Chi non accetta il vaccino ignora gli aspetti importanti, bisogna lavorare sull’informazione e sulla comunicazione“. Lo ha dichiarato il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva intervenendo nella trasmissione Barba&Capelli condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc Targato Italia.

Su una nuova centralità della medicina territoriale Verdoliva ha sottolineato: “Ho sempre dato molta importanza alla prevenzione. Il Covid ha spento questo percorso ma sono certo che il 2021 sarà migliore perché raccoglieremo il grande lavoro fatto, a partire dall’esperienza della pandemia e lo dedicheremo alla prevenzione e alle cure domiciliari“. Sui vaccini il dirigente ha spiegato: “Ci sono le schegge impazzite che immettono il dubbio nelle persone. Bisogna dare spazio a tutte le voci ma a quelle scientificamente preparate. Si sentono troppi tuttologi“.

E poi ha illustrato il piano di vaccinazione per la Campania: “Sono all’ospedale del Mare e abbiamo iniziato i vaccini al personale sanitario e non, perché al più presto vogliamo dichiarare gli ospedali free Covid per gli operatori ed offrire un ottimo servizio ai cittadini. Dal 7 gennaio inizieremo migliaia di vaccinazioni alla Mostra d’Oltremare e poi ci sarà l’ondata di vaccinazione in primavera con 3-400mila persone. Bisogna farci trovare il più preparati possibile per tutte le persone che vorranno vaccinarsi”.