Domenica 17 novembre 2019, alle ore 17:30, presso il locale Dejavu, in Via Campi Flegrei 1 a Pozzuoli, si terrà la presentazione del libro Una scarpa contro la stronza, esordio letterario di Vanna Morra (Iuppiter Edizioni). Insieme all’autrice interverranno Livia Iannotta e Riccardo Guarino. Modera Giuliana “Giuly” Galasso. Accompagnamento musicale del dj Marcello Mele. Parte del ricavato andrà in beneficienza al canile di Dea.

Il libro: Vanna ha quattro anni e il sogno del pallone quando conosce “la stronza”. Nemica egocentrica e cazzuta, piomba all’improvviso nel mondo pieno di giochi e cugini di una bambina come tante. Il vero nome della “stronza” è artrite idiopatica giovanile, e una volta arrivata non te la scolli più. Così Vanna, crescendo, capisce due cose. La prima: per combatterla bisogna corazzarsi da Daitarn 3, sferrare un maxi attacco solare e mantenere gli artigli affilati. La seconda: i mostri, tutti creati da Lei, sbiadiscono se s’impara a sorridere. Una storia di scoperte, sabotaggi, ricordi. Di cadute spettacolari e coraggiose rinascite. Di battaglie consumate sulla cima di un tacco. Una penna ironica, leggera, che inquadra la bellezza del rifiorire, anche quando si è costretti a scendere dai décolleté.

L’autore: Vanna Morra, ribattezzata da un vecchio amico Vanna Mò, si definisce un’adorabile rompicoglioni anche se crede di essere più adorabile che rompicoglioni. Amante del calcio e laziale patologica, il suo grande amore è stato il pappagallino bianco celeste Olimpia, che ripeteva tutto tranne “forza Lazio”. Chiacchierona e lunatica, ha le pubbliche relazioni nel DNA. Socievole e social, è un segugio del web. Nonostante il curriculum sentimentale horror sogna il grande amore delle commedie rosa che colleziona e attende l’arrivo del suo Mr. Big come in “Sex and the city”. Convinta di essere una ragazzina (guai a chiamarla “signora”!), “frettella” per non dire ansiosa, maniaca della puntualità e della programmazione, il suo motto è “nella vita ho scelto il buonumore!”.