Un’odissea lunga due secoli: i marmi del Partenone 7° puntata

a cura di Giorgio Manusakis

…Ricordiamo, a tal proposito, che nel nuovo museo dell’Acropoli è stata progettata un’apposita sezione dove esporre i marmi in modo da dare una visione armonica d’insieme. Ma molto più recentemente, la maggioranza degli architetti greci ha espresso la convinzione che il posto ideale dove dovrebbero essere posti i marmi, sia proprio il frontale originale; non solo per motivi artistici, ma anche perché, contrariamente a quanto si riteneva in passato, ne migliorerebbero la staticità. Questa nuova tendenza è espressa sul TEE, rivista ufficiale dell’ordine degli architetti ed ingegneri greci, nr.2283 del 16/02/2004 (vedi aggiornamenti).

In merito sempre a questioni artistiche, molti evidenziano che i marmi sono al British Museum da ormai due secoli e che se fossero restituiti si distruggerebbe un contesto storico creato due secoli fa. Il fatto, a nostro parere, è vero; ma rappresenta l’aspetto di una questione discussa ormai da tempo da storici e archeologi, senza che si possa trovare una soluzione univoca. È opinione diffusa che le opere d’arte dovrebbero sempre rimanere nel loro contesto originale, dove sono state concepite, ideate e realizzate. Se per motivi storici vengono invece asportate rimanendo altrove per secoli, inevitabilmente creano un nuovo contesto storico, il quale verrebbe a sua volta danneggiato in caso di una nuova asportazione. A noi sembra il classico serpente che si morde la coda; ma, al di là del fatto che non bisogna dimenticare che Lord Elgin ha distrutto un contesto più lontano da noi nel tempo ma che durava da oltre due millenni (qualche anno in più di due secoli), siamo del parere che, proprio perché ogni singolo contesto è diverso e ugualmente importante, si debba analizzare caso per caso quale sarebbe il contesto migliore dove collocare un’opera d’arte. Il caso di cui stiamo parlando, rappresenta un unicum in questo senso. Il Partenone non è una semplice statua o un’anfora. “Dal 1817, anno in cui i marmi del Partenone vengono finalmente esposti al pubblico nelle sale del British Museum, i rilievi di Fidia diventano il massimo simbolo della classicità. E la loro immagine comincia a riflettersi all’infinito, in una miriade di studi, di imitazioni, di riprese. Le tracce di quelle sculture nell’arte italiana e la loro influenza sulla cultura artistica inglese e sulla pittura francese, testimoniano la forza delle loro suggestioni…” (Introduzione a “L’eco dei marmi” di Vincenzo Farinella/Silvia Panichi). L’influenza dei marmi è stata tale pur se esposti in un museo e nonostante non sia rispettata la sequenza originaria della processione panatenaica. La nostra idea è che se i marmi tornassero nel loro contesto originale, potrebbero potenziare la loro capacità di suggestione, perché si creerebbe un nuovo/antico contesto in cui verrebbero inseriti e sarebbero ammirati con occhio diverso, come non lo sono da ormai due secoli, a tutto vantaggio dell’arte e dunque dell’umanità intera. Provate ad immaginare: se queste opere d’arte uniche al mondo hanno influenzato artisti di ogni genere e luogo pur essendo esposti senza ordine dietro il vetro di un gelido museo, quanto potrebbero influenzare ancora oggi l’arte se fossero rimessi dov’erano, sul maestoso Partenone, con l’Eretteo accanto e i Proplilei davanti, immersi nel mito di cui sono l’emblema, sulla divina collina dell’Acropoli.

Se è vero che ogni opera d’arte è tanto più grande quanto maggiori sono le emozioni che suscita e che l’artista riesce a trasmettere, si possono mai paragonare le emozioni che può provare l’animo di un’artista che si dovesse trovare a vedere i marmi lì, dove Fidia li scolpì e in quel contesto, e quelle che, invece, può suscitare il lui il vederle nel …British Museum? Noi crediamo che la loro attuale collocazione ci stia facendo perdere altre opere d’arte: quelle che sarebbero state create se i marmi fossero ancora lì…

Vi ricordiamo che potete trovare tutte le puntate ed i racconti mitologici nella sezioneStorie Mitologiche del nostro sito Napoliflash24.it.

http://www.napoliflash24.it/category/turismo-2/storie-mitologiche/

Fine 7° Puntata