Giampaolo Di Stefano, 32 anni, stava attraversando in sella alla sua bici il centro di Eboli, quando sabato sera intorno alle 23, un’auto lo ha travolto e ucciso. Alla guida del veicolo c’era un ventenne che, in preda allo spavento, è fuggito senza neanche prestargli soccorso e ha abbandonato l’auto nei pressi del Tribunale di Eboli.
A quel punto si è recato nella vicina caserma per fingere un furto e convincere i militari che lui con quell’incidente non c’entrava nulla. Il ventenne è ora è accusato di omicidio colposo, omissione di soccorso e simulazione di reato.

A proposito dell'autore

Post correlati