Nemmeno il tempo di battezzare l’arrivo dei buoni spesa erogati dalle amministrazioni comunali, che Alfredo Di Bello e Danilo Serino – rispettivamente di 33 e 36 anni, originari di Caserta – hanno brevettato “unbuonoperte.com”: un software che permette di gestire i ticket e soprattutto, di evitare le truffe. L’obiettivo della piattaforma è quello di spegnere sul nascere ogni tentativo di modifica o contraffazione ad hoc dei buoni – eventualità non remota che produrrebbe un doppio danno finanziario: alle tasche dei cittadini aventi diritto al contributo e a quelle dei comuni – che proprio in queste ore stanno acquistando in massa il software.

La bontà dell’idea, è suffragata da un lavoro di programmazione pratico ed efficiente da parte di Di Bello e Serino: ogni commerciante, potrà verificare l’originalità di ogni buono spesa, tramite il numero di protocollo – precedentemente caricato nel sistema. Inoltre, il software va anche in soccorso delle norme anti-contagio – permettendo ai cittadini di scaricare sullo smartphone il proprio ticket ed evitare così, assembramenti per il ritiro dello stesso.