“Un pugno di amici” approda in esclusiva su Amazon Prime Video. Protagonista il cast di Made in Sud e di Sicilia Cabaret con la partecipazione straordinaria di Maurizio Casagrande che interpreta il commissario della squadra di polizia in questa sgangherata ed esilarante vicenda. Prodotto dalla Tunnel Produzioni di Nando Mormone e da Sicilia Social Star, il film è scritto e diretto da Sergio Colabona e vede l’unione del cast di di Made in Sud e di Sicilia Cabaret.

«I motivi che mi hanno spinto a partecipare al film – spiega Maurizio Casagrande – sono i rapporti personali con Nando Mormone, produttore del film, durante la trasmissione “made in… Arteteca”. I rapporti con Sergio Colabona, autore e regista del film, e regista anche della trasmissione “Stasera tutto è possibile”. La simpatia che provo per Matranga e Minafò e non per ultimo la sceneggiatura che ho trovato carina e ben fatta, mai volgare, stupida o banale. Mi piace lavorare con i giovani e adoro la Sicilia, Matranga e Minafò sono siciliani, ed è stato anche un modo per stare un po’ di tempo in una regione che amo profondamente. Alla fine ho avuto la sorpresa di avere tra le mani un film che mi ha divertito vedere e se ha divertito me che sono sempre molto esigente e pignolo, sono certo che potrà divertire molto anche voi tutti».

Comicità siciliana quanto basta, un pizzico di immancabili tormentoni e un cast d’eccezione sono gli ingredienti della ricetta cinematografica che promette di saziare tutti, fan e non. Nella commedia infatti, insieme a Matranga e Minafò, anche Maria Bolignano, Mariano Bruno, Paride Benassai, I Ditelo voi, Angelica Massera, Titina Maroncelli, Piera Russo, Grazia Zappalà, Felicia Del Prete, Totino La Mantia, I 4 Gusti, I Respinti, I Badaboom, Ivan Fiore e tutto il cast di Sicilia Cabaret. La ciliegina sulla torta è naturalmente la partecipazione straordinaria di Maurizio Casagrande.

Il film – e non poteva essere altrimenti – è completamente “made in Sud”. Le riprese sono state girate a Palermo e dintorni: tra Termini Imerese, Gratteri, Lascari e Isola delle Femmine (all’interno del Saracen Hotel). Sia per Matranga che per Minafò si tratta di un ritorno al passato, visto che buona parte dei ciak sono all’interno di un villaggio turistico, proprio dove il connubio ha avuto inizio. Filo conduttore l’amicizia.

Ci siamo misurati con qualcosa di nuovo e non vediamo l’ora di conoscere la risposta del pubblico che, grazie al lavoro di squadra corale con tutti i comici del Sud Italia, promette di essere davvero variegata. Hanno provato a boicottarci in tutti i modi – aggiungono scherzosamente – prima innescando una pandemia, poi facendo arrivare vicino alla terra un
asteroide.…”. Hanno commentato Matranga e Minafò –

Il film inizia con una rapina… senza bottino e alla persona
“sbagliata”, un boss interpretato da Paride Benassai. Tony ed
Emanuele, in un intreccio pirandelliano, vengono braccati da Maurizio Casagrande nei panni del commissario e dalla sua squadra di polizia sgangherata. Dopo una serie di esilaranti gag, i due dovranno sperimentare nuove idee per andare avanti e nascondersi da chi è sulle loro tracce. Al centro di tutto, però, un’unica certezza. Quando tutto va a rotoli, l’unico vero appiglio sono gli amici di una vita.