Udinese-Napoli 1-0 : le pagelle.

Niente da fare, continua il momento nero degli azzurri che dominano ad Udine ma finiscono col soccombere per 1-0. Adesso si fa davvero dura ripartire con le tante critiche di stampa e tifosi. E a questo punto anche la situazione della guida tecnica non è più tanto tranquilla……

RAFAEL 6: è un periodo che va così. Niente parate, se non l’ordinaria amministrazione, ma si raccoglie la palla nel sacco. Quando gli Dei…….

MAGGIO 5,5: vallo a spiegare ai tifosi che è importante per la squadra, che corre a perdifiato, che non si arrende mai. Ma quando uno che calca i campi di A non sa fare un cross sei assalito da tante domande.

ALBIOL 5,5: non demerita ma lo vedo troppo goffo, impacciato. Un po’ di panchina no, eh?

KOULIBALY 6,5: partita sontuosa, annulla Di Natale e chiunque si avvicini alla trequarti azzurra. Non butta un pallone ed è addirittura elegante. Ma nel periodo di jella del team partenopeo capita che un suo improvvido tocco di testa diventi l’assist per il gol di Danilo.

BRITOS 5: suscita la mia ira ma nel contempo la mia ilarità. E’ un campionario di errori,strafalcioni e cose che hanno poco a che vedere con il soccer. Mi dispiace dirlo ma la colpa non è sua ma di chi lo schiera in campo!

DAVID LOPEZ 6: è un giocatore valido, regala equilibrio e sostanza. Purtroppo in questo momento hai voglia a fare……gira così!

GARGANO 6,5: splendida gara per il Mota che qualcuno ha ancora il coraggio di criticare. Regna a centrocampo, sbaglia poco e si regala un gran tiro. Ovviamente c’è il palo pieno a dire di no, avevate dubbi?

ZUNIGA 5: nel tridente offensivo è un pesce fuor d’acqua, non partendo da lontano non regala la sua proverbiale imprevedibilità. Pessima prova ma caro Rafa un errore tutto tuo. Al suo posto Callejon 6,5: che ha una rabbiosa reazione all’esclusione mostrando tutto il suo repertorio. Rincorre tutti, sfiora il gol e regala il cambio di passo. Troppo tardi e con poca collaborazione.

MICHU 5: un ectoplasma. Vaga per il campo senza un perché con una convinzione ed una cattiveria calcistica pari a 0. Esce troppo tardi per far posto a Mertens s.v. che non può sempre in pochi minuti risolvere i problemi degli azzurri. Perché non gioca?

INSIGNE 6: gioca bene nel primo tempo, mette palla a terra, cerca di non buttare il pallone e serve un paio di suggerimenti buoni in avanti. Predica nel deserto. Al suo posto de Guzman s.v. che in pochi minuti non può incidere più di tanto.

HIGUAIN 5,5: servito poco e male ma che la smette di avere quell’ atteggiamento rinunciatario e sempre critico verso tutti. E’ nervoso ok, il momento è quello che è ma dai grandi campioni come lui che ci aspettiamo la riscossa. E noi intanto ingoiamo un altro amarissimo boccone.

BENITEZ 4:decide coraggiosamente una rivoluzione di cui realmente soltanto lui può conoscere il motivo. L’ambiente è una bomba ad orologeria e tra le varie ipotesi prende corpo quella che lo vede ormai lontano con la mente e gli stimoli dal difficile mondo azzurro. Incomprensibile affidarsi a Britos( scandaloso) e Michu ( non ancora atterrato in Italia) e lasciare in panchina un fenomeno che tra l’altro è in un periodo di grazia, forma, convinzione e chi ne ha più ne metta che risponde al nome di Dres Mertens. Che la storia d’amore sia ai titoli di coda?

 

 

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati