Per i Pezzulli di Luciana Pennino: Nonsense per tutti… stavolta offro io!

In un mondo in cui oramai ogni cosa è vacua e liquida, solo la compostezza posta al limite dell’essere assicura la sopravvivenza dell’ego, sempre più egotico ed egoistico.

Non ancora flessi, e men che meno afflitti, in un universo così assortito e abortito, mi interrogo sul senso sotteso o dichiarato dei destini di tutti e di ciascuno, in simbiosi o in solitudine… Qual è? Quale sarà? Ma anche quale fu?

E non facciamoci incantare come i serpenti, non facciamoci imbambolare o rimbambire, abbindolare o rabbonire: reagiamo con risolutezza azzerante! Chiediamo rispetto, a dispetto di tutti, a cospetto di ognuno, e lavoriamo visceralmente acciocché il creato intero torni alla magia e alla malia dell’origine e dell’Amore. Perché solo se Amore e furore, candore e tepore, vegliano e vigilano sui nostri desideri, possiamo sperare in uno spiraglio senza spirale. Ed è da qui che il salto quantico spiccheremo, e ci catapulteremo nelle dimensioni dimenticate e da dimenticare!

È con la consapevolezza luminosa e illuminata che dobbiamo avventurarci nel limbo dell’alambicco, senza peraltro temere di intimidirci… Verrà il tempo tantrico per l’evoluzione delle nostre essenze: verrà e sarà un fremito effettivo e fobico, eppure effervescente e folle. Non a caso, sapremo salire all’altare del Bene e lì, accomodati accademicamente, accadranno a comando eventi epocali!

 

Luciana Pennino

 

“Molti sono incompresi perché sono incomprensibili.” (Sandro Montalto)