Chi soffre di diabete lo sa: camminare, almeno 30 minuti al giorno, è un toccasana. Spesso però la mancanza di tempo, unita ad un pizzico di pigrizia, ci fanno preferire un pomeriggio davanti alla tv. Per questo l’associazione diabetici napoletana, per prima in città, ha pensato di organizzare le “passeggiate culturali domenicali” dedicate ai propri iscritti. Questo fine settimana l’appuntamento continua con le visite

La scorsa settimana i visitatori hanno potuto ammirare le vestigia romane di Villa San Marco e Villa Arianna dalla collina di Varano, da cui si ammira lo spettacolo del golfo di Napoli da quando dei Domini, illo tempore, decisero di far edificare le loro magnifiche ville su quello che sarebbe stato il territorio di Castellamare di Stabia. Domenica si replica con lo stesso itinerario. I prossimi incontri poi saranno l’8 marzo a Santa Maria Capua Vetere dove si potranno ammirare l’Anfiteatro, il Mitreo e il Museo. Infine il 19 aprile a Benevento, con un itinerario che prevede la visita del Museo Archeologico, dell’Arco di Traiano, una Passeggiata per il Quartiere del Triggio e infine il Teatro Romano.

Domenica 16 febbraio ore 9:30

Ville di Stabiae: Villa San Marco e Villa Arianna

Ad accompagnare durante la visita è stata l’archeologa Annamaria Giullini, che ha preso parte a campagne di scavo in Italia e all’estero, oltre ad aver collaborato con il Prof. Massimiliano Marazzi presso l’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa. La Giullini è anche fondatrice della società Archeo Project opera nel settore di beni culturali, non tralasciando la didattica legata all’archeologia. Da anni si è dedicata all’archeologia divulgativa attraverso conferenze e lezioni sul campo. Autrice di pubblicazioni di settore, ha partecipato a progetti culturali in ambito internazionale.

’ I resti delle preziose architetture romane – ha spiegato Annamaria Giullinici mostrano la superba bellezza delle residenze, uniche nel loro genere, per estensione e planimetria, adorne di magnifici affreschi dai temi estremamente colti e inusitati, ci regalano la loro estrema eleganza e ricchezza. Specchio dell’animo colto e raffinato dei Domini che le vivevano’’.

A questi incontri posso partecipare gli iscritti gratuitamente e loro amici versando un piccolo contributo spese.