Teresa Filangieri Ravaschieri, una donna di valore che alla fine dell’Ottocento ha realizzato a Napoli il primo ospedale chirurgico pediatrico italiano, intitolandolo a sua figlia Lina Ravaschieri, morta a 12 anni. L’edificio si trovava nel palazzo vicino alla Riviera di Chiaia, in via della Croce Rossa 8,  che oggi ospita la sede amministrativa dell’Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon. Ed è proprio qui che, giovedì 16 maggio alle ore 17,30, la Consulta delle Pari Opportunità della Prima Municipalità del Comune di Napoli “Stefania Pisani” e l’Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon hanno organizzato un pomeriggio dedicato alla figura della fondatrice.

Francesca Galgano, presidente della Consulta pari opportunità  della Prima Municipalità “Stefania Pisani” e Federica Minaci, Direttore Uoc, introdurranno i lavori dopo i saluti di  Francesco de Giovanni di Santaseverina, presidente della Prima Municipalità, e Anna Maria Minicucci, direttore generale dell’Aorn (Azienda Ospedaliera di Rilevanza Nazionale)  Santobono Pausilipon.  Moderati dalla giornalista Armida Parisi, seguiranno gli interventi della psicopedagogista  Francesca Marone, della storica dell’arte Isabella Valente, dell’avvocato Stefania Torre, e di Valeria Jacobacci, autrice del romanzo-biografia “Io Teresa Filangieri”, di cui l’attrice Gea Martire leggerà qualche pagina.

Nel corso della manifestazione sarà annunciata l’intenzione di avviare le procedure per la richiesta di intitolazione a Teresa Filangieri Ravaschieri della strada antistante la sede dell’Aorn Santobono Pausilipon.