Alle 18 circa dello scorso 4 agosto a Beirut, capitale del Libano, una violenta esplosione ha sconquassato i magazzini del porto e investito diversi quartieri del centro: le vittime confermate sono 157, i feriti 5 mila e le persone rimaste senza casa circa 300 mila. Nel magazzino esploso erano stoccate, dal 2013, 2750 tonnellate di nitrato di ammonio e sembra che l’incendio che ne ha provocato l’esplosione sia iniziato durante alcuni lavori di saldatura. La detonazione è stata così forte da provocare un terremoto di magnitudo 3.5 avvertito fino all’isola di Cipro e il ministro della salute, Hamad Hasan, ha invitato i residenti a lasciare la città, se possibile, per non esporsi ai materiali pericolosi liberati dall’esplosione.

Questo evento ha inferto una profonda ferita ad un paese già in crisi: l’annuncio di default era arrivato a marzo da parte del primo ministro Hassan Diab; il tasso di disoccupazione è al 25% ed il debito pubblico è cresciuto esponenzialmente, tanto da posizionare il Libano al terzo posto nel mondo per rapporto debito/pil (170%); il tutto aggravato dalle drastiche conseguenze, sanitarie ed economiche, della pandemia da Covid-19.
“È l’ennesimo colpo inferto ad un paese già profondamente ferito” commenta, infatti, David Ruggini, Capo Ufficio di “Un Ponte Per” a Beirut. “Un Ponte Per” (UPP) opera in Libano dal 1997, principalmente nei campi profughi palestinesi per garantire diritto alla salute e diritto allo studio, grazie al programma di sostegni a distanza “Family Happiness”. Da anni, inoltre, UPP lavora accanto ad organizzazioni locali per favorire la ricostruzione della coesione sociale a seguito della guerra civile e dal 2017 operatori ed operatrici sul territorio si occupano di programmi di educazione non formale e peacebuilding.

A sostegno del Libano, il Comune di Napoli patrocina la raccolta fondi promossa da Un Ponte Per“, il cui ricavato sosterrà le attività di soccorso dei partner locali di UPP, che operano sul territorio per aiutare la popolazione ad affrontare il disastro. Qui il link diretto per donare.