E’ stato presentato il piano dei trasporti in vista dell’Universiade, che prevede circa 300 autobus, 150 taxi, 300 auto e 100 Van. La dotazione prevede 280 corse al giorno, in partenza ogni 30 minuti dall’hub della Stazione marittima verso i siti delle gare a Fuorigrotta. Dall’apertura e fino alla chiusura del villaggio atleti ovvero dalle 7 alle 23ci sarà un picco di oltre 35 veicoli in transito all’ora per 16 ore complessive di attività quotidiane.

Alberto Ramaglia, ex amministratore Anm ora responsabile trasporti e mobilità dell’evento sportivo, ha comunicato l’imponente piano trasporti messo in campo per l’evento, presentato in commissione Mobilità. Un flusso imponente di auto e bus, che condurrà a destinazione 3 mila atleti impegnati nelle strutture sportive cittadine (sui 4 mila totali alloggiati nelle navi). I mezzi percorreranno 6 chilometri di corridoio dedicato, da piazza Municipio a piazzale Tecchio. Autobus e macchine di servizio percorreranno invece via Partenope, aperta per l’occasione in doppio senso di marcia, dove ora c’è la pista ciclabile ma sarà off limits alle auto dei napoletani. Tutto il traffico cittadino sarà invece dirottato sulla Riviera di Chiaia In programma anche modifiche alla viabilità cittadina tra centro e Fuorigrotta, con l’istituzione di corsie dedicate e dispositivi di traffico ad hoc, illustrati in commissione da Giuseppe D’Alessio, dirigente comunale responsabile della viabilità: oltre agli assessori alla Mobilità Alessandra Clemente e alle Infrastrutture Mario Calabrese, c’erano anche i presidenti delle commissioni Mobilità (Nino Simeone) e Universiadi (Vincenzo Moretto), il comandante della polizia municipale Ciro Esposito.