Il Napoli fa visita al Sassuolo nel turno infrasettimanale di campionato: c’è l’obiettivo di dare continuità alla prestazione sciorinata domenica contro il Benevento ed ottenere punti pesanti nella corsa alla Champions. All’andata proprio i nero-verdi sorpresero gli azzurri nell’allora San Paolo interrompendo la striscia immacolata di vittorie in Serie A e minando le certezze della squadra di Gattuso.

Dopo i ritorni più che positivi di Mertens e Ghoulam la squadra partenopea accoglie i graditi ritorni all’arruolabilità di Demme, Manolas ed Ospina mentre si dovrà attendere ancora per gli attaccanti Petagna, Lozano ed Osimhen. Lo schieramento sarà quello presentato nel derby, le uniche novità riguarderanno il probabile inserimento del portiere colombiano a scapito di Meret e la presenza di Maksimovic al fianco di Rrahmani per sopperire all’assenza dello squalificato Koulibaly; con Di Lorenzo a destra quasi scontata la presenza di Ghoulam sulla corsia mancina, una di quelle belle notizie che ha esaltato i tifosi. L’algerino, ormai da anni finito nelle retrovie per quei due infortuni gravi consecutivi quando era all’apice della forma e della carriera (tanto da essere considerato tra i tre esterni sinistri più forti in circolazione) è apparso completamente recuperato e la differenza si è vista tutta; Faouzi fa la differenza, non c’è dubbio, e se continuerà a dare conferme in questo senso potrebbe rappresentare seriamente un fattore nella lotta alle prime posizioni del Napoli in questo finale di stagione. A centrocampo sarà concesso di rifiatare un po’ a Bakayoko (ottima la sua prestazione domenica scorsa) con l’inserimento di Demme al fianco di Fabian Ruiz; in fase offensiva stesso schieramento di tre giorni fa con Insigne e Politano sulle fasce, Zielinski tra le linee e Mertens punto di riferimento. Insomma il vero Napoli prende forma…

De Zerbi schiererà una formazione tatticamente speculare: Consigli tra i pali avrà davanti a sé la coppia centrale Marlon-Ferrari e sulle fasce Rogerio (sinistra) e Muldur (destra). I due centrali di centrocampo saranno Obiang e Locatelli i quali avranno il compito di dare equilibrio e geometrie alle spalle del terzetto composto dal capitano Berardi, dal francesino Maxime Lopez e dal talentuoso Djurcic in appoggio al bomber Ciccio Caputo. Il tecnico degli emiliani ha pubblicamente ammesso l’intenzione di dare battaglia per un posizionamento con accesso all’Europa, una eventualità che fino a qualche settimana fa pareva ampiamente alla portata, prima che tante squadre iniziassero ad ingranare le marce alte. Ma mai dire mai…

Sassuolo-Napoli avrà inizio questo pomeriggio alle 18:30 in quello stadio che recentemente ha significato per gli azzurri l’amara sconfitta nella Supercoppa Italiana contro la Juventus. Missione doppio riscatto quindi: cancellare subito quel ricordo e vendicare la sconfitta dell’andata! Arbitra il signor Marini.