Al via la collaborazione tra Equitalia Sud e Confcommercio Napoli

Un percorso di semplificazione e assistenza fiscale alle imprese

Equitalia Sud apre una corsia più veloce per dialogare con Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Napoli, presieduta da Pietro Russo. Il protocollo d’intesa firmato, prevede l’attivazione dello sportello telematico, un canale dedicato che consente di favorire i rapporti con i contribuenti.

Gli incaricati della sede provinciale di Confcommercio Napoli potranno accedere allo sportello telematico dal sito www.gruppoequitalia.it. Compilando il Form presente nella sezione “Accordi con Enti Associazioni e Ordini”  e allegando la documentazione necessaria, potranno richiedere informazioni e consulenza e fissare un appuntamento per le situazioni più complesse e delicate.

“L’accordo sottoscritto avrà una durata di due anni – dichiara Carlo Mignolli, direttore regionale Campania di Equitalia Sud –.consente di arricchire la qualità delle sinergie orientate al miglioramento del rapporto con i contribuenti e di avviare un programma di collaborazione con le realtà imprenditoriali presenti sul territorio. Inoltre, l’organizzazione di incontri formativi permetterà lo scambio di informazioni sui temi della riscossione. Iniziative che  – conclude Mignolli – che permettono  di proseguire nel percorso di collaborazione e ascolto intrapreso da Equitalia”.

“La semplificazione dei rapporti con il sistema fiscale – afferma Pietro Russo, numero uno di Confcommercio Napoli – è un punto chiave per restituire fiducia e capacità operativa alle imprese, e quindi anche per accelerare l’uscita dalla crisi. L’accordo che abbiamo sottoscritto con Equitalia va precisamente in questa direzione : esso intende fornire alle imprese uno strumento concreto per alleggerire il peso degli oneri burocratici e fiscali, consentendoci di fornire loro un’assistenza completa e professionale nei rapporti con Equitalia, grazie alle sinergie che saranno avviate in base a tale accordo. Tra gli obiettivi principali dell’accordo vi è il consolidarsi di modalità di riscossione sempre più chiare e facili da affrontare per i contribuenti  grazie anche al confronto costante che si avvierà tra i nostri Enti”.