La scorsa notte un 42enne, già noto alle forze dell’ordine, è finito in manette con l’accusa di maltrattamenti in famiglia ed è stato portato in un carcere del capoluogo campano. I carabinieri lo hanno prelevato a San Gennaro Vesuviano, in provincia di Napoli, perché pare che l’uomo abbia ripetutamente percosso il figlio disabile di 24 anni, provocandogli in taluni casi anche ferite.

Il ragazzo è stato trasportato all’ospedale dal personale sanitario giunto sul posto, dove gli sono stati riscontrati un trauma cranico, graffi ed edemi su tutto il corpo, giudicate guaribili in dieci giorni, salvo complicazioni. A quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, questo sarebbe stato solo l’ultimo caso avvenuto all’interno del nucleo familiare, dove si sarebbero già verificati altri episodi di violenza da parte del genitore nei confronti del 24enne, che aveva denunciato in passato l’uomo.