Un’odissea lunga due secoli: i marmi del Partenone 8° puntata

a cura di Giorgio Manusakis

Considerazioni sul valore simbolico dei marmi

A nostro avviso il valore simbolico racchiuso nei fregi del Partenone basterebbe da solo a giustificarne la restituzione. Se su tutte le considerazioni di carattere artistico e storico ci possono essere opinioni contrastanti, spesso opposte, dovute ai vari punti di vista, non ci possono essere opinioni contrastanti su ciò che rappresentano i marmi ed il Partenone per i greci dal punto di vista emotivo; si può solo scegliere se tenerne conto o meno. Noi di miti3000 scegliamo di tenerne conto e anche in misura più rilevante rispetto alle altre questioni affrontate. Per spiegarne il perché, partiremo dalle parole dette dall’indimenticabile Melina Mercuri: I marmi sono l’essenza della grecità. Sono il nostro orgoglio e la nostra aspirazione. Queste parole, a nostro avviso, già spiegano l’ineguagliabile valore simbolico del Partenone e dei suoi marmi, ma cercheremo di andare oltre e di ampliarne la visione.
Se avete visitato il nostro sito alla sezione “i luoghi del mito”, avrete avuto modo di vedere le foto di templi, statue, ma anche solo di spiagge, la cui origine si perde nel vortice del tempo e, ancor più, del mito; avrete visto le foto del teatro di Epidavros, dove da oltre 2000 anni il teatro viene rappresentato nella sua vera essenza; avrete visto lo stadio di Olimpia, scena delle più note e prestigiose competizioni sportive dell’antichità e, a distanza di millenni, nuovamente luogo di gare durante le Olimpiadi greche del 2004; ma, leggendo le storie che ruotano intorno a questi luoghi, avrete visto anche come una semplice fonte d’acqua, come quella di Aghia Monì o una bellissima baia dove i turisti, spesso ignari, fanno il bagno, come quella di Assini, siano avvolte dal velo immortale del mito. Quando si arriva in Grecia, ci si accorge che ogni tempio, ogni statua, ogni montagna, ogni spiaggia e ogni piccola pietra, è avvolta da questo velo immortale che è il mito e che le sue radici sono ovunque, essenza stessa della Grecia. Quando si è in Grecia o si parla della Grecia dal punto di vista storico o culturale in genere, non si può prescindere dal mito. Il mito, che troviamo nella religione, nell’arte, nel teatro e che in Grecia è ovunque, è un elemento base della cultura e della civiltà ellenica e, quindi, dell’intera civiltà occidentale che da essa si è sviluppata ed evoluta. Ma se ci chiediamo cosa possa essere talmente grande da racchiudere e simboleggiare tutto ciò, la risposta non può essere che una: Atene, la sua Acropoli, il suo Partenone. Dunque, a nostro modo di vedere, il Partenone è il simbolo dell’essenza della grecità, emblema dell’intera civiltà occidentale. Vedere un’opera d’arte mutilata, fa soffrire ogni persona che abbia un minimo di sensibilità, ma privare il Partenone di una parte così importante come i fregi, che rappresentano la processione panatenaica, e l’Eretteo di una delle Cariatidi che lo sorreggeva, è come mutilare ogni cittadino greco di una parte della sua essenza e della sua anima. E quanto sia alto il valore simbolico dell’Acropoli per i greci ce lo ricorda la targa affissa alla base della bandiera ellenica in memoria dei patrioti greci, morti per far sventolare nuovamente la bandiera greca al posto di quella nazista; i patrioti che hanno compiuto quel gesto simbolico, coscienti di andare incontro alla morte, lo hanno fatto per non vedere la loro essenza di greci ed il simbolo a loro più caro, l’Acropoli, infangato da una bandiera indegnamente innalzata sulla collina sacra a chi, la democrazia, l’aveva inventata. Crediamo che quanto qui scritto brevemente, insieme a tutte le altre testimonianze della cultura e della civiltà ellenica che trovate nelle pagine di miti3000, possa bastare a spiegare l’essenza della grecità e l’importanza che essa ha per l’umanità e ancor di più per i greci. Ed è per l’enorme valore simbolico che il Partenone rappresenta per la Grecia, ma non solo, che auguriamo ai fregi del Partenone che la loro odissea, lunga ormai due secoli, termini quanto prima allo stesso modo in cui terminò, millenni prima, quella del loro più celebre patriota che li precedette, Ulisse: con il rientro a casa….

Vi ricordiamo che potete trovare tutte le puntate ed i racconti mitologici nella sezione “Storie Mitologiche” del nostro sito Napoliflash24.it.

http://www.napoliflash24.it/category/turismo-2/storie-mitologiche/

Fine 8° Puntata

111

  098

108

Foto del British Museum