Un’odissea lunga due secoli: i marmi del Partenone 4° puntata

a cura di Giorgio Manusakis

Passiamo ora alle varie posizioni pro e contro la restituzione dei marmi e alle loro motivazioni

La posizione di miti3000

La nostra opinione è che i marmi debbano essere restituiti alla Grecia. Cercheremo ora di spiegare nel modo più chiaro le motivazione alla base di questa nostra posizione.

Questo paragrafo vuole essere una sorta di premessa in cui riporteremo alcune delle posizioni espresse da chi ritiene che i marmi vadano restituiti e che sono da noi condivise. Da ricordare la dichiarazione nr.1.3.272 del Parlamento Europeo sulla restituzione dei fregi del Partenone che recita: “Con questa dichiarazione, approvata sulla base dell’articolo 48 del suo regolamento interno, il Parlamento europeo si pronuncia a favore della restituzione dei fregi del Partenone alla Grecia, tenuto conto della posizione dell’opinione pubblica britannica sulla questione e del fatto che le organizzazioni culturali internazionali hanno dichiarato il Partenone parte del patrimonio culturale mondiale. Bollettino UE 1/2 – -1999”. In quanto alla posizione dell’opinione pubblica britannica, cui fa cenno la dichiarazione dell’UE, va ricordato che, nel 1996, l’emittente Channel 4 fece una trasmissione sui marmi del Partenone, in cui l’ideatore e presentatore William G. Stewart, lanciò una proposta di restituzione dei marmi che, da un sondaggio telefonico effettuato sui telespettatori, circa 100.000, fu accettata dal 92,5% di essi (le percentuali di sondaggi effettuati in Inghilterra e nel mondo molto più di recente, si attestano sull’85%). Qualche mese dopo la Camera dei Comuni si congratulò con Channel 4 e oltre 100 dei suoi membri firmarono un documento che, sottolineando il sondaggio effettuato dall’emittente televisiva, recitava: la Camera dei Comuni “considera che sebbene in passato ci possano essere stati motivi plausibili per trattenere i marmi, la restituzione sia ora non più rinviabile; e quindi richiede al governo di Sua Maestà di intraprendere allo scopo un immediato negoziato con il governo greco”. Sulla stessa linea un articolo apparso sul New York Times, in cui si sostiene che “molti degli argomenti usati nei decenni dalla Gran Bretagna si sono corrosi, se mai sono stati veri. I britannici dissero inizialmente di voler dare loro onorevole protezione e tenerli al sicuro dall’ignoranza e dal degrado. Sono termini da imperialismo culturale che sembravano plausibili nel 1816. Ma nessuno ora può sostenere che i greci non siano in grado di proteggere i propri tesori artistici. Le scuse oggi si affidano ai cavilli legali, citando la legge che li affida per sempre al British Museum. È ora che questo per sempre finisca.”
Sempre negli USA, la Camera ed il Senato sono state chiamate ad esaminare due risoluzioni che chiedevano la restituzione dei marmi alla Grecia prima delle Olimpiadi. Secondo i firmatari il Partenone è altissima espressione del genio artistico greco, simbolo principale dell’eredità culturale greca, copie del quale si vedono in molti edifici americani, tra cui il mausoleo del presidente Lincoln a Washington.
In Italia, invece, tra i tanti articoli scritti in merito, nel dicembre 2002, in uno apparso su Il Manifesto inerente le opere d’arte in soggiorno all’estero, si legge: Sono spesso le direzioni dei più rappresentativi musei europei a rifiutare la restituzione in nome di una presunta maggiore capacità di tutela del bene in questione, altrimenti sono i governi stessi, propensi, nella stragrande maggioranza dei casi, a dimenticare momentaneamente le regole primarie della politically correctness in voga, pur di tenere sul suolo patrio le vestigia di un passato che non si intende, evidentemente, archiviare.
Dal 1804, quando sono stati rimossi, fino ad oggi, tante sono state le persone e le organizzazioni che si sono mosse in favore della restituzione dei marmi; scrittori, politici, artisti, etc.; tra gli attori, giusto per citare i più celebri, ricordiamo Peter Ustinov e Sean Connery e le attrici Emma Thompson e Vanessa Redgrave. In Grecia forte è stato l’impulso dato dall’attrice Melina Mercuri, la quale si è impegnata su tutti i fronti e con tutte le sue forze negli anni in cui è stata ministro greco della cultura. Alla sua scomparsa è stata costituita la Fondazione Melina Mercuri con decreto del Presidente greco.

Vi ricordiamo che potete trovare tutte le puntate ed i racconti mitologici nella sezione “Storie Mitologiche” della  rubrica Tourism & Culture del nostro sito Napoliflash24.it

http://www.napoliflash24.it/category/turismo-2/storie-mitologiche/

Fine 4° Puntata