: una vita a pezzi, un Paese in rovina. Il film sarà proiettato anche al Cinema Magic Vision di Casalnuovo alle 18,30, dove alle ore 21 segue “Bu San (Goodbye, Dragon Inn)” di Tsai Ming- Liang (2003), in versione restaurata. Gli eventi al Magic Vision sono realizzati in collaborazione con “Sguardi ostinati” e introdotti da Angelo La Pietra.

Tutti i film stranieri sono proiettati in versione originale e sottotitolati in italiano.

Domenica 27 ottobre

All’Astra alle ore 16 il film d’animazione, Premio per la Migliore Sceneggiatura a Venezia, “No.7 Cherry Lane” di Yofan, storia di uno studente di letteratura inglese della Hong Kong degli anni ’60, che rimane coinvolto in un triangolo amoroso con la donna a cui sta facendo da tutor e la madre di quest’ultima. In collaborazione con l’Istituto Confucio di Napoli, il film sarà presentato dalla direttrice Prof.ssa Paola Paderni. Alle ore 18,15 Maddalena Stornaiulo presenta “Sufficiente”, il corto, evento speciale alle Giornate degli autori, che racconta di una scuola della periferia nord di Napoli e di uno studente, più volte bocciato, alle prese con la licenza media. Protagonista alle 19 il regista Franco Maresco con la proiezione di “La mafia non è più quella di una volta”, un viaggio dentro la mafia e l’antimafia nella Palermo di oggi, Premio Speciale della Giuria a Venezia. Introducono Antonella Di Nocera e Bruno Roberti. In serata alle 21,30 il film documentario “Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari” di Simone Isola e Fausto Trombetta. Vita e cinema nella parabola umana di Claudio Caligari raccontati attraverso le tappe della lavorazione di “Non essere cattivo”, con le immagini e i ricordi di attori e tecnici del suo terzo ed ultimo film. I registi presenteranno il film anche alla visione delle 18 al Teatro Ricciardi di Capua con introduzione di Francesco Massarelli. Al Ricciardi, segue alle ore 21, la proiezione di “All this Victory” di Ahamad Ghossein (Gran Premio Settimana Internazionale della Critica).

Lunedì 28 ottobre

Chiusura con due appuntamenti. Alle ore 10 nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, proiezione di SIC@SIC, i cortometraggi della Settimana della Critica, in collaborazione con la scuola di cinema e televisione dell’Accademia di Belle Arti. Interverranno Stefano Incerti, Diego Del Pozzo ed Eddie Bertozzi dello staff di Sic Venezia. Alle ore 19 all’Institut Français, il film documentario sul rivoluzionario stilista Pierre Cardin “House of Cardin” di P. David Ebersole, Todd Hughes. Sarà presente Rodrigo Basilicat Cardin, direttore generale di Pierre Cardin Group. Saluti del console generale di Francia Laurent Burindes Roziers a Napoli e di Antonella Di Nocera.