Continua l’eccezionale ondata di maltempo, preannunciata dalla protezione civile, che ha colpito la Campania. Un mese di maggio flagellato da temporali, vento e freddo anche lungo le coste, con temperature al di sotto delle medie stagionali.


I fenomeni più evidenti si sono registrati questo pomeriggio, tra le 15 e le 16 in Costiera Amalfitana, dove un violento temporale si è abbattuto sulla costa portando con sé, dal mare, una spettacolare tromba d’acqua. Il vortice d’aria, che sembra non essersi estinto in mare, si è spinto sulla costa provocando danni, specie agli stabilimenti balneari in fase di allestimento a Maiori.


Non è stata risparmiata anche Ravello, dove la furia del vento ha spazzato via le sedie e i tavoli dei bar della piazza Vescovado costringendo i numerosi turisti in visita a rifugiarsi all’interno dei locali pubblici per circa mezz’ora.

A Salerno poi un fulmine, scaricato durante un violento temporale, si è abbattuto sulla centralina della corrente elettrica di alcuni balconi di un edificio in via Rafastia, causando un principio d’incendio. Tempestivo l’intervento dei vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza l’area, e i tecnici Enel, che hanno ripristinato la corrente elettrica. Per fortuna, anche in questo caso, l’incidente non ha provocato intossicati né feriti.