Da febbraio 2018 è partita una collaborazione scientifica tra la Senologia della Clinica Mediterranea, diretta dal Dott. Renato Thomas, e il reparto di Chirurgia maxillo-facciale della Seconda Università degli Studi di Napoli – SUN, diretto dal Prof. Gianpaolo Tartaro.

Scopo della collaborazione sarà quello di scongiurare la necrosi della mandibola e del mascellare superiore, possibili effetti collaterali causati dall’utilizzo dei farmaci Bifosfonati, raccomandati ed utilizzati nel trattamento delle lesioni osteolitiche metastatiche associate al tumore della mammella o della prostata in combinazione con altri agenti chemioterapici.

La mortalità delle persone affette da tumore della mammella – afferma il Dott. Thomas – è in lieve ma costante riduzione grazie ai programmi di prevenzione e all’affinamento delle terapie chirurgiche, radioterapiche e farmacologiche. La gestione del tumore della mammella richiede, però, un approccio multidisciplinare questo è il proposito del Gruppo Oncologico Multidisciplinare (GOM) istituito in attuazione del Decreto 98 del 2016 e di cui la Mediterranea fa parte, essendo tra le 8 strutture in Campania ad avere i requisiti di legge per operare cancri mammari. Grazie al GOM le donne affette da tumore alla mammella possono essere indirizzate verso lo specialista più opportuno per una gestione a 360 gradi della patologia.

Per scongiurare la necrosi mandibolare associata all’utilizzo dei Bifosfonati può essere sufficiente mettere in atto una procedura di “bonifica” del cavo orale, a tal proposito è necessario essere seguiti, a partire da 30 giorni prima dell’inizio della cura, da uno specialista che valuterà le azioni necessarie per prendere in sicurezza i farmaci.

Grazie alla collaborazione tra la Senologia della Mediterranea, che secondo il Programma Nazionale Esiti 2017 è tra le prime in Campania per proporzione di interventi di ricostruzione negli interventi chirurgici demolitivi per tumore invasivo della mammella, e la Cattedra di Chirurgia Maxillo-Facciale dell’Università Luigi Vanvitelli di Napoli, diretta dal prof. Gianpaolo Tartaro, nasce un ambulatorio specializzato al quale potranno rivolgersi tutte le donne che assumono alendronati, anche se non oncologiche.

L’ambulatorio è gestito dalla Dott.ssa Atrige Cecere ed è ubicato presso il Primo Policlinico di Napoli ed è convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale. Per informazioni è possibile contattare la senologia della Mediterranea al numero 081 7259 720 oppure l’ambulatorio della SUN al numero 081 566 52 95.