Due iniziative anti-coronavirus hanno catturato la luce dei riflettori, tutti puntati dall’epidemia e la sua minaccia, elevata dalla “Organizzazione Mondiale della Sanità” a livello “molto alto” su scala mondiale.

Nel giorno in cui il Quirinale invita a controllare le paure irrazionali attraverso un sano affidamento alla conoscenza, è stata confermata la ventiquattresima edizione della Borsa mediterranea del turismo“, in programma alla Mostra d’Oltremare dal 20 al 22 marzo. Dopo giorni di fibrillazione che ha spinto alcuni organizzatori d’eventi a cancellare importanti fiere nazionali ed internazionali, calendarizzate in questo periodo, com’è accaduto al “Salone dell’Auto di Ginevra” che era in programma dal 5 al 15 marzo, la società che organizza Bmt ha deciso di andare controcorrente: “Perché dalla tradizionale ‘piazza di primavera del turismo’, tutte le imprese, unite, possano gridare la voglia di una ripresa che per natura del settore non può essere differita di settimane o qualche mese, e di recuperare la dignità di comparto economico vitale per il Paese, che le polemiche assurde di questi giorni e tanta disinformazione hanno messo in discussione in maniera pericolosa“.

L‘appello all’unità in un clima meno allarmistico giunge anche dal basso, come dimostra il caso del gruppo Facebook “Curati da tutti i virus, vieni in Costiera Amalfitana“: “Uniti ce la possiamo fare a far cambiare idea alle persone che stanno cancellando o che hanno già cancellato la loro vacanza in costiera Amalfitana, facendogli capire cosa si perdono“.

Pochi giorni fa Confesercenti aveva suonato il campanello d’allarme, rivolgendosi al governo regionale dal quale si voleva il riconoscimento dello stato di crisi. Nonostante, secondo le rilevazioni dell’Istat, il turismo campano abbia vissuto un triennio di costante crescita per numero di presenze e introiti, in poche decine di giorni il timore generato dal virus si è tradotto in cancellazioni e disdette, facendo registrare perdite fino al 45% di prenotazioni tra quelle previste da oggi a maggio. E, secondo l’associazione di categoria, si può già notare un blocco delle richieste turistiche per il periodo estivo.

Se ai consumatori e ai fruitori di servizi è richiesta, l’unità si riscontra già tra le associazioni che operano nel settore. A una sola voce hanno domandato, oltre alla cooperazione di cittadini e viaggiatori, il varo di misure straordinarie per sostenere il comparto, proporzionandole alla forza che le imprese turistiche hanno in tutta Italia. Se in queste ore si è discusso sul peso percentuale dei viaggi culturali nel produrre economia nel nostro Paese, non è in discussione la dinamica positiva elle entrate turistiche registrate nell’ultimo decennio.

Si ragiona su come fare per evitare che la situazione attuale produca effetti troppo pesanti nel breve e nel lungo termine. Con una dichiarazione congiunta, rilasciata due giorni fa dalle associazioni che rappresentano le agenzie di viaggio e i tour operator, ovvero Aidit, Assoviaggi, Astoi e Fto, si era proposto agli organi competenti di rendere possibile anche per le piccole e medie imprese il differimento dei pagamenti di contributi e imposte per l’intera crisi, la riduzione dell’Irpef, l’accesso agli ammortizzatori sociali e ad altri fondi di sostegno al reddito, l’istituzione di aiuti speciali agli organizzatori di viaggi per coprire le perdite derivanti dall’acquisto di servizi relativi a viaggi cancellati. Inoltre, le associazioni di categoria sperano che sia rivisto quanto stabilito dal decreto legislativo numero 6 del 23 febbraio in merito ai viaggi d’istruzione, rendendo possibili quelli che si sarebbero dovuti svolgere sul territorio nazionale.

Nella serata di ieri, venerdì 28 febbraio, il Consiglio dei Ministri ha varato un decreto contenente le prime misure. Stabilisce la sospensione fino al 31 marzo dei versamenti di ritenute fiscali Irpef e contributi previdenziali Inps per il settore turistico e alberghiero in tutta Italia, non solo per le zone rosse. Accoglie la proposta di voucher per le agenzie turistiche, in difficoltà coi rimborsi dovuti a chi ha disdetto alberghi e voli. Altre misure sono attese nella seconda tranche di aiuti, attesi nelle prossime settimane.

Link utili:

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/02/28/coronavirus-mattarella-basta-paure-irrazionali_3f0586a5-7127-45d1-884e-0ff345f05747.html

https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/collana-seminari-convegni/2018-0023/index.html