A San Felice a Cancello, comune del casertano, dopo i furti e i raid vandalici, è arrivata la telefonata del ministro Lucia Azzolina, ma soprattutto l’impegno di spesa per poter riaprire in totale sicurezza il 24 settembre prossimo.

L’istituto Francesco Gesuè, che comprende sei plessi – due scuole dell’infanzia, tre primarie e una secondaria di primo grado, ovvero l’ex media – per un totale di 805 alunni, verrà ripristinato così in tempi brevissimi. Uno dei plessi, il Don Milani, con 150 bambini della primaria (ex elementare), è chiuso dal novembre 2019 per criticità strutturali, e pochi giorni fa è stato teatro di un atto vandalico, con le mura imbrattate e le porte divelte; la preside, Teresa Mauro, di fronte all’immagini del raid, che si somma ad episodi simili e a furti avvenuti nei mesi scorsi anche negli altri plessi, ha pianto per lo sconforto. “Dal Ministero sono stati velocissimi – dice entusiasta la Maurofacendomi sentire davvero la presenza e la vicinanza dello Stato. Ringrazio il ministro Azzolina per la sua sensibilità“. A fine settembre arriverà anche il 50% dei banchi monoposto, l’altra metà a fine ottobre.

Nella telefonata di ieri mattina la Ministra Lucia Azzolina, che ha saputo della vicenda da un funzionario del ministero che è originario di San Felice a Cancello, ha telefonato alla dirigente esprimendo “vicinanza” ma soprattutto garantendo “sostegno concreto e immediato per poter aprire i plessi in sicurezza“. Dal Miur è così arrivato l’impegno di stanziare 30mila euro, che serviranno per mettere le grate alle finestre e installare le telecamere esterne per dissuadere ladri e vandali.