Giornata di oro e argento per le atlete italiane in gara.

Nella quarta giornata di competizioni, Carlotta Ferlito conquista l’oro nella ginnastica artistica, specialità corpo libero. La sua compagna di squadra, Lara Mori, caporale dell’esercito, ha conquistato l’argento alla trave.

Linda Caponi, Sara Ongaro, Paola Biagioli, Alice Scarabelli hanno conquistato un altro argento. La squadra della staffetta femminile di nuoto ha staccato di misura la Russia, salendo sul secondo gradino del podio, alle spalle dell’inarrivabile squadra statunitense.

Nei 100 dorso, Silvia Scalia ha vinto il bronzo.

Tra le competizioni, a cui partecipano degli atleti universitari italiani, ci sono le ultime gare di tuffi, l’atletica nelle gare individuali per specialità, la scherma e il nuoto.

Antonio Volpe e Flavia Pallotta sono in gara nei tuffi. Erica Cipressa, Camilla Mancini e Martina Sinigalia sono impegnate nel fioretto femminile. Tra le squadre che gareggiano, la nazionale di calcio femminile sfida la Corea del sud alle 21.00 presso lo Stadio San Mauro di Casoria. Nel volley maschile, la squadra italiana sfida il Giappone alle 20.00 al Pala Sele di Eboli.

Sono terminate le competizioni di judo, dove tra gli arbitri spiccava il nome di Pino Maddaloni, oro italiano alle Olimpiadi di Sidney 2000. Ai microfoni della Fisu, a chi gli chiede dei giovani judoki, risponde: “Stanno dando il massimo, stanno mettendo il cuore sul tatami e già questa è una vittoria“. L’invito che il campione olimpico rivolge ai rappresentanti delle istituzioni è quello di investire sui nuovi talenti, permettendo loro di partecipare ad eventi internazionali, come le Universiadi, oltre che garantire loro di allenarsi in strutture idonee. “Per me che vengo dalla periferia nord di Napoli, dove non c’erano strutture sportive e bisognava prendere due pullman per andare ad allenarsi altrove, tutto questo ha significato tanto“.

Nella giornata di oggi, oltre alle competizioni, spicca un evento pensato dalla curia di Napoli per favorire il dialogo interreligioso. Dalle 20.00 al Teatro San Carlo si tiene “Sport e religioni per la pace“. Varie comunità religiose porteranno in scena una propria esibizione, per poi esibirsi assieme in un canto di pace.