Ritengo doveroso che la Rai faccia chiarezza sul gravissimo episodio accaduto presso la Mostra d’Oltremare di Napoli dove un giornalista si è infiltrato nelle file riservate a medici e infermieri per le vaccinazioni, fingendosi operatore sanitario’’: commenta così l’episodio di ieri Domenico Falco, presidente del Comitato Regionale per le Comunicazioni della Campania. ‘’Un comportamento che configura diverse violazioni delle norme deontologiche e che non fa onore all’intera categoria”.

Domenico Falco si è detto in sintonia con la scelta del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, di inviare una segnalazione su quanto è accaduto all’OdG del Lazio. ‘’Esprimo solidarietà ai dirigenti e a ai lavoratori dell’Asl Napoli 1 che stanno gettando il cuore oltre l’ostacolo nell’attività vaccinale – ha aggiunto -. Prova ne sia che la nostra regione è prima in Italia per numero di somministrazioni. In un periodo particolarmente critico come quello che stiamo vivendo a causa della crisi pandemica, il ruolo dell’informazione riveste una funzione straordinariamente delicata nel fornire notizie utili e veritiere ai cittadini. Non è tollerabile che si approfitti dell’emergenza per fare scandalo e per cercare scoop a tutti i costi. Specie se si lavora per la tv di pubblico servizio”.